Malattia

La sindrome di Dressler

La sindrome di DresslerSindrome di Dressler è un tipo di pericardite, infiammazione del sacco che circonda il cuore (pericardio). Infiammazione associata con la sindrome di Dressler è ritenuta essere una risposta del sistema immunitario in seguito danni al tessuto del cuore o pericardio, come un infarto, intervento chirurgico o lesioni traumatiche.

I sintomi della sindrome di Dressler includono dolore al petto, molto simile a quello sperimentato nel corso di un attacco di cuore, e febbre.

Con i recenti miglioramenti nel trattamento di infarto, sindrome di Dressler è meno comune di quanto non lo sia. Tuttavia, una volta che hai avuto questa condizione, può accadere di nuovo.

La sindrome di Dressler può anche essere chiamato postpericardiotomy, sindrome post-infarto e la sindrome di lesioni post-cardiaco.

Sintomi

I sintomi sono suscettibili di apparire settimane o mesi dopo un attacco di cuore, intervento chirurgico o altre lesioni cardiache. I sintomi della sindrome di Dressler possono includere:

  • Il dolore toracico
  • Febbre

Quando per vedere un medico
Consultare il medico se si verificano dolori al petto che dura più di pochi minuti. Altre complicazioni a seguito di un attacco di cuore, intervento chirurgico o altre lesioni del cuore può causare i sintomi della sindrome di Dressler. Ma il dolore toracico può indicare un attacco di cuore ricorrenti o altri disturbi non diagnosticata. Ecco perché è importante cercare cure d’emergenza per qualsiasi dolore toracico persistente.

Cause

Sindrome di Dressler è pensato per essere collegato ad una risposta del sistema immunitario a danno tissutale cardiaco, ad esempio da un infarto o chirurgia cardiaca. Il tuo corpo reagisce al tessuto danneggiato come farebbe per qualsiasi lesione, con l’invio di cellule immunitarie e proteine ​​chiamate anticorpi per ripulire e riparare la zona interessata.Ma a volte questa risposta provoca infiammazione eccessiva nel sacco che avvolge il cuore (pericardio).

Complicazioni

Due complicazioni rare ma gravi della sindrome di Dressler includono le seguenti condizioni:

  • Tamponamento cardiaco.  infiammazione associata con la sindrome di Dressler può provocare l’accumulo di fluidi all’interno del pericardio (versamento pericardico). Se troppo liquido si accumula, la pressione sul cuore costringe a lavorare di più e riduce la sua capacità di pompare sangue in modo efficiente. Questa condizione si chiama tamponamento cardiaco.
  • Pericardite costrittiva.  Questa condizione si sviluppa quando l’infiammazione ricorrente o cronica del pericardio provoca la sac a diventare spessa o sfregiato.Questa condizione rende il lavoro del cuore più duro.

Disturbi correlati
La risposta del sistema immunitario che porta alla sindrome di Dressler possono anche contribuire a condizioni di accompagnamento:

  • Pleurite,  infiammazione delle membrane (pleura) in giro i tuoi polmoni
  • Versamento pleurico,  un accumulo di liquido pleurico in giro i tuoi polmoni

Prepararsi per un appuntamento

Se stai vivendo dolore al petto che dura più di qualche minuto, ottenere cure d’emergenza.Quando si vede l’infermiera ammettendo e il medico del pronto soccorso, ti verrà chiesto una serie di domande, che possono comprendere i seguenti:

  • Quando si hanno i sintomi iniziano?
  • Può valutare la gravità del dolore al petto, come ad esempio su una scala da 1 a 10?
  • C’è qualcosa peggiorare i sintomi? Ad esempio, fa male di più quando si inala profondamente?
  • Dove si trova il dolore? Si estenda ovunque oltre il petto?
  • Avete avuto un recente evento che potrebbe causare danni ai tessuti del cuore, come ad esempio un attacco di cuore, cardiochirurgia o trauma contusivo al petto?
  • Avete una storia di malattia cardiaca?
  • Cosa prescrizione o farmaci over-the-counter stai prendendo?
  • Chi è la vostra cura medico, specialista cuore primaria (cardiologo) o chirurgo?

I test e diagnosi

Il medico fa una diagnosi di sindrome di Dressler sulla base di domande si risponde circa i sintomi ed i risultati di un esame e le prove. Le procedure diagnostiche che possono comprendere i seguenti:

  • Ascolto il tuo cuore.  Il medico ascolta il tuo cuore con uno stetoscopio. Se il pericardio è infiammato, il medico può sentire un acuto, suono graffiante chiamato sfregamento.Se c’è una grande quantità di liquido accumulato, il battito cardiaco può essere attutito o suono lontano.
  • Ecocardiogramma.  Un ecocardiogramma utilizza onde sonore per produrre un’immagine del tuo cuore. Questo test consente al medico di vedere se il liquido si raccoglie intorno al tuo cuore.
  • Elettrocardiogramma.  Un elettrocardiogramma registra gli impulsi elettrici nel tuo cuore attraverso i fili attaccati alla pelle sul petto e in altre località sul tuo corpo. Alcuni cambiamenti nelle impulsi elettrici possono significare c’è pressione sul cuore. Ma dopo la chirurgia cardiaca, elettrocardiogramma letture potrebbero essere già anormale, per cui il medico probabilmente non si baserà su questo test per la diagnosi di Dressler.
  • La radiografia del torace.  Una radiografia può aiutare a rilevare fluido costruire intorno al cuore o ai polmoni e può aiutare a escludere altre cause dei sintomi, come la polmonite.
  • Gli esami del sangue.  il medico può prelevare il sangue per i test di laboratorio. I risultati di alcuni esami possono indicare una significativa attività infiammatoria che è compatibile con una diagnosi di sindrome di Dressler.

Trattamenti e farmaci

Gli obiettivi di trattamento per la sindrome di Dressler sono per gestire il dolore e ridurre l’infiammazione. I farmaci comunemente usati sono i seguenti:

  • Aspirina
  • Ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri)
  • Naproxene (Aleve)

Se questi farmaci non aiutano, i seguenti farmaci possono essere prescritti:

  • La colchicina  è un farmaco anti-infiammatorio che può essere utilizzato per il trattamento di episodi persistenti o ricorrenti di sindrome di Dressler. A causa dei potenziali effetti indesiderati, come la diarrea e dolori addominali, questo trattamento non è un’opzione per alcune persone.
  • I corticosteroidi  possono sopprimere l’infiammazione relativi alla sindrome di Dressler. Sono utilizzati solo quando altri trattamenti non funzionano, a causa del rischio di gravi effetti collaterali e perché i corticosteroidi possono interferire con la guarigione dei tessuti cardiaci danneggiati dopo un attacco di cuore o un intervento chirurgico.

Trattare le complicanze
Le complicanze della sindrome di Dressler richiedono trattamenti più invasivi:

  • Drenaggio dei liquidi in eccesso.  Se l’accumulo di liquidi intorno al cuore interrompe la funzione del cuore (tamponamento cardiaco), allora è probabile che subiscono una procedura chiamata pericardiocentesi. Un medico usa un ago o piccolo tubo (catetere) per rimuovere e drenare il liquido in eccesso. Riceverai un anestetico locale prima della procedura.
  • Rimozione del pericardio.  Se ispessimento o cicatrici del pericardio riduce la funzione del cuore (pericardite costrittiva), potrebbe essere necessario avere l’intera pericardio rimosso, una procedura chirurgica chiamata pericardiectomia.

Prevenzione

Anche se il suo uso è ancora oggetto di dibattito tra gli esperti del cuore, alcuni medici possono prescrivere colchicina dopo l’intervento chirurgico al cuore per prevenire la sindrome di Dressler.

Powered by: Wordpress