Malattia

Epilessia

EpilessiaL’epilessia è un disturbo del sistema nervoso centrale (malattia neurologica), in cui l’attività delle cellule nervose nel cervello è disturbato, causando una crisi durante la quale si verifica un comportamento anormale, sintomi e sensazioni, tra cui la perdita di coscienza.

I sintomi variano sequestro. Alcune persone con epilessia semplicemente guardano con aria assente per alcuni secondi, durante una crisi, mentre altre volte si contraggono le braccia o le gambe.

Circa 1 su 100 persone negli Stati membri possono avere un attacco non provocato, una volta nella vita. Tuttavia, un attacco solitario non significa che si soffre di epilessia. Almeno due attacchi non provocati sono generalmente richiesti per una diagnosi di epilessia.

Sequestri anche lievi possono richiedere un trattamento, perché possono essere pericolosi durante le attività come la guida o il nuoto. Il trattamento, che comprende generalmente farmaci o interventi chirurgici a volte, può eliminare o ridurre la frequenza e l’intensità delle crisi epilettiche. Alcuni bambini con epilessia, anche troppo grande per la condizione con l’età.

Sintomi

Perché l’epilessia è causata da attività anormale nelle cellule cerebrali, convulsioni possono influenzare qualsiasi processo coordina il vostro cervello. Un sequestro può produrre sintomi quali:

  • Confusione temporanea
  • Un incantesimo fissando
  • Movimenti incontrollabili spasmi delle braccia e delle gambe
  • Perdita di coscienza o consapevolezza
  • Sintomi psichici

I sintomi variano a seconda del tipo di crisi. Nella maggior parte dei casi, una persona con epilessia tenderà ad avere lo stesso tipo di crisi ogni volta, così i sintomi saranno simili fra i vari episodi.

I medici generalmente classificano sequestri sia come focale o generalizzata, in base a come inizia l’attività cerebrale anormale.

Crisi epilettiche focali
Quando sequestri sembrano derivare da attività anormale in un’unica area del cervello, si chiamano focali (parziali) convulsioni. Queste crisi si dividono in due categorie.

  • Crisi focali semplici.  Queste crisi non comportano perdita di coscienza. Essi possono alterare le emozioni o cambiare il modo di guardare le cose, l’olfatto, il tatto, il gusto o il suono. Essi possono anche provocare strappi involontaria di una parte del corpo, come un braccio o una gamba, e sintomi sensoriali spontanee quali formicolio, vertigini e luci lampeggianti.
  • Crisi focali Dyscognitive.  Queste crisi alterano la coscienza o consapevolezza e possono causare la perdita di coscienza per un periodo di tempo. Crisi focali Dyscognitive provocano spesso fissando e movimenti senza uno scopo – come sfregamento mano, masticare, deglutire o camminare in cerchio.

Crisi generalizzate
Sequestri che sembrano coinvolgere tutte le aree del cervello sono chiamati crisi generalizzate.Esistono sei tipi di crisi generalizzate.

  • Crisi di assenza.  crisi di assenza, chiamato anche piccolo male crisi convulsive, sono caratterizzate da fissare e movimento del corpo sottile. Tali disturbi possono causare una breve perdita di coscienza.
  • Crisi tonico.  crisi tonico causano irrigidimento dei muscoli. Queste crisi di solito colpiscono muscoli della schiena, braccia e gambe e possono provocare una caduta a terra.
  • Cloniche.  cloniche sono associati con movimenti ritmici spasmi muscolari. Queste crisi di solito colpiscono il collo, il viso e le braccia.
  • Crisi miocloniche.  crisi miocloniche solito appaiono come improvvisi brevi sussulti o movimenti delle braccia e delle gambe.
  • Convulsioni atoniche.  convulsioni atoniche, noto anche come caduta di convulsioni, causano una perdita di controllo muscolare, che può causare a cedere o ribaltarsi improvvisamente.
  • Crisi tonico-cloniche.  crisi tonico-cloniche, detti anche crisi di grande male, sono caratterizzati da una perdita di coscienza, irrigidimento del corpo e tremante, e, talvolta, la perdita di controllo della vescica o mordere la lingua.

Quando per vedere un medico
richiedere immediatamente assistenza medica se una delle seguenti situazioni:

  • La crisi dura più di cinque minuti.
  • Respirazione o coscienza non restituisce dopo le fermate sequestro.
  • Un secondo sequestro segue immediatamente.
  • Lei ha la febbre alta.
  • Stai vivendo esaurimento da calore.
  • Sei incinta.
  • Si ha il diabete.
  • Hai ferito te stesso durante il sequestro.

Se si verifica un sequestro per la prima volta, consultare un medico.

Cause

Epilessia non ha una causa identificabile in circa la metà di quelli con la condizione. In circa la metà delle persone con epilessia, la condizione può essere ricondotte a diversi fattori.

  • Influenza genetica.  Alcuni tipi di epilessia, che sono classificati in base al tipo di sequestro è esperienza, funzionare in famiglie. In questi casi, è probabile che ci sia una influenza genetica.I ricercatori hanno collegato alcuni tipi di epilessia di geni specifici, anche se si stima che fino a 500 geni potrebbero essere legati alla condizione. Per la maggior parte delle persone, i geni sono solo una parte della causa di epilessia. Alcuni geni possono rendere una persona più sensibile alle condizioni ambientali che attivano convulsioni.
  • Trauma cranico.  Trauma cranico che si verifica a causa di un incidente d’auto o altre lesioni traumatiche può causare l’epilessia.
  • Condizioni di cervello.  condizioni del cervello che provocano danni al cervello, come i tumori cerebrali o ictus, può anche causare l’epilessia. L’ictus è una delle principali cause di epilessia negli adulti di età superiore ai 35 anni.
  • Le malattie infettive.  malattie infettive, come la meningite, l’AIDS e l’encefalite virale, possono causare l’epilessia.
  • Lesione prenatale.  Prima della nascita, i bambini sono sensibili a danni cerebrali che potrebbe essere causato da diversi fattori, come ad esempio una infezione nella madre, cattiva alimentazione o carenza di ossigeno. Questo danno cerebrale può causare l’epilessia o la paralisi cerebrale.
  • Disturbi dello sviluppo.  L’epilessia possono talvolta essere associati a disturbi dello sviluppo, come l’autismo e la neurofibromatosi.

Fattori di rischio

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di epilessia.

  • Età.  L’insorgenza di epilessia è più comune durante la prima infanzia e dopo i 60 anni, ma la condizione può verificarsi a qualsiasi età.
  • La storia di famiglia.  Se avete una storia familiare di epilessia, si può essere ad aumentato rischio di sviluppare un disordine di grippaggio.
  • Lesioni alla testa.  lesioni alla testa sono responsabili di alcuni casi di epilessia. È possibile ridurre il rischio di indossare la cintura di sicurezza durante la guida in auto e con indosso un casco, mentre andare in bicicletta, sciare, andare in moto o impegnarsi in altre attività con un elevato rischio di lesioni alla testa.
  • Malattie vascolari ictus e altre.  dei vasi (vascolare), malattie del sangue ictus e altre possono portare a danni cerebrali che possono scatenare l’epilessia. Si può prendere una serie di misure per ridurre il rischio di queste malattie, tra cui limitare l’assunzione di alcol e di evitare le sigarette, mangiare una dieta sana ed esercizio fisico regolare.
  • La demenza.  demenza può aumentare il rischio di epilessia negli adulti più anziani.
  • Infezioni cerebrali.  infezioni come la meningite, che provoca l’infiammazione nel cervello o midollo spinale, possono aumentare il rischio.
  • Sequestri nell’infanzia.  febbre alta durante l’infanzia possono talvolta essere associati a crisi epilettiche. I bambini che hanno crisi epilettiche a causa di febbri alte in genere non sviluppano l’epilessia, anche se il rischio è più alto se hanno una lunga crisi, le altre condizioni del sistema nervoso o una storia familiare di epilessia.

Complicazioni

Avere un sequestro in certi periodi può portare a situazioni che sono pericolosi per se stessi o gli altri.

  • Caduta.  Se si cade durante una crisi, si può ferire la testa o rompere un osso.
  • Annegamento.  Se soffre di epilessia, sei da 15 a 19 volte più probabilità di annegare durante il nuoto o il bagno che è il resto della popolazione a causa della possibilità di avere un grippaggio mentre in acqua.
  • Incidenti stradali.  Un sequestro che causa o perdita di conoscenza o di controllo può essere pericoloso se si guida una macchina o di funzionamento di altre apparecchiature.Molti stati hanno restrizioni guidatore di licenza relativi alla vostra capacità di controllo delle crisi e di imporre un importo minimo di tempo che sei stato libero da crisi, che vanno da mesi o anni, prima si è permesso di guidare.
  • Complicazioni della gravidanza.  crisi durante la gravidanza presentano pericoli per la madre e il bambino, e alcuni farmaci antiepilettici aumentano il rischio di difetti alla nascita. Se soffre di epilessia e si sta valutando una gravidanza, si rivolga al medico come si pianifica la gravidanza.La maggior parte delle donne con epilessia possono diventare incinta e avere un bambino sano. Avrete bisogno di essere attentamente monitorati durante la gravidanza, e farmaci potrebbe essere necessario un aggiustamento. E ‘molto importante che si lavora con il medico per pianificare la gravidanza.
  • Problemi di salute emotiva.  persone con epilessia hanno maggiori probabilità di avere problemi psicologici, in particolare depressione, ansia e, in casi estremi, di suicidio. I problemi possono essere il risultato di difficoltà di trattare con la stessa condizione, così come gli effetti collaterali dei farmaci.

Altre complicanze potenzialmente letali da epilessia sono rari, ma si verificano.

  • Stato di male epilettico.  Questa condizione si verifica se si è in uno stato di attività di sequestro continuo che dura più di cinque minuti, o se si dispone di frequenti crisi epilettiche ricorrenti senza riprendere piena coscienza tra di loro. Le persone con stato epilettico presentano un aumentato rischio di danni permanenti al cervello e la morte.
  • Inspiegabile morte improvvisa nell’epilessia (SUDEP).  persone con epilessia hanno anche un piccolo rischio di morte improvvisa inspiegabile. La causa è sconosciuta, ma alcune ricerche mostrano che può verificarsi a causa di cuore o respiratorie condizioni.Le persone con frequenti crisi generalizzate tonico-cloniche o persone i cui attacchi non sono controllati da farmaci possono essere a più alto rischio di SUDEP.Complessivamente, circa il 2-18 per cento delle persone con epilessia muoiono di SUDEP.

Prepararsi per un appuntamento

È molto probabile che iniziare a vedere il vostro medico di famiglia o medico di medicina generale. Tuttavia, in alcuni casi, quando si chiama per fissare un appuntamento, si può fare riferimento ad uno specialista immediatamente, come un medico addestrato in condizioni di sistema cerebrale e nervoso (neurologo) o da un neurologo addestrato in epilessia (epileptologist).

Le visite possono essere brevi, e perché c’è spesso un sacco di cui parlare, è una buona idea di essere ben preparati per il vostro appuntamento. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento, e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Tenere un calendario dettagliato sequestro.  Ogni volta che un sequestro avviene, annotare il tempo, il tipo di sequestro si è verificato e la sua durata. Inoltre, prendere nota di tutte le circostanze, quali mancati farmaci, privazione del sonno, aumento di stress, le mestruazioni o altri eventi che potrebbero innescare l’attività convulsiva.Richiede il contributo di persone che possono osservare i vostri attacchi, tra cui familiari, amici e colleghi di lavoro, in modo da poter registrare le informazioni non si può sapere.
  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Al momento di effettuare la nomina, chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta.
  • Annotare le informazioni personali chiave,  comprese le grosse sollecitazioni o recenti cambiamenti di vita.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine o integratori che si sta prendendo.
  • Prendete un familiare o un amico di famiglia insieme.  A volte può essere difficile ricordare tutte le informazioni fornite durante un appuntamento. Qualcuno che ti accompagna può ricordare qualcosa che hai perso o dimenticato.Inoltre, perché non si può essere a conoscenza di tutto ciò che accade quando si sta avendo un sequestro, il medico può decidere di porre domande di qualcuno che li ha assistito.
  • Scrivete le domande da porre  al medico.

Preparare un elenco di domande vi aiuterà a fare la maggior parte del vostro tempo con il vostro medico. Elencare le vostre domande dal più importante al meno importante nel caso il tempo si esaurisce. Per l’epilessia, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Che cosa sta causando probabilmente le mie crisi?
  • Quali tipi di test ho bisogno?
  • È la mia epilessia probabilmente temporanea o cronica?
  • Qual è il miglior modo di agire?
  • Quali sono le alternative all’approccio primario che si sta suggerendo?
  • Come posso assicurare che io non farmi male se ho un altro attacco?
  • Ho queste altre condizioni di salute. Come posso gestire meglio insieme?
  • Ci sono delle restrizioni che devo seguire?
  • Dovrei vedere uno specialista? Quale sarà quel costo, e la mia assicurazione coprirlo?
  • C’è un’alternativa generica al farmaco che stai prescrizione?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me sono? Quali siti web mi consiglia?

Oltre alle domande che vi siete preparati a chiedere al medico, non esitate a fare domande durante il vostro appuntamento in qualsiasi momento, che non si capisce qualcosa.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico rischia di farti una serie di domande:

  • Quando hai cominciate sperimentare convulsioni?
  • I vostri attacchi sembrano essere innescato da determinati eventi o condizioni?
  • Hai sensazioni simili poco prima dell’inizio di un sequestro?
  • Sono le convulsioni stati frequenti o occasionali?
  • Che sintomi si ha quando si verifica un sequestro?
  • Che cosa, se non altro, sembra migliorare le crisi?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare le crisi?

Che cosa si può fare nel frattempo
Alcune condizioni e attività possono provocare convulsioni, quindi potrebbe beneficiare di:

  • Evitare il consumo eccessivo di alcol
  • Evitare l’uso di nicotina
  • Ottenere abbastanza sonno
  • Ridurre lo stress

Inoltre, è importante iniziare a tenere un registro delle vostre convulsioni prima di visitare il vostro medico.

I test e diagnosi

Per diagnosticare la sua condizione, il medico valuterà i sintomi e la storia medica. Il medico può ordinare diversi test per la diagnosi di epilessia e di determinare la causa della crisi.

  • L’esame neurologico.  Il medico può testare il vostro comportamento, le capacità motorie, la funzione mentale e di altre aree per diagnosticare la sua condizione e determinare il tipo di epilessia si può avere.
  • Gli esami del sangue.  il medico può prendere un campione di sangue per verificare la presenza di segni di infezioni, condizioni genetiche o altre condizioni che possono essere associate a convulsioni.

Il medico può anche suggerire i test per rilevare anomalie del cervello, come ad esempio:

    • Elettroencefalogramma (EEG).  Questo è il test più comune utilizzato per diagnosticare l’epilessia. In questo test, i medici attribuiscono elettrodi per il cuoio capelluto con una sostanza pastosa. Gli elettrodi registrano l’attività elettrica del cervello.

Se soffre di epilessia, è comune avere cambiamenti nella vostra normale andamento delle onde cerebrali, anche quando non stai avendo una crisi epilettica. Il medico può controllare voi in video durante lo svolgimento di un EEG mentre sei sveglio o addormentato, per registrare eventuali crisi epilettiche possono verificarsi. Registrare le convulsioni può aiutare il medico a determinare che tipo di sequestri che stai avendo o escludere altre condizioni.

Il medico può fornire istruzioni per fare qualcosa che provoca crisi epilettiche, come ottenere poco sonno prima della prova.

    • Scansione di tomografia computerizzata (CT).  Una TAC utilizza i raggi X per ottenere immagini in sezione trasversale del cervello. TC può rivelare anomalie nel cervello che potrebbero causare le crisi, come i tumori, emorragie e cisti.
    • La risonanza magnetica (MRI).  Una risonanza magnetica utilizza potenti magneti e onde radio per creare una visione dettagliata del tuo cervello. Il medico può essere in grado di individuare le lesioni o anomalie nel cervello che potrebbero causare le crisi.
    • La risonanza magnetica funzionale (fMRI).  A misure di risonanza magnetica funzionale i cambiamenti nel flusso di sangue che si verificano quando parti specifiche del cervello stanno lavorando. I medici possono utilizzare una fMRI prima di un intervento chirurgico per individuare i luoghi esatti delle funzioni critiche, come la parola e di movimento, in modo che i chirurghi possono evitare di ferire quei luoghi durante il funzionamento.
    • La tomografia ad emissione di positroni (PET).  PET utilizza una piccola quantità di materiale radioattivo a basso dosaggio che viene iniettato in vena per aiutare a visualizzare le aree attive del cervello e di rilevare anomalie.
    • Emissione di singoli fotoni tomografia computerizzata (SPECT).  Questo tipo di test viene utilizzato principalmente se hai avuto una risonanza magnetica ed elettroencefalogramma che non individuare la posizione nel vostro cervello in cui le crisi siano originari.

Un test SPECT utilizza una piccola quantità di materiale radioattivo a basso dosaggio che viene iniettato in vena di creare una mappa dettagliata, 3-D delle attività di flusso di sangue nel cervello durante la crisi.

I medici possono anche condurre una forma di un test SPECT chiamato sottrazione SPECT coregistrate a risonanza magnetica (SISCOM), che può fornire risultati ancora più dettagliati.

  • Test neuropsicologici.  In questi test, i medici valutano il tuo pensiero, la memoria e le capacità vocali. I risultati del test aiutano i medici a determinare quali aree del cervello sono interessati.

Trattamenti e farmaci

Medici iniziano generalmente a trattare l’epilessia con il farmaco. Se i farmaci non curano la condizione, i medici possono proporre un intervento chirurgico o un altro tipo di trattamento.

Medication
maggior parte delle persone con epilessia possono diventare libero da crisi prendendo un farmaco anti-sequestro, chiamato farmaco anti-epilettico. Altri possono essere in grado di ridurre la frequenza e l’intensità dei loro attacchi da assunzione di farmaci. Il vostro medico vi consiglierà il momento opportuno per interrompere l’assunzione di farmaci.

Più della metà dei bambini con epilessia che non stanno avvertendo i sintomi di epilessia possono eventualmente interrompere i farmaci e vivere una vita libero da crisi. Molti adulti possono anche interrompere i farmaci dopo due o più anni senza crisi epilettiche.

Trovare il giusto farmaco e il dosaggio può essere complessa. Il medico valuterà la sua condizione, la frequenza delle crisi epilettiche, la tua età e altri fattori nella scelta di quale farmaco da prescrivere. Il medico esaminerà anche altri farmaci che lei assume, al fine di garantire i farmaci antiepilettici non potranno interagire con loro.

Il medico probabilmente vi prescriverà un primo singolo farmaco ad un dosaggio relativamente basso e può aumentare la dose gradualmente fino a quando le crisi sono ben controllati.

Farmaci anti-epilettici possono avere alcuni effetti collaterali. Lievi effetti collaterali includono:

  • Fatica
  • Vertigini
  • Aumento di peso
  • Perdita di densità ossea
  • Eruzioni cutanee
  • Perdita di coordinazione
  • Problemi di linguaggio
  • Memoria e il pensiero dei problemi

Effetti collaterali più gravi ma rare includono:

  • Depressione
  • Ideazione e comportamenti suicidari
  • Eruzione cutanea grave
  • Infiammazione di alcuni organi, come il fegato

Per ottenere il miglior controllo possibile con i farmaci sequestro:

  • Prendere i farmaci esattamente come prescritto.
  • Chiamare sempre il proprio medico prima di passare a una versione generica del farmaco o di prendere altri farmaci di prescrizione, i farmaci over-the-counter o rimedi a base di erbe.
  • Mai smettere di prendere il farmaco senza aver consultato il medico.
  • Informare il vostro medico immediatamente se si notano nuovi o maggiori sentimenti di depressione, pensieri suicidari, o cambiamenti insoliti di umore o comportamenti.
  • Informi il medico se si dispone di emicrania. I medici possono prescrivere uno dei farmaci antiepilettici in grado di prevenire le emicranie e trattamento di epilessia.

Almeno la metà di tutte le persone con nuova diagnosi di epilessia diventi libero da crisi con il loro primo farmaco. Se i farmaci antiepilettici non forniscono risultati soddisfacenti, il medico può suggerire la chirurgia o altre terapie. Avrete regolari appuntamenti di follow-up con il medico per valutare la sua condizione e farmaci.

Chirurgia
La chirurgia è più comunemente fatto quando le prove mostrano che le crisi sono originari di un piccolo, zona ben definita del cervello che non interferisce con le funzioni vitali come il linguaggio, la funzione motoria, della vista o dell’udito. In chirurgia, il medico rimuove l’area del cervello che sta causando le crisi epilettiche.

Se le crisi sono originari di una zona del cervello che controlla il movimento, di parola e di altre funzioni, potrebbe essere sveglio durante parte della chirurgia. I medici monitoreranno voi e vi chiedo di domande durante la procedura.

Se le crisi hanno origine in una parte del cervello che non può essere rimosso, il medico può raccomandare un diverso tipo di intervento chirurgico in cui i chirurghi fanno più tagli nel cervello (multipli transection subpiale). Questi tagli sono progettati per prevenire le convulsioni di diffondersi ad altre parti del cervello.

Anche se molte persone continuano ad avere bisogno di alcuni farmaci per aiutare a prevenire crisi epilettiche dopo l’intervento chirurgico di successo, si può essere in grado di prendere meno farmaci e ridurre i dosaggi.

In un piccolo numero di casi, la chirurgia per l’epilessia può causare complicazioni come alterare in modo permanente il vostro pensiero (cognitivi) abilità. Parlate con il vostro medico circa la sua esperienza, i tassi di successo e tassi di complicazione con la procedura che si sta valutando.

Terapie

    • Stimolazione del nervo vago.  Nel stimolazione del nervo vago, medici di impiantare un dispositivo chiamato stimolatore del nervo vago sotto la pelle del petto, simile ad un pacemaker cardiaco. Fili dal stimolatore sono collegati al nervo vago nel collo.

Il dispositivo alimentato a batteria manda esplosioni di energia elettrica attraverso il nervo vago e al cervello. Non è chiaro come questo inibisce la crisi, ma il dispositivo di solito può ridurre le crisi dal 20 al 40 per cento.

La maggior parte delle persone hanno ancora bisogno di assumere farmaci anti-epilettici, anche se alcune persone possono essere in grado di abbassare la dose di farmaco. È possibile che si verifichino effetti collaterali da stimolazione del nervo vago, come mal di gola, voce rauca, mancanza di respiro o tosse.

  • Dieta chetogenica.  Alcuni bambini con epilessia sono stati in grado di ridurre i loro attacchi seguendo una rigorosa dieta che è ad alto contenuto di grassi e povera di carboidrati.In questa dieta, chiamato una dieta chetogenica, il corpo si rompe grassi invece di carboidrati per l’energia. Dopo pochi anni, alcuni bambini possono essere in grado di fermare la dieta chetogenica e rimanere libero da crisi.

    Consultare un medico se lei o il bambino sta prendendo in considerazione una dieta chetogenica. E ‘importante assicurarsi che il bambino non diventa malnutriti quando prende la dieta.

    Gli effetti collaterali di una dieta chetogenica possono includere disidratazione, costipazione, la crescita ha rallentato a causa di carenze nutrizionali, e l’accumulo di acido urico nel sangue, che può causare calcoli renali. Questi effetti indesiderati sono non comuni se la dieta è correttamente e sotto controllo medico.

Potenziali futuri trattamenti
ricercatori stanno studiando la stimolazione cerebrale come un potenziale trattamento per l’epilessia. In stimolazione cerebrale, chirurghi implantari elettrodi in una parte specifica del cervello. Gli elettrodi sono collegati ad un generatore impiantato nel torace o il cranio, che invia impulsi elettrici al cervello e può ridurre le crisi.

Ricercatori studiano anche radiochirurgia stereotassica come potenziale trattamento per alcuni tipi di epilessia. In questa procedura, i medici radiazione diretta alla specifica area del cervello che sta causando il vostro attacco.

Stile di vita e rimedi

Capire la vostra condizione può aiutare a controllare.

  • Prendete il farmaco correttamente.  Non regolare i livelli di dosaggio prima di parlare con il medico. Se ritieni che il tuo farmaco deve essere cambiato, discuterne con il medico.
  • Ottenere abbastanza sonno.  mancanza di sonno può provocare convulsioni. Essere sicuri di ottenere un adeguato riposo ogni notte.
  • Indossare un braccialetto medico di allarme.  Ciò contribuirà a personale di emergenza sanno come trattare voi correttamente.
  • Esercizio.  L’esercizio può aiutare a mantenere sano fisicamente e ridurre la depressione.Assicuratevi di bere acqua a sufficienza e di riposo, se siete stanchi durante l’esercizio fisico.

Inoltre, fare scelte di vita sane, come la gestione dello stress, limitando le bevande alcoliche e di evitare le sigarette.

Coping e supporto

Convulsioni non controllate e il loro effetto sulla vostra vita può a volte creare confusione o portare alla depressione. E ‘importante non lasciare che l’epilessia si tiene indietro. È ancora possibile vivere una vita piena attiva. Per contribuire a far fronte:

  • Educare se stessi ed i vostri amici e familiari  circa l’epilessia in modo che capiscano la condizione.
  • Prova a ignorare le reazioni negative da parte di persone.  Essa aiuta a conoscere l’epilessia in modo da sapere i fatti al contrario di idee sbagliate circa la malattia. E cercare di mantenere il senso dell’umorismo.
  • Vivere nel modo più indipendente possibile.  Continuare a lavorare, se possibile. Se non si può guidare a causa delle crisi epilettiche, studiare le opzioni di trasporto pubblico vicino a te. Se non ti è permesso di guidare, si può prendere in considerazione di passare a una città con buone opzioni di trasporto pubblico.
  • Trovare un medico che ti piace  e con cui ti trovi bene.
  • Cercate di non preoccuparsi costantemente  di avere una crisi epilettica.
  • Trova un gruppo di sostegno epilessia  di incontrare persone che capiscono quello che stai passando.

Se le crisi sono così gravi che non si può lavorare fuori casa, ci sono ancora modi per sentirsi produttivi e connessi alle persone. Si può prendere in considerazione di lavoro da casa, lavorando su un computer.

Lasciate che le persone con cui lavori e vivi con conoscere il modo corretto di gestire un sequestro nel caso in cui sono con te quando ne hai uno. Si può offrire loro suggerimenti, come ad esempio:

  • Arrotolare attentamente la persona su un lato.
  • Mettere qualcosa di morbido sotto la sua testa.
  • Allentare cravatte strette.
  • Non cercare di mettere le dita o qualsiasi altra cosa nella bocca della persona. Nessuno ha mai “inghiottito” la propria lingua durante una crisi – è fisicamente impossibile.
  • Non cercare di trattenere qualcuno che ha una crisi epilettica.
  • Se la persona è in movimento, sgombrare il campo da oggetti pericolosi.
  • Resta con la persona fino a quando il personale medico arrivano.
  • Osservare la persona attentamente in modo da poter fornire dettagli su quanto accaduto.
  • Ora le convulsioni.
  • Siate calmi durante le crisi epilettiche.
Powered by: Wordpress