Malattia

Arterite di Takayasu

Arterite di TakayasuArterite di Takayasu è un raro tipo di vasculite, un gruppo di disturbi che causano l’infiammazione dei vasi sanguigni. Nella arterite di Takayasu, l’infiammazione danneggia l’aorta soprattutto – la grande arteria che trasporta il sangue dal cuore al resto del corpo – e dei principali rami della aorta.

La malattia può causare ostruzioni o restringimento delle arterie (stenosi) o arterie anormalmente dilatate (aneurismi). Arterite di Takayasu può anche portare al braccio o dolore al petto e pressione alta e, infine, a insufficienza cardiaca o ictus.

L’obiettivo del trattamento è quello di alleviare l’infiammazione delle arterie e prevenire possibili complicanze. Anche con l’individuazione e il trattamento precoce, tuttavia, arterite di Takayasu può essere difficile da gestire.

Sintomi

Fase 1 sintomi

I sintomi arterite di Takayasu spesso si verificano in due fasi. Nella prima fase, è molto probabile che a sentirsi male con:

  • Stanchezza
  • Veloce e involontaria perdita di peso
  • Dolori muscolari
  • Dolori articolari
  • Febbre lieve

Non tutti hanno questi primi sintomi, tuttavia. E ‘possibile per l’infiammazione danneggiare le arterie per anni prima di rendersi conto che qualcosa non va.

Fase 2 sintomi

I sintomi di seconda fase cominciano a svilupparsi quando l’infiammazione ha causato arterie si restringono. A questo punto, c’è meno sangue, ossigeno e sostanze nutritive raggiungere i vostri organi e tessuti. Questi segni e sintomi possono includere:

  • Debolezza delle braccia o delle gambe o dolore con l’uso (claudicatio)
  • Stordimento o vertigini
  • Svenimento
  • Mal di testa
  • Problemi di memoria
  • Difficoltà a pensare
  • Mancanza di respiro
  • Problemi visivi
  • L’alta pressione sanguigna
  • Differenza di pressione arteriosa tra le tue braccia
  • Un difficile da trovare o impulsi assente nei polsi – arterite di Takayasu è talvolta chiamato malattia senza polso, perché le arterie possono rendere impulsi normali difficili o impossibili da rilevare
  • Troppo pochi globuli rossi (anemia)
  • Dolore toracico
  • Dolore addominale

Quando per vedere un medico

Se si hanno sintomi che potrebbero suggerire arterite di Takayasu, consultare il medico. Molti segni e sintomi di arterite di Takayasu sono simili a quelli di altre condizioni, che può rendere difficile la diagnosi. Eppure, la diagnosi precoce della malattia è importante per ottenere il massimo beneficio dal trattamento e prevenzione delle complicanze.

Se hai già stati diagnosticati con arterite di Takayasu, tenere a mente che i sintomi di una riacutizzazione della malattia (recidiva) sono spesso simili a quelli che si sono verificati in origine. Anche prestare attenzione a eventuali nuovi segni o sintomi. Questi possono indicare sia una riacutizzazione della malattia o una complicanza del trattamento.

Cause

Nella arterite di Takayasu, l’aorta e altre arterie importanti, tra cui quelle che portano alla testa e ai reni, si infiammano. Nel corso del tempo, l’infiammazione provoca variazioni di tali arterie, incluse ispessimento, restringimento e cicatrici. Il risultato è ridotto flusso di sangue ai tessuti e organi vitali, che può portare a gravi complicazioni e anche la morte. A volte le arterie diventano anormalmente dilatate, portando ad aneurismi che possono rompersi.

Proprio quello che provoca l’infiammazione iniziale arterite di Takayasu non è noto. E ‘probabile che arterite di Takayasu è una malattia autoimmune in cui il cattivo funzionamento del sistema immunitario e attacchi le tue arterie come se fossero sostanze estranee. La malattia può essere innescato da un virus o altre infezioni.

Fattori di rischio

Arterite di Takayasu colpisce principalmente le giovani ragazze e donne tra i 20 ei 30 anni. Il disturbo si verifica in tutto il mondo, ma è più comune nelle donne asiatiche.

Complicazioni

La gravità di arterite di Takayasu può variare. In alcune persone, la condizione rimane lieve e non produce complicazioni. Ma in altri, estese o cicli ricorrenti di infiammazione e la guarigione nelle arterie può portare a uno o più dei seguenti:

  • Indurimento e restringimento dei vasi sanguigni,  che può causare riduzione del flusso sanguigno agli organi e tessuti
  • La pressione alta,  di solito come conseguenza della diminuzione del flusso di sangue ai reni
  • Infiammazione del cuore,  che possono influenzare il muscolo cardiaco (miocardite), le valvole cardiache (valvulitis) o il sacco intorno al cuore (pericardite)
  • L’insufficienza cardiaca  dovuta alla pressione alta, miocardite o rigurgito aortico – una condizione in cui la valvola aortica difettosa consente al sangue di refluire cuore – o una combinazione di questi
  • Ictus ischemico,  un tipo di ictus che si verifica come risultato della ridotta o bloccata flusso sanguigno nelle arterie che porta al cervello
  • Attacco ischemico transitorio,  un ictus temporaneo che ha tutti i sintomi di un ictus ischemico senza causare danni permanenti
  • Aneurisma  nell’aorta, che si verifica quando le pareti del vaso sanguigno indeboliscono e si estendono formando un rigonfiamento che ha il potenziale di rottura
  • Attacco cardiaco,  un evento non comune che può verificarsi come risultato di una riduzione del flusso di sangue al cuore
  • Coinvolgimento polmonare  quando le arterie ai polmoni (arterie polmonari) si ammalano

Gravidanza

Una gravidanza sana è possibile per le donne con arterite di Takayasu. Tuttavia, la malattia può influenzare la fertilità e la gravidanza. Se si dispone di arterite di Takayasu e sta pianificando una gravidanza, è importante lavorare con il vostro medico per sviluppare un piano globale per limitare le complicanze della gravidanza prima di concepire. Inoltre, ti verrà attentamente monitorato per tutta la gravidanza.

Prepararsi per un appuntamento

Se il medico di famiglia o medico di medicina generale sospetta arterite di Takayasu, è probabile che venga sottoposta a uno o più specialisti per la diagnosi e il trattamento. Arterite di Takayasu è una malattia rara che può essere difficile da diagnosticare e trattare. Se il tuo caso è molto grave, si consiglia di parlare con il medico di un rinvio ad un centro medico specializzato nel trattamento della vasculite.

Le visite possono essere brevi e c’è spesso un sacco di strada da fare, può aiutare ad essere ben preparati. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronti e sapere cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Al momento di effettuare la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta o l’uso di determinate vitamine o farmaci.
  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  anche se sembrano estranei a arterite. I sintomi di arterite di Takayasu, soprattutto nelle fasi iniziali, sono simili a quelli di un certo numero di altre malattie, quindi è importante che il medico sappia quello che stai vivendo.
  • Scrivere tutte le informazioni personali,  comprese le eventuali sollecitazioni importanti o recenti cambiamenti di vita.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine o integratori che stai prendendo. Ancora meglio, prendere le bottiglie originali o un elenco scritto dei dosaggi e le direzioni.
  • Prendete un familiare o un amico lungo.  volte può essere difficile ricordare tutte le informazioni fornite durante un appuntamento. Qualcuno che ti accompagna può ricordare qualcosa che hai perso o dimenticato.
  • Scrivete le domande  per chiedere  il vostro medico.

Il vostro tempo con il medico è limitato, quindi preparare una lista di domande può aiutarvi a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Per arterite di Takayasu, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Che probabilmente è la causa miei sintomi?
  • Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi?
  • Che tipo di test ho bisogno?
  • È la mia condizione probabile temporanea o di lunga durata?
  • Quali trattamenti sono disponibili? Quale mi consigliate per me?
  • Ho queste altre condizioni di salute. Come posso gestire al meglio queste condizioni insieme?
  • Ci sono delle restrizioni alimentari o di attività che devo seguire?
  • C’è un’alternativa generica al farmaco che mi ha prescritto?
  • Cosa succede se non possono o non vogliono prendere gli steroidi?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia?

Oltre alle domande che hai preparato di chiedere al vostro medico, non esitate a chiedere ulteriori domande.

Cosa aspettarsi dal proprio medico

Il medico è in grado di chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservarsi il tempo di andare oltre i punti in cui vuoi dedicare più tempo. Il medico può chiedere:

  • Quando hai iniziato ad avere sintomi?
  • Avete i sintomi per tutto il tempo, o non vanno e vengono?
  • Quanto gravi sono i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra migliorare i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare i sintomi?

Test e diagnosi

Arterite di Takayasu può essere difficile da rilevare, e alcune persone vanno anni senza una diagnosi accurata. Il medico può utilizzare alcuni dei seguenti passi e test per aiutare a escludere altre condizioni che assomigliano arterite di Takayasu e per confermare la diagnosi:

  • Anamnesi ed esame fisico.  Il medico esaminerà e vi porre domande circa la vostra salute generale, tra cui le domande relative a malattie cardiache e vascolari.
  • Gli esami del sangue.  Il medico può ordinare esami del sangue per verificare la presenza di segni di infiammazione nel vostro corpo, come ad esempio un bianco alto numero di globuli bianchi o alti livelli di proteina C-reattiva, una sostanza infiammatoria prodotta dal fegato. Un altro test del sangue comunemente usato per aiutare a identificare i disturbi infiammatori è chiamato il tasso di sedimentazione eritrocitaria (ESR). Il medico può anche verificare la presenza di anemia.
  • Angiografia.  Tradizionalmente, i medici hanno utilizzato un test a raggi X chiamato un angiogramma come uno dei test più definitivo per la diagnosi di arterite di Takayasu.Durante un angiogramma, un tubo sottile e flessibile chiamato catetere viene inserito in un grande vaso sanguigno. Un colorante speciale (mezzo di contrasto) viene quindi iniettato nel catetere e raggi X sono presi come colorante riempie le arterie o vene. Le immagini risultanti consentono al medico di vedere se il sangue scorre normalmente o se si tratta di essere rallentato o interrotto a causa di restringimento (stenosi) o il blocco di un vaso sanguigno. Una persona con arterite di Takayasu ha generalmente diverse aree di stenosi.
  • Angiografia a risonanza magnetica (MRA).  Sempre più spesso, i medici stanno usando questa forma meno invasiva di angiografia al posto di angiografia tradizionale come un test per l’arterite di Takayasu. MRA produce immagini dettagliate dei vostri vasi sanguigni senza l’uso di cateteri o raggi X, anche se un mezzo di contrasto per via endovenosa in genere viene utilizzato. MRA funziona utilizzando onde radio in un forte campo magnetico per produrre i dati che un computer si trasforma in immagini dettagliate delle fette di tessuto.
  • La risonanza magnetica (MRI).  Una risonanza magnetica è simile a un MRA nel senso che utilizza le onde radio e un campo magnetico per creare immagini dettagliate di organi nel corpo e consente al medico di verificare la presenza di eventuali danni. RM non utilizza un mezzo di contrasto, però.
  • La tomografia computerizzata (CT) angiografia.  Questa è un’altra forma non invasiva di angiografia combinando l’analisi computerizzata delle immagini radiografiche con l’uso di mezzo di contrasto per via endovenosa per consentire al medico di verificare la struttura del tuo dell’aorta e dei suoi rami vicini e per monitorare il flusso di sangue.
  • Ecografia.  ultrasuoni Doppler, una versione più sofisticata del ultrasuoni comune, ha la capacità di produrre immagini ad altissima risoluzione delle mura di alcune arterie, come quelli nel collo (carotidi) e quelli nella spalla (arterie succlavia) . Si può essere in grado di rilevare i cambiamenti sottili in queste arterie prima di altre tecniche di imaging possono.Doppler può anche aiutare a distinguere tra arterite di Takayasu e l’aterosclerosi, una condizione molto più comune causata dall’accumulo di particelle di colesterolo e altri detriti cellulari nelle arterie.

A differenza di altri tipi di vasculite, la rimozione e l’analisi del tessuto (biopsia) non è di solito utilizzato per diagnosticare arterite di Takayasu.

Perché arterite di Takayasu ha la tendenza a recidivare o divampare dopo essere stato in remissione per un po ‘, queste prove possono essere utilizzati non solo per la diagnosi ma anche per monitorare la progressione della malattia e follow-up sull’efficacia del trattamento.Alcuni dei farmaci utilizzati per l’arterite di Takayasu può avere effetti potenzialmente dannosi nel lungo periodo, quindi è importante per voi e il vostro medico per sapere quando il farmaco è utile e quando i suoi rischi superano i benefici.

Trattamenti e farmaci

L’obiettivo del trattamento è quello di controllare l’infiammazione e prevenire ulteriori danni ai vasi sanguigni con il minor numero di effetti collaterali a lungo termine. Arterite di Takayasu a volte può essere difficile da trattare perché anche se sembrano essere in remissione la malattia può essere ancora attivo. Inoltre, per il momento alcune persone sono diagnosticate, è possibile che un danno irreversibile potrebbe già essersi verificato.

D’altra parte, se non avete un sacco di segni e sintomi o complicanze gravi, potrebbe non essere necessario trattamento a tutti.

Il trattamento consiste solitamente di farmaci e, in alcuni casi, la chirurgia.

Farmaci

Molti di questi farmaci hanno gravi effetti collaterali a lungo termine, per cui il medico cercherà di equilibrare i loro benefici contro i loro potenziali rischi, controllando il dosaggio dei farmaci e la durata del tempo di prendere.

  • Corticosteroidi.  La prima linea di trattamento è di solito con un corticosteroide, come il prednisone o metilprednisolone (Medrol). Spesso si inizia a sentirsi meglio in pochi giorni, ma di solito è necessario continuare a prendere il farmaco per un periodo di tempo prolungato. Dopo il primo mese, il medico può iniziare gradualmente a diminuire la dose fino a raggiungere la dose minima è necessario controllare l’infiammazione. Alcuni dei vostri sintomi possono tornare in questo periodo si assottiglia. Effetti collaterali a lungo termine di corticosteroidi comprendono aumento di peso, glicemia alta, aumento del rischio di infezioni, osteoporosi, irregolarità mestruali e lenta guarigione delle ferite.
  • Immune-soppressione farmaci.  Se la tua condizione non rispondono bene ai corticosteroidi o avete problemi assottiglia il farmaco, potrebbe essere necessario il trattamento con farmaci che sopprimono la funzione del sistema immunitario, quali il metotressato (Trexall, Rheumatrex) o azatioprina (Imuran, Azasan ). Alcune persone rispondono bene ai farmaci che sono stati sviluppati per le persone che ricevono trapianti di organi. Questi farmaci, tra cui micofenolato (CellCept), opera di soppressione del sistema immunitario, e hanno effettivamente ridotto infiammazione dei vasi sanguigni nelle persone con arterite di Takayasu. L’effetto collaterale più comune è un aumentato rischio di infezione.
  • I farmaci che regolano il sistema immunitario.  Nelle persone che non rispondono ai trattamenti standard, farmaci che correggono le anomalie del sistema immunitario (biologici) possono essere utilizzati. Esempi di questi farmaci includono adalimumab (Humira), Etanercept (Enbrel), Infliximab (Remicade) e tocilizumab (Actemra). Piccoli studi hanno trovato questi farmaci efficaci nel controllo segni e sintomi, nonché a ridurre la necessità di trattamenti con corticosteroidi. Tuttavia, gli studi sono stati piccoli, e sono necessarie ulteriori ricerche. L’effetto collaterale più comune è un aumentato rischio di infezione.

Chirurgia

Se le vostre arterie diventano gravemente ridotto o bloccato, la chirurgia può essere necessaria per aprire o bypassare queste arterie per consentire un flusso ininterrotto di sangue. Spesso questo aiuta a migliorare alcuni sintomi, come l’elevata pressione sanguigna e mal di petto. In alcuni casi, tuttavia, restringimento o il blocco possono ripresentarsi, richiedendo una seconda procedura. Inoltre, se si sviluppano aneurismi di grandi dimensioni, la chirurgia può essere necessaria per impedire loro di rottura. Queste procedure, che sono meglio eseguite quando l’infiammazione delle arterie è stata ridotta, comprendono:

  • Chirurgia di bypass.  In questa procedura, un’arteria o una vena viene rimosso da una parte diversa del corpo e collegata all’arteria bloccata, fornendo un bypass per il sangue di fluire attraverso.
  • Vaso sanguigno allargamento (angioplastica percutanea). Durante questa procedura, un piccolo palloncino viene infilato attraverso un vaso sanguigno e nell’arteria interessata. Una volta in posizione, il palloncino viene espanso per ampliare l’area bloccata, allora è sgonfiato e rimosso.
  • Stenting.  piccolo filo bobine maglie cosiddetti stent possono essere inseriti nell’area ampliato di angioplastica. Gli stent aiutano a prop aperta l’arteria per impedire il restringimento dei vasi sanguigni da nuovo.

Coping e supporto

Quando arterite di Takayasu è identificata e trattata precocemente, la prognosi è generalmente buona. Uno dei vostri più grandi sfide possono essere affrontare con gli effetti collaterali del suo farmaco. I seguenti suggerimenti possono aiutare:

  • Capire la vostra condizione.  Imparare tutto il possibile su arterite di Takayasu e il suo trattamento. Conoscere i possibili effetti collaterali di tutti i farmaci che si prendono e segnalare eventuali cambiamenti dello stato di salute con il medico.
  • Mangiare una dieta sana.  Mangiare bene può aiutare a prevenire potenziali problemi che potrebbero derivare dalla sua condizione e farmaci, come la pressione alta, assottigliamento delle ossa e diabete. Sottolineare frutta e verdura, cereali integrali, carni magre e pesce fresco, limitando sale, zucchero e alcool.Essere sicuri di ottenere adeguate quantità di calcio e vitamina D per aiutare a prevenire l’osteoporosi, un effetto collaterale primario del trattamento con corticosteroidi.Chiedete al vostro medico che cosa la giusta quantità di questi nutrienti è per voi. Se trovate difficoltà a ottenere il calcio dalla vostra dieta, perché non si mangia latticini, per esempio, parlare con il medico di provare integratori di calcio, che sono spesso combinati con vitamina D e può aiutare a combattere il diradamento ossa.
  • Esercizio regolarmente.  regolare esercizio aerobico, come camminare, può aiutare a prevenire la perdita ossea, pressione alta e diabete. Gode ​​anche il vostro cuore e polmoni. Inoltre, molte persone trovano che l’esercizio fisico migliora il loro stato d’animo e il senso generale di benessere.
  • Evitare tutti i prodotti del tabacco.  ‘importante smettere di usare tutte le forme di tabacco per ridurre il rischio di ferire i vasi sanguigni e tessuti anche di più.
Powered by: Wordpress