Malattia

Infezione da Norovirus

Infezione da NorovirusInfezione da norovirus può causare diarrea grave e vomito. I Norovirus sono una delle principali cause di malattie gastrointestinali in ambienti chiusi e affollati, come ospedali, case di cura e navi da crociera.

In genere, le persone con infezione da norovirus sviluppano diarrea e dolore addominale e cominciano a vomitare da 24 a 48 ore di esposizione. I sintomi di Norovirus possono durare un paio di giorni, ma la maggior parte delle persone recuperare completamente senza trattamento. Tuttavia, in alcune persone – soprattutto i bambini, gli anziani e le persone con malattia di base – vomito e diarrea possono essere gravemente disidratazione e richiedono attenzione medica.

Infezione da norovirus è altamente contagiosa. Norovirus comunemente diffondono attraverso cibo o acqua contaminati da materiale fecale durante la preparazione. È anche possibile acquisire l’infezione da norovirus attraverso lo stretto contatto con una persona infetta – per esempio, se si vive in una casa di cura o di lavoro in un centro diurno.

Sintomi

Segni e sintomi di infezione da norovirus sono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Dolore addominale
  • Crampi addominali
  • Diarrea acquosa o allentato
  • Perdita di peso
  • Malessere
  • Febbricola

Il periodo di incubazione per l’infezione da norovirus è di solito 24 a 48 ore dopo la prima esposizione al virus, e segni e sintomi di solito durano 1-3 giorni. È possibile continuare a gettare virus nelle vostre feci per un massimo di tre giorni dopo il recupero. Alcune persone con infezione da norovirus possono mostrare segni o sintomi. Tuttavia, sono ancora contagiose e possono diffondersi involontariamente il virus ad altri.

Quando per vedere un medico
Consultare un medico se si sviluppano diarrea che non va via in pochi giorni. Inoltre chiamare il medico se si verificano vomito, feci sanguinolente, dolore addominale o disidratazione.

Cause

I Norovirus sono altamente contagiose e sono sparsi nelle feci degli esseri umani e animali infetti. Ostriche, insalate e lamponi sono tra gli alimenti che sono stati responsabili di epidemie.Manipolazione degli alimenti infetti possono trasferire il virus a qualsiasi prodotto alimentare poco prima di essere servito.

Metodi di trasmissione sono:

  • Mangiare cibo contaminato
  • Acqua potabile contaminata
  • Toccando la mano alla bocca dopo che la tua mano è stato in contatto con una superficie o un oggetto contaminato

I Norovirus sono difficili da sradicare, perché possono resistere a temperature calde e fredde, così come la maggior parte dei disinfettanti.

Fattori di rischio

Fattori di rischio per l’infezione da norovirus sono:

  • Avere un sistema immunitario compromesso, come le persone con AIDS e pazienti sottoposti a trapianto
  • Vivere in una famiglia con procedure di manipolazione degli alimenti impropri o insalubri
  • Vivere con un bambino che frequenta scuola materna o un centro di assistenza all’infanzia
  • In viaggio verso o soggiornano in alberghi, villaggi turistici, navi da crociera o altre destinazioni con molte persone nei quarti vicini
  • Vivere nei quarti vicini, come ad esempio in case di cura e centri di pensionamento

Complicazioni

Per molte persone, l’infezione da norovirus si risolve in pochi giorni e non è in pericolo di vita.In alcuni casi, tuttavia, grave disidratazione, malnutrizione e anche la morte può derivare da infezioni norovirus, soprattutto tra i bambini e tra gli adulti più anziani e immunocompromessi in ospedali o case di cura.

Prepararsi per un appuntamento

La maggior parte delle persone non hanno bisogno di rivolgersi al medico per una infezione norovirus, perché si cancella da solo in un giorno o due. Tuttavia, in casi di neonati, bambini e anziani o gli adulti immunocompromessi, si consiglia di chiamare il medico se la malattia dura più di un paio di giorni o se sembra essere la causa disidratazione.

I segnali di pericolo di disidratazione includono:

  • Gli occhi infossati
  • Secchezza della bocca e della lingua
  • Ridotta produzione di lacrime
  • Diminuzione della produzione di urina

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico avrà bisogno di sapere:

  • Quando la malattia cominciò
  • La frequenza del vomito o diarrea
  • Se il vomito o diarrea contiene bile, muco o di sangue
  • Se hai la febbre

Test e diagnosi

Norovirus può essere identificato esaminando un campione di feci, ma la diagnosi è di solito basato sui soli sintomi.

Trattamenti e farmaci

Non c’è nessun trattamento specifico per l’infezione da norovirus, e il recupero in genere dipende dalla salute del vostro sistema immunitario. Nella maggior parte delle persone altrimenti in buona salute, la malattia di solito si risolve nel giro di pochi giorni.

Il fattore chiave è quello di sostituire i liquidi persi. Se non sei in grado di bere liquidi a sufficienza per prevenire la disidratazione, potrebbe essere necessario ricevere fluidi per via endovenosa.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Se la vostra famiglia comprende bambini piccoli, è una buona idea avere soluzione preparati commercialmente orale idratazione, come Pedialyte, a portata di mano. Bere liquidi che contengono un sacco di zucchero, come le bibite e molte bevande sportive, può peggiorare la diarrea.

Prevenzione

Infezione da norovirus è altamente contagiosa. Seguire questi suggerimenti per aiutare a prevenire l’infezione da norovirus si diffonda:

  • Lavarsi le mani.  lavaggio accurato delle mani, soprattutto dopo aver usato il bagno o cambiare un pannolino, può ridurre il rischio di trasmissione.
  • Evitare di cibo e acqua contaminati.  Non mangiare frutti di mare che possano essere venuti da acque contaminate. Buttare via qualsiasi cibo che potrebbe essere stato preparato da qualcuno che era malato.
  • Disinfettare le aree di virus contaminati.  Utilizzare una soluzione di candeggina. Ove possibile, consentono di candeggina per rimanere su superfici superiori ai 10 minuti.
  • Stare a casa dal lavoro.  Ciò è particolarmente importante se si lavora in un lavoro il trattamento di alimenti. Si può essere contagioso fino a tre giorni dopo che i sintomi fine.
Powered by: Wordpress