Malattia

Bronchiolite

BronchiolitisBronchiolite è un’infezione polmonare comune nei bambini piccoli e neonati. Essa provoca congestione nelle piccole vie aeree (bronchioli) del polmone. Bronchiolite è quasi sempre causata da un virus. In genere, il momento di picco per bronchiolite è durante i mesi invernali.

Bronchiolite inizia con sintomi simili a quelli di un comune raffreddore, ma poi progredisce a tosse, respiro sibilante e, talvolta, difficoltà respiratorie. I sintomi della bronchiolite possono durare per diversi giorni o settimane, anche un mese.

La maggior parte dei bambini migliorano con la terapia di supporto a casa. Una piccola percentuale di bambini richiedono ospedalizzazione.

Sintomi

Per i primi giorni, i segni ed i sintomi di bronchiolite sono simili a quelli di un raffreddore comune:

  • Naso che cola
  • Naso chiuso
  • Tosse
  • Febbre lieve (non sempre presente)

Dopo questo, ci può essere una settimana o più di difficoltà respiratorie o di un fischio quando l’espirazione (dispnea).

Molti bambini avranno anche un’infezione all’orecchio (otite media).

Quando per vedere un medico
se è difficile ottenere il vostro bambino a mangiare e il suo respiro diventa più rapido e affannoso, contattare il medico del bambino. Ciò è particolarmente vero se il bambino ha meno di 12 settimane di età o ha altri fattori di rischio per bronchiolite – tra cui la nascita prematura o un cuore o ai polmoni condizione.

I segni ed i sintomi seguenti sono motivi per consultare immediatamente il medico:

  • Vomito
  • Respirazione molto veloce – più di 60 respiri al minuto – e superficialmente
  • Pelle diventando blu, soprattutto le labbra e le unghie (cianosi)
  • Letargo
  • Rifiuto di bere liquidi a sufficienza, o respirare troppo veloce per mangiare o bere
  • Suoni wheezing acustici
  • Costole sembrano aspirare verso l’interno quando inala infantile

Cause

Bronchiolite si verifica quando un virus infetta i bronchioli, che sono la più piccola delle vie aeree si diramano le principali tubi di respirazione (bronchi) entro i polmoni. L’infezione virale rende i bronchioli si gonfiano e si infiammano. Muco raccoglie in queste vie aeree, che può rendere difficile per l’aria di fluire liberamente dentro e fuori dai polmoni.

La maggior parte dei casi di bronchiolite sono causati dal virus respiratorio sinciziale (RSV).RSV è un virus comune che infetta quasi tutti i bambini dall’età di 2. Epidemie stagionali di infezione da VRS si verificano ogni inverno. Bronchiolite può anche essere causato da una varietà di altri virus, compresi quelli che causano l’influenza o il raffreddore comune.

Bronchiolite è una malattia contagiosa. Si contraggono il virus proprio come si farebbe con un raffreddore o l’influenza – attraverso le goccioline in aria quando qualcuno che è malato tossisce, starnutisce o parla. È inoltre possibile contrarre la bronchiolite toccando oggetti condivisi – come utensili, asciugamani o giocattoli – e poi toccarsi gli occhi, il naso o la bocca.

Fattori di rischio

Uno dei maggiori fattori di rischio per ottenere bronchiolite è essere più giovane di 6 mesi di età, perché i polmoni e il sistema immunitario non sono ancora completamente sviluppati.

Altri fattori che sono stati associati ad un aumentato rischio di bronchiolite nei bambini, o più grave malattia a causa di bronchiolite, includono:

  • Non essendo mai stato allattato al seno – bambini allattati al seno ricevono benefici immuni dalla madre
  • La nascita prematura
  • Un cuore o malattia polmonare sottostante
  • Un sistema immunitario depresso
  • L’esposizione al fumo di tabacco
  • Contatto con più bambini, come ad esempio in un ambiente di cura dei figli
  • Vivere in un ambiente affollato
  • Avere fratelli che frequentano la scuola o cura bambini e portare a casa l’infezione

Complicazioni

Complicanze della grave bronchiolite possono includere:

  • Cianosi, una condizione in cui la pelle appare blu o color cenere, soprattutto le labbra, causata dalla mancanza di ossigeno.
  • Nei bambini più piccoli, bronchiolite acuta a volte può causare lunghe pause nella respirazione (apnea).
  • La disidratazione.
  • Rottura per fatica e respiratorio.

Se questi si verificano, il vostro bambino può avere bisogno di ospedalizzazione.Insufficienza respiratoria grave può richiedere che un tubo inserito nella trachea per la respirazione del bambino fino a quando l’infezione ha fatto il suo corso.

Se il vostro bambino è nato prematuro, ha un cuore o malattia polmonare, o ha un sistema immunitario compromesso, guardare da vicino per cominciare segni di bronchiolite.L’infezione può rapidamente diventare grave, e segni e sintomi della malattia di base potrebbe peggiorare. In tali casi, il bambino di solito bisogno di ricovero in ospedale.

RSV può anche causare la polmonite. Volte una seconda infezione, come la polmonite batterica, possono verificarsi contemporaneamente, ma questo non è comune. Reinfezione con RSV dopo l’episodio iniziale si possono verificare, ma di solito non sono così gravi.

Prepararsi per un appuntamento

È molto probabile che iniziare a vedere il vostro medico di famiglia o il pediatra. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento, e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Scrivete tutti i sintomi il bambino sta vivendo,  compresi quelli che possono sembrare estranei a una infezione delle vie respiratorie superiori, e quando hanno cominciato.
  • Annotare le informazioni personali chiave,  come ad esempio se il bambino è nato prematuro o se lui o lei ha un problema di cuore o ai polmoni.
  • Scrivete le domande da porre  al medico.

Domande da porre al medico
alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Che cosa è probabile che la causa dei sintomi di mio figlio? Ci sono altre possibili cause?
  • Il mio bambino ha bisogno di alcun test?
  • Per quanto tempo i sintomi di solito durano?
  • È l’infezione di mio figlio contagioso?
  • Qual è il miglior modo di agire?
  • Quali sono le alternative all’approccio primario che si sta suggerendo?
  • Il mio bambino ha bisogno di farmaci? Se è così, vi è un’alternativa generica al farmaco che mi ha prescritto?
  • Cosa posso fare per rendere il mio bambino a sentirsi meglio?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me sono?Quali siti web mi consiglia di visitare?

Non esitate a fare domande durante il vostro appuntamento in qualsiasi momento che non si capisce qualcosa.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Siate pronti a rispondere alle domande il medico può chiedere:

  • Quando è il vostro bambino prima comincia ad avvertire i sintomi?
  • Sono sintomi del vostro bambino sono continui, o intermittente?
  • Quanto gravi sono i sintomi del vostro bambino?
  • Che cosa, se non altro, sembra migliorare i sintomi del vostro bambino?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare i sintomi del vostro bambino?

Che cosa si può fare nel frattempo
Se il vostro bambino ha la febbre, lui o lei acetaminofene (Tylenol, altri) o ibuprofene (per bambini Advil, Motrin per bambini) (dopo i 3 mesi) si può dare. Avere il vostro bambino bere molti liquidi per prevenire la disidratazione. Mantenere il proprio bambino in posizione verticale e l’aria umida con un umidificatore può anche contribuire ad alleviare la congestione.

I test e diagnosi

Le prove e le radiografie non sono di solito necessari per diagnosticare bronchiolite. Il medico di solito può identificare il problema osservando il bambino e ascoltando i suoi polmoni con uno stetoscopio. Si può richiedere diverse visite a distinguere la condizione da un raffreddore o influenza.

Se il bambino è più a rischio di grave bronchiolite, se i sintomi peggiorano o se un altro problema si sospetta, il medico può prescriverle degli esami, tra cui:

  • La radiografia del torace.  Il medico può richiedere una radiografia del torace per cercare segni di polmonite.
  • Test di esempio muco.  Il medico può raccogliere un campione di muco dal vostro bambino per verificare il virus che causa la bronchiolite. Questo viene fatto con un tampone o un catetere di aspirazione che viene delicatamente inserito nel naso.
  • Gli esami del sangue.  Occasionalmente, le analisi del sangue potrebbero essere utilizzati per controllare numero di globuli bianchi del vostro bambino. Un aumento dei globuli bianchi di solito è un segno che il vostro corpo sta combattendo un’infezione. Un esame del sangue può anche determinare se il livello di ossigeno è diminuito nel sangue del bambino. Un test alternativo per i livelli di ossigeno è un ossimetro che si adatta sopra il dito. Ossigeno è necessario per il funzionamento degli organi del corpo, compreso il cervello.

Il medico può anche chiedere di segni di disidratazione, soprattutto se il bambino si rifiuta di bere o mangiare o è stato il vomito. Segni di disidratazione includono gli occhi infossati, la bocca secca e la pelle, la lentezza, e poca o nessuna uscita urinaria.

Trattamenti e farmaci

La stragrande maggioranza dei casi di bronchiolite può essere curato a casa con terapia di supporto. Assicuratevi che il vostro bambino è sempre liquidi adeguati. Considerare gocce nasali saline o aspiranti con una lampadina per alleviare la congestione nasale. Essere vigili per i cambiamenti nella difficoltà di respirazione. Aspettatevi la condizione per durare per una settimana per un mese.

I farmaci che aprono le vie aeree (broncodilatatori) non sono stati trovati per essere regolarmente disponibile. Ma il medico può decidere di provare un trattamento di salbutamolo nebulizzato per vedere se aiuta.

Poiché i virus causano bronchiolite, antibiotici – che sono usati per trattare le infezioni causate da batteri – non sono efficaci contro di essa. Se il vostro bambino ha una infezione batterica associata, come la polmonite, il medico può prescrivere un antibiotico per questo.

L’uso di farmaci corticosteroidi, il farmaco antivirale ribavirina e batteva sul petto per sciogliere il muco (fisioterapia) non hanno dimostrato di essere efficaci trattamenti per bronchiolite e viene  sconsigliato .

Assistenza ospedaliera
Una piccola percentuale di bambini che hanno bisogno di cure ospedaliere per gestire la loro condizione. In ospedale, il bambino sarà probabilmente riceverà ossigeno umidificato per mantenere sufficiente ossigeno nel sangue, e, forse, i liquidi attraverso una vena (per via endovenosa) per prevenire la disidratazione. In casi gravi, un tubo può essere inserito nella trachea (trachea) per aiutare la respirazione del bambino.

Stile di vita e rimedi

Anche se può non essere possibile abbreviare la durata della malattia del bambino, si può essere in grado di alleviare alcuni dei sintomi e rendere il vostro bambino più confortevole.Ecco alcuni suggerimenti da prendere in considerazione:

  • Umidificare l’aria.  Se l’aria nella camera del vostro bambino è asciutto, un umidificatore freddo-foschia o vaporizzatore può inumidire l’aria e aiutare la congestione facilità e la tosse. Essere sicuri di mantenere l’umidificatore pulito per evitare la crescita di batteri e muffe. Mantenere l’ambiente caldo ma non surriscaldato – troppo calore può rendere l’aria più secca. Un altro modo per umidificare l’aria è quello di eseguire una doccia calda o un bagno in bagno e lasciare a vapore la stanza.Seduto nella stanza tenendo il bambino per circa 15 minuti può contribuire a facilitare un accesso di tosse.
  • Tenere il bambino in posizione verticale.  Essendo in posizione verticale di solito rende più facile la respirazione. Posizionando il bambino in un seggiolino per auto può aiutare. Se avete intenzione di lasciare il vostro bambino in un seggiolino per auto per un lungo periodo di tempo, ad esempio per un pisolino, assicurarsi che la testa del vostro bambino non cadrà in avanti, che può impedire una corretta respirazione. Per fare questo, cunei di schiuma o una coperta arrotolata su ciascun lato della testa del vostro bambino per tenerlo saldamente in posizione. Controllare anche che la sede ha una pendenza adeguata. Questo varia con le dimensioni del bambino e l’età.
  • Avere il vostro bambino bere liquidi chiari.  Per evitare la disidratazione, dare al vostro bambino molti liquidi chiari per bere, come ad esempio l’acqua, succo di frutta o acqua gelatina. Il vostro bambino può bere più lentamente del solito, a causa della congestione.
  • Prova naso salina scende a ridurre la congestione.  È possibile acquistare queste gocce over-the-counter (OTC). Sono efficace, sicuro e non irritante, anche per i bambini.Per utilizzarli, instillare alcune gocce in una narice, poi subito a bulbo di aspirazione che narice (ma non spingere la lampadina troppo in). Ripetere il processo nell’altra narice. Se il vostro bambino è abbastanza grande, si potrebbe insegnare al vostro bambino come far saltare il suo naso.
  • Utilizzare antidolorifici OTC.  antidolorifici OTC come il paracetamolo (Tylenol, altri) possono contribuire ad alleviare il mal di gola e migliorare la capacità del bambino di bere liquidi. Non somministrare paracetamolo per bambini sotto i 3 mesi di età. E mai dare il vostro bambino l’aspirina. E ‘associato con una malattia rara ma grave chiamata sindrome di Reye. OTC preparazioni fredde non sono appropriati per bronchiolite, sia.
  • Mantenere un ambiente privo di fumo.  fumo può aggravare i sintomi di infezioni respiratorie. Se un membro della famiglia fuma, chiedere a lui o lei a fumare al di fuori della casa e al di fuori della vettura.

Prevenzione

Perché bronchiolite si diffonde da persona a persona, uno dei migliori modi per prevenirla è quello di lavarsi spesso le mani – soprattutto prima di toccare il bambino quando si ha un raffreddore. Indossando una maschera viso in questo momento è opportuno. Se il vostro bambino ha la bronchiolite, lui o lei tenere in casa fino a quando la malattia è passato per evitare la diffusione ad altri.

Altri modi efficaci che possono contribuire a contenere la diffusione dell’infezione sono:

  • Limitare il contatto del bambino con persone che hanno la febbre o raffreddore. Se il vostro bambino è un neonato, in particolare di un neonato prematuro, evitare l’esposizione a persone con raffreddore nei primi due mesi di vita.
  • Ottenere un vaccino antinfluenzale.  la vaccinazione antinfluenzale annuale è raccomandato per tutti di età superiore a 6 mesi. Anche se non impedirà la causa più comune di bronchiolite (virus respiratorio sinciziale), un vaccino antinfluenzale non risparmierà il vostro bambino da una grave infezione influenzale.
  • Tenere bagno e cucina controsoffitti in casa pulire.  Prestare particolare attenzione se un altro membro della famiglia ha il raffreddore. Per disinfettare la zona, è possibile utilizzare una soluzione di acqua e candeggina fatta con un cucchiaio di candeggina per litro d’acqua fredda (14,8 millilitri per 3,8 litri). Non mescolare in altri prodotti chimici, in quanto questo può creare una reazione chimica tossica. Conservare sempre le miscele fatte in casa in un contenitore etichettato fuori dalla portata dei bambini o, meglio, scartare miscele utilizzate.
  • Utilizzare un tessuto solo una volta.  Scartare i tessuti utilizzati tempestivamente, quindi lavare le mani o usare alcool disinfettante per le mani.
  • Utilizzare il proprio bicchiere.  Non collegare gli occhiali con gli altri.
  • Siate pronti lontano da casa.  Tenere un disinfettante per le mani senza acqua a portata di mano per te e per il tuo bambino quando sei lontano da casa.
  • Lavare le mani.  Lavare frequentemente le proprie mani e quelle del tuo bambino.
  • Allattare.  bambini allattati al seno ricevono immunità dalla loro madre.

Nessun vaccino disponibile
Non c’è vaccino per bronchiolite. Ma il farmaco palivizumab (Synagis) può contribuire a ridurre il rischio di infezioni da RSV nei neonati ad alto rischio di malattia grave, così come diminuire la necessità di ospedalizzazione e di limite di gravità della malattia. Palivizumab è tipicamente data per mezzo di una singola iniezione in un grande muscolo, come la coscia, una volta al mese durante la stagione RSV – da novembre a marzo.

Palivizumab non interferisce con i vaccini infantili. La sua spesa generale, limiti il ​​suo utilizzo per i neonati a rischio particolarmente elevato di infezione da VRS, come ad esempio quelli nati molto prematuramente o con una condizione del cuore-polmone o un sistema immunitario depresso.

Powered by: Wordpress