Malattia

Cheratocono

CheratoconoIl cheratocono si verifica quando la cornea – il chiaro, a forma di cupola superficie anteriore dell’occhio – si assottiglia gradualmente si gonfia verso l’esterno a forma di cono.

Una cornea a forma di cono provoca visione offuscata e può causare sensibilità alla luce e abbagliamento. Il cheratocono di solito colpisce entrambi gli occhi e generalmente si verifica in persone di età 10-25. La condizione può progredire lentamente per 10 anni o più.

Problemi di vista possono essere corretti con occhiali o lenti a contatto morbide presto nella condizione. Come cheratocono progredisce, potrebbe essere necessario essere dotati di lenti a contatto rigide gas permeabili o altri tipi di lenti a contatto. Cheratocono avanzate possono richiedere un trapianto di cornea.

Sintomi

Segni e sintomi di cheratocono possono cambiare come la malattia progredisce. Essi includono:

  • Visione offuscata o distorta
  • Aumento della sensibilità alla luce e abbagliamento
  • Problemi con la visione notturna
  • Molti cambiamenti in materia di prescrizioni occhiali
  • Improvviso peggioramento o annebbiamento della vista, causato da una condizione in cui la parte posteriore delle rotture cornea e si riempie di fluido (idrope)

Quando per vedere un medico
Consultare un oftalmologo (oculista o optometrista) se avete curvatura irregolare dell’occhio (astigmatismo) e la vista sta peggiorando rapidamente. Il vostro oculista può anche cercare segni di cheratocono durante esami oculistici di routine.

Se state pensando di laser-assistita cheratomileusi in situ (LASIK) chirurgia oculare, assicurarsi che controlla il vostro medico per segni di cheratocono prima di procedere.

Cause

La causa del cheratocono è sconosciuta.

Cheratocono può essere associato con:

  • Vigoroso sfregamento dei tuoi occhi
  • Altre condizioni oculari, tra cui la retinite pigmentosa, retinopatia della prematurità o cheratocongiuntivite primaverile
  • Una combinazione di vari disturbi, come alterazioni degli enzimi o fattori ereditari inclusa la sindrome di Down
  • Lenti a contatto per diversi anni

Fattori di rischio

Questi fattori possono aumentare le vostre probabilità di sviluppare cheratocono:

  • Alcune malattie.  Il rischio di sviluppare cheratocono possono essere più elevate se si dispone di alcune malattie ereditarie o condizioni genetiche, come la sindrome di Down, amaurosi congenita di Leber, sindrome di Ehlers-Danlos o osteogenesi imperfetta.
  • Storia familiare di cheratocono.  Se avete una storia familiare di cheratocono, si può avere una maggiore probabilità di sviluppare cheratocono.

Complicazioni

In alcune situazioni, la cornea può gonfiarsi rapidamente e causare improvvisa visione ridotta e cicatrici della cornea.

Nel cheratocono avanzato, la cornea può diventare sfregiato, in particolare quando le forme a cono. Una cornea sfregiato provoca un peggioramento problemi di visione e può richiedere un intervento chirurgico di trapianto di cornea.

L’effetto di visione dei problemi in corso sulla vostra vita quotidiana può anche portare ad ansia. Tuttavia, trovare il modo di adattarsi alla vostra condizione può diminuire l’ansia.

Prepararsi per un appuntamento

Se hai difficoltà con la vostra visione, è probabile che cominciate a vedere un oculista (oculista).Se il vostro oculista determina che potrebbe essere necessario un trapianto di cornea, si può fare riferimento ad un oculista che ha avuto una formazione specifica in chirurgia corneale.

Le visite possono essere brevi e c’è spesso un sacco di cui parlare, è una buona idea essere preparati. Ecco alcune informazioni utili per prepararsi e cosa aspettarsi dal vostro oculista.

Cosa si può fare

  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento. Inoltre, annotare le principali informazioni personali, comprese le eventuali sollecitazioni importanti o recenti cambiamenti di vita.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  compresi i colliri, vitamine e integratori che si sta utilizzando o che assumono.
  • Chiedi a un membro della famiglia o un amico di venire con voi.  Qualcuno che ti accompagna può ricordare qualcosa che hai perso o dimenticato.
  • Scrivete le domande per chiedere  il vostro medico.

Il vostro tempo con il medico è limitato, quindi preparando un elenco di domande vi aiuterà a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Elencate le vostre domande dal più importante al meno importante nel caso il tempo scada. Per cheratocono, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Cosa ne pensi sta causando i miei sintomi?
  • Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi?
  • Devo eventuali prove speciali?
  • Questa è la condizione temporanea?
  • Quali trattamenti sono disponibili? Quale mi consigliate?
  • Ci sono alternative all’approccio primario che stai suggerendo?
  • Ho un’altra condizione di salute. Come posso gestire al meglio queste condizioni insieme?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia?

Oltre alle domande che hai preparato di chiedere al vostro medico, non esitate a fare domande durante il vostro appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico è in grado di chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservarsi il tempo di andare oltre i punti in cui vuoi dedicare più tempo. Il medico può chiedere:

  • Quali tipi di segni e sintomi sei stato riscontrato?
  • Quando hai iniziato ad avvertire i sintomi?
  • I sintomi sono in continuo o occasionale?
  • Quanto gravi sono i sintomi?
  • C’è qualcosa sembra migliorare i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare i sintomi?
  • C’è qualcuno nella tua famiglia ha il cheratocono?

Test e diagnosi

Per diagnosticare il cheratocono, il vostro oculista (oculista) esaminerà i sintomi e la storia medica e ad un esame oculistico di routine. Il vostro oculista può effettuare altri test per determinare la forma esatta della cornea. I test per diagnosticare il cheratocono includono:

  • Rifrazione dell’occhio.  In questo test standard di visione, il vostro oculista utilizza attrezzature speciali che misura i vostri occhi per controllare l’astigmatismo e di altri problemi di visione.Il vostro oculista può chiedere di guardare attraverso un dispositivo che contiene ruote di lenti diverse, per aiutare a determinare quale combinazione di lenti vi darà la visione più nitida. I medici possono utilizzare uno strumento portatile (retinoscopio) per valutare la proiezione del vostro occhio e riflessione della luce.

    Questo test può includere una misura presa da uno speciale strumento (rifrattore automatico), che controlla automaticamente come viene proiettata la luce e riflessa dal tuo occhio.

  • Esame con lampada a fessura.  In questo test, il medico dirige un fascio di luce verticale sulla superficie del vostro occhio e utilizza un microscopio a bassa potenza per visualizzare il vostro occhio. Il medico valuterà la forma della cornea e cercare altri potenziali problemi nel vostro cornea o altre parti del vostro occhio.Il test può essere ripetuto dopo collirio vengono utilizzati per dilatare i vostri studenti in modo che il medico può vedere la parte posteriore della cornea.
  • Cheratometria.  In questo test, il medico occhio mette a fuoco un cerchio di luce sulla cornea. Il medico misura la riflessione per valutare la curva della cornea.
  • Mappatura corneale computerizzata.  tecniche di scansione ottici, come tomografia a coerenza ottica e la topografia corneale, prendere le immagini della vostra cornea. Le prove di creare una mappa topografica della superficie cornea e misurare lo spessore della cornea.

Trattamenti e farmaci

Il trattamento per cheratocono dipende dalla gravità della sua condizione e quanto velocemente la condizione sta progredendo.

Da lieve a moderato cheratocono possono essere trattati con occhiali o lenti a contatto. Per molte persone, la cornea diventa stabile dopo pochi anni. Spesso non si verifichino gravi problemi alla vista e richiedono un ulteriore trattamento.

In alcune persone con cheratocono, tuttavia, la cornea diventa sfregiato o lenti a contatto diventa difficile. In questi casi, la chirurgia può essere necessaria.

Lenti
Per la maggior parte le persone con cheratocono, lenti a contatto sono il trattamento più efficace.

  • Occhiali o lenti a contatto morbide.  Occhiali o lenti a contatto morbide possono correggere la visione sfocata o distorta nei primi mesi del cheratocono. Ma la gente spesso bisogno di cambiare la loro ricetta per occhiali o contatti come la forma del loro cambiamento cornee.
  • Le lenti a contatto rigide gas permeabili.  duri (rigide gas permeabili) le lenti a contatto sono spesso il passo successivo nel trattamento di progressione del cheratocono. Lenti rigide possono sentirsi a disagio in un primo momento, ma molte persone adattarsi a li indossa. Lenti rigide gas permeabili può essere fatta in base alle proprie cornee.
  • Lenti Piggyback.  Se le lenti rigide sono a disagio, il medico può raccomandare “bagarinaggio” una lente a contatto duro in cima ad uno morbido. Montaggio di una combinazione di lenti prende un sacco di precisione, in modo da essere sicuri di lavorare con un medico esperto con questa tecnica.
  • Lenti ibride.  Queste lenti a contatto hanno un centro rigido con un anello intorno alla parte esterna più morbida per un maggiore comfort. Le persone che non possono tollerare le lenti a contatto rigide possono preferire lenti ibride.
  • Lenti a contatto sclerale.  Queste lenti sono utili per modifiche irregolari nel tuo cornea e cheratocono avanzato. Invece di riposo sulla cornea come le lenti tradizionali turistiche, contatti sclerali sedersi sulla parte bianca dell’occhio (sclera) e andare oltre la cornea senza toccarlo.

Se stai usando lenti a contatto rigide o sclerali, assicurarsi di averli montati da un oculista con esperienza nel trattamento del cheratocono. Avrete anche bisogno di avere regolari controlli e refittings perché una lente a contatto duro povero-montaggio può danneggiare la cornea.

Chirurgia
Potrebbe essere necessario un intervento chirurgico se si dispone di cicatrici corneali, estremo assottigliamento della cornea, scarsa visione con le lenti più forti, o se non si può indossare qualsiasi tipo di lenti a contatto. Diversi interventi sono disponibili, a seconda della posizione del cono rigonfiamento e la gravità della sua condizione. Le opzioni chirurgiche comprendono:

  • Inserti corneali (segmenti anello intracorneale).  Durante questo intervento chirurgico, il medico inserisce due piccole, trasparenti, inserti in plastica a forma di mezzaluna nel tuo cornea per appiattire il cono, sostenere la forma della cornea e migliorare la visione.Inserti corneali possono ripristinare una forma della cornea più normale, lento progresso del cheratocono e ridurre la necessità di trapianto di cornea. L’intervento rende anche più facile da montare e tollerare le lenti a contatto. Gli inserti corneali possono essere rimossi, per cui la procedura può essere considerato una misura temporanea.

    Tuttavia, l’intervento chirurgico comporta dei rischi, come l’infezione e lesioni alle aree degli occhi durante l’intervento chirurgico.

  • Trapianto di cornea (cheratoplastica).  Se avete cicatrici corneali o estremo assottigliamento, avrete probabilmente bisogno di un trapianto di cornea (cheratoplastica).Cheratoplastica lamellare è un trapianto spessore parziale, in cui solo una parte della superficie della cornea viene sostituito.

    Cheratoplastica perforante, il trapianto di cornea più comune, è un trapianto full-cornea.In questa procedura, i medici rimuovono una intera porzione di cornea e sostituirlo con tessuto del donatore.

    Un cheratoplastica lamellare anteriore profonda (DALK) conserva lo strato interno della cornea (endotelio). Aiuta evitare il rigetto causato dalle cellule endoteliali in un trapianto a tutto spessore.

    Il recupero dopo cheratoplastica può richiedere fino a un anno, e potrebbe essere necessario continuare a indossare le lenti a contatto rigide per avere una visione chiara.Miglioramento Pieno di visione può verificarsi diversi anni dopo il trapianto.

    Trapianto di cornea è generalmente molto successo, ma le possibili complicazioni includono rigetto, scarsa visione, astigmatismo, l’incapacità di indossare le lenti a contatto e infezioni.

Trattamento emergenti
Un nuovo trattamento chiamato collagene spettacoli di cross-linking promessa per le persone con cheratocono.

Dopo aver gocce di riboflavina applicati sulla cornea, si è esposti ai raggi ultravioletti A (UVA) di luce. La procedura rafforza la cornea per evitare l’ulteriore assottigliamento o rigonfiamenti. Il trattamento è ancora in fase di test negli Stati Uniti, e ulteriore studio è necessaria prima che diventi ampiamente disponibile.

Powered by: Wordpress