Malattia

Le malattie infiammatorie intestinali (IBD)

Le malattie infiammatorie intestinali (IBD)Le malattie infiammatorie intestinali (IBD) comporta l’infiammazione cronica di tutto o parte del tratto digestivo. IBD comprende principalmente la colite ulcerosa e morbo di Crohn. IBD può essere doloroso e debilitante, e talvolta porta a complicazioni pericolose per la vita.

La colite ulcerosa è una malattia infiammatoria intestinale che provoca l’infiammazione di lunga durata in una parte del tratto digestivo. I sintomi di solito si sviluppano nel tempo, piuttosto che di colpo. La colite ulcerosa di solito colpisce solo il rivestimento interno del vostro intestino crasso (colon) e del retto. Si verifica solo attraverso continui tratti di colon.

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria intestinale che provoca l’infiammazione ovunque lungo il rivestimento del tratto digestivo, e spesso si diffonde in profondità nei tessuti colpiti. Questo può portare a dolore addominale, diarrea grave e perfino la malnutrizione.L’infiammazione causata dalla malattia di Crohn può coinvolgere diverse aree del tratto digestivo a persone diverse.

Collagenous colite e colite linfocitica sono considerati malattie infiammatorie croniche intestinali, ma di solito sono considerati separatamente da malattia infiammatoria intestinale classico.

Sintomi

Sintomi della malattia infiammatoria intestinale variano, a seconda della gravità dell’infiammazione e dove si verifica.

I sintomi di colite ulcerosa
La colite ulcerosa è classificato secondo i suoi segni e sintomi:

  • Proctite ulcerosa.  In questa forma di colite ulcerosa, l’infiammazione si limita alla zona più vicina al ano (retto), e per alcune persone, sanguinamento rettale può essere l’unico segno della malattia. Altri possono avere dolore rettale, un sentimento di urgenza o hanno frequenti, piccoli movimenti intestinali. Questa forma di colite ulcerosa tende ad essere il più mite.
  • Proctosigmoiditis.  Questa forma comporta il retto e l’estremità inferiore del colon, noto come il sigma. Diarrea sanguinolenta, crampi addominali e dolore, e l’incapacità di muovere le viscere, nonostante la voglia di farlo (tenesmo) sono problemi comuni associati a questa forma della malattia.
  • Colite del lato sinistro.  Come suggerisce il nome, l’infiammazione si estende dal retto attraverso il sigma e colon discendente, che si trova nella parte superiore sinistra dell’addome. Segni e sintomi includono diarrea sanguinolenta, crampi addominali e dolore sul lato sinistro, e perdita di peso non intenzionale.
  • Pancolitis.  che colpisce oltre il colon sinistro e spesso l’intero colon, pancolitis provoca attacchi di diarrea sanguinolenta che possono essere gravi, crampi addominali e dolori, affaticamento e perdita di peso significativa.
  • Colite fulminante.  Questa forma di pericolo di vita rara di colite colpisce tutto il colon e causa forti dolori, diarrea profusa e, a volte, disidratazione e shock. Le persone con colite fulminante sono a rischio di gravi complicanze, tra cui la rottura del colon e megacolon tossico, una condizione che causa il colon di espandersi rapidamente.

Il corso di colite ulcerosa varia, con periodi di malattia acuta, spesso alternati a periodi di remissione. La maggior parte delle persone con una condizione più mite, come proctite ulcerosa, non andrà a sviluppare sintomi più gravi, e sintomi.

Sintomi della malattia di Crohn
Infiammazione della malattia di Crohn possono coinvolgere diverse parti del tubo digerente in persone diverse. Le zone più comuni colpiti dalla malattia di Crohn sono l’ultima parte dell’intestino tenue chiamato ileo e colon. L’infiammazione può essere limitato alla parete intestinale, che può portare a cicatrici (stenosi), o infiammazione può diffondersi attraverso la parete intestinale (fistola).

Segni e sintomi della malattia di Crohn possono variare da lievi a gravi e possono sviluppare gradualmente o verificarsi improvvisamente, senza preavviso. Segni e sintomi possono includere:

  • Diarrea.  L’infiammazione che si verifica nella malattia di Crohn induce le cellule nelle zone colpite del vostro intestino a secernere grandi quantità di acqua e sale. Poiché il colon non è in grado di assorbire completamente il liquido in eccesso, si sviluppano diarrea. Crampi intestinali intensificato inoltre può contribuire alla perdita di feci. La diarrea è un problema comune per le persone con Crohn.
  • Dolori addominali e crampi.  infiammazione e ulcerazione possono causare le mura di porzioni di tuo intestino a gonfiarsi e, infine, addensare con tessuto cicatriziale. Questo influenza il normale andamento dei contenuti attraverso il tubo digerente e può portare a dolore e crampi. Lieve malattia di Crohn provoca di solito lieve a moderato disagio intestinale, ma nei casi più gravi, il dolore può essere grave e comprendono nausea e vomito.
  • Sangue nelle feci.  Cibo in movimento attraverso il tubo digerente può causare tessuto infiammato a sanguinare, o il vostro intestino può anche sanguinare da solo. Si potrebbe notare luminoso rosso sangue nel water o sangue scuro mescolato con le feci. Si può anche avere emorragia non si vede (sangue occulto).
  • Ulcere.  malattia di Crohn e la colite ulcerosa possono provocare piccole ferite sulla superficie dell’intestino che alla fine diventano grandi ulcere che penetrano in profondità nel – e talvolta attraverso – le pareti intestinali. Si può anche avere ulcere altrove, anche in bocca simile a afte.
  • Riduzione dell’appetito e perdita di peso.  Dolore addominale e crampi e infiammazione della parete intestinale possono riguardare sia il vostro appetito e la vostra capacità di digerire e assorbire il cibo.

Le persone con grave malattia di Crohn possono anche sperimentare:

  • Febbre
  • Stanchezza
  • Artrite
  • Infiammazione degli occhi
  • Disturbi della pelle
  • L’infiammazione dei dotti biliari epatici o
  • Ritardo della crescita o sviluppo sessuale nei bambini

Quando per vedere un medico
Consulta il medico se si verifica un cambiamento permanente nelle vostre abitudini intestinali o se avete dei segni e dei sintomi della malattia infiammatoria intestinale. Sebbene la malattia infiammatoria intestinale di solito non è fatale, è una malattia grave che, in alcuni casi, può causare complicazioni mortali.

Cause

Nessuno è abbastanza sicuro di quello che scatena la malattia infiammatoria intestinale, ma c’è un consenso su ciò che non lo fa. I ricercatori non credono più che la dieta e lo stress sono le cause principali, anche se lo stress può spesso aggravare i sintomi. Invece, il pensiero corrente si concentra sulla:

  • Sistema immunitario.  Alcuni scienziati pensano che un virus o un batterio possono scatenare IBD. L’apparato digerente si infiamma quando il sistema immunitario cerca di combattere il microrganismo invasore (agente patogeno). E ‘anche possibile che l’infiammazione può derivare da una reazione autoimmune in cui il corpo monta una risposta immunitaria anche se nessun agente patogeno è presente.
  • Eredità.  perché sei più probabilità di sviluppare IBD se avete un genitore o un fratello con la malattia, gli scienziati sospettano che il trucco genetico può giocare un ruolo.Tuttavia, la maggior parte delle persone che hanno IBD non hanno una storia familiare della malattia.

Fattori di rischio

La malattia infiammatoria intestinale colpisce circa lo stesso numero di donne e uomini. I fattori di rischio possono includere:

  • Age.  malattie infiammatorie intestinali di solito inizia prima dei 30 anni. Ma, può verificarsi a qualsiasi età, e alcune persone possono non sviluppare la malattia fino alla loro 50 o 60 anni.
  • Razza.  Anche se i bianchi hanno il più alto rischio di malattia, può verificarsi in qualsiasi gruppo etnico. Se siete di origine ebrea Ashkenazi, il rischio è ancora più elevato.
  • Storia di famiglia.  Sei a rischio più elevato se si ha un parente stretto, come un genitore, fratello o figlio, con la malattia.
  • Uso Isotretinoina.  Isotretinoina è un farmaco a volte usato per trattare cicatrici acne cistica o acne che non rispondono ad altri trattamenti. Ha usato per essere venduti con il marchio Accutane, ma che il marchio è stato interrotto, ed è ora venduto con i marchi Amnesteem, Claravis e Sotret.Ci sono informazioni contrastanti sul fatto che l’uso di isotretinoina può aumentare il rischio di malattia infiammatoria intestinale. Alcuni studi hanno suggerito un possibile collegamento, mentre altri studi non hanno trovato tale prova. La questione se esista o meno un collegamento è ulteriormente complicata dalla ricerca che suggerisce un possibile collegamento tra l’uso di antibiotici della classe delle tetracicline e lo sviluppo di IBD. Molte persone che sono stati trattati con isotretinoina per l’acne hanno anche ricevuto le tetracicline come parte della loro terapia dell’acne. Gli studi che hanno esaminato il possibile legame tra isotretinoina e IBD non hanno affrontato la questione se antibiotici usati per l’acne possono aver giocato un ruolo nel rischio crescente.
  • Il fumo di sigaretta.  fumo di sigaretta è il fattore di rischio controllabili più importante per sviluppare la malattia di Crohn. Si porta a più gravi sintomi, e più alto rischio di complicanze. Se si fuma, smettere. Discutere con il medico e chiedere aiuto. Ci sono molti programmi per smettere di fumare disponibili se non si riesce a smettere da soli.
  • Alcuni antidolorifici.  Questi farmaci comprendono ibuprofene (Advil, Motrin, altri), naproxene (Aleve) e aspirina. Questi farmaci hanno dimostrato di provocare ulcere gastrointestinali e possono peggiorare IBD esistente. Acetaminofene (Tylenol, altri) non hanno questo effetto. Discutere l’uso di qualsiasi farmaco di dolore con il medico.
  • Dove si vive.  Se vivete in una zona urbana o in un paese industrializzato, è molto più probabile di sviluppare IBD. Poiché la malattia di Crohn si verifica più spesso tra persone che vivono in città e nazioni industriali, può essere che i fattori ambientali, tra cui una dieta ricca di cibi grassi o raffinati, svolgono un ruolo nella IBD. Le persone che vivono nei climi nordici sembrano avere un maggior rischio di malattia.

Complicazioni

Malattia infiammatoria intestinale può portare a uno o più dei seguenti complicazioni:

  • Occlusione intestinale.  morbo di Crohn interessa l’intero spessore della parete intestinale. Nel corso del tempo, parti dell’intestino possono addensare e stretta, che potrebbe bloccare il flusso di contenuti digerente attraverso la parte interessata del vostro intestino. Alcuni casi richiedono un intervento chirurgico per rimuovere la parte malata dell’intestino.
  • Ulcere.  L’infiammazione cronica può portare a ferite aperte (ulcere) ovunque nel tratto digestivo, compresa la bocca e l’ano, e nella zona genitale (perineo) e l’ano. Il sanguinamento può provocare.
  • Fistole.  volte ulcere possono estendersi completamente attraverso la parete intestinale, creando una fistola. Una fistola è una connessione anormale tra le diverse parti del vostro intestino, tra l’intestino e la pelle, o tra l’intestino e un altro organo, come la vescica o la vagina. Quando fistole interne si sviluppano, il cibo può ignorare zone dell’intestino che sono necessari per l’assorbimento. Una fistola esterna può causare drenaggio continuo del contenuto intestinale per la pelle, e in alcuni casi, una fistola può essere infettato e forma un ascesso, un problema che può essere pericolosa per la vita se non trattata.Fistole intorno alla zona anale (perianale) sono il tipo più comune di fistola.
  • Ragade anale.  Questa è una crepa o fessura, nell’ano o nella cute intorno all’ano cui possono verificarsi infezioni. E ‘spesso associato con i movimenti intestinali dolorosi.Questo può portare ad una fistola perianale.
  • Malnutrizione.  diarrea, dolori addominali e crampi possono rendere difficile per voi a mangiare o per il vostro intestino ad assorbire abbastanza nutrienti per tenervi nutrita.Inoltre, l’anemia è comune nelle persone con IBD.
  • Colon  cancro.  Avere malattia IBD che colpisce il colon aumenta il rischio di cancro al colon.
  • Altri problemi di salute.  Oltre a infiammazione e ulcere nel tratto digestivo, IBD può causare problemi in altre parti del corpo, come l’artrite, infiammazioni degli occhi e della pelle, clubbing delle unghie, calcoli renali, calcoli biliari, e, di tanto in tanto , infiammazione delle vie biliari. Le persone con lunga data IBD possono anche sviluppare l’osteoporosi, una condizione che causa deboli, fragili ossa.

Prepararsi per un appuntamento

I sintomi della malattia infiammatoria intestinale possono richiedere prima una visita al tuo medico di famiglia o medico di medicina generale. Tuttavia, si può quindi fare riferimento ad un medico specializzato nel trattamento dei disturbi digestivi (gastroenterologo).

Le visite possono essere brevi, e c’è spesso un sacco di informazioni da discutere, è una buona idea di essere ben preparati. Ecco alcune informazioni utili per prepararsi e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Al momento di effettuare la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta.
  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui hai fatto l’appuntamento.
  • Scrivere tutte le informazioni personali,  comprese le eventuali sollecitazioni importanti o recenti cambiamenti di vita.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  così come qualsiasi vitamine o integratori, che si sta prendendo.
  • Prendete un familiare o un amico lungo.  volte può essere difficile ricordare tutto durante un appuntamento. Qualcuno che ti accompagna può ricordare qualcosa che hai perso o dimenticato.
  • Scrivete le domande per chiedere  il vostro medico.

Ora con il medico è limitato, quindi preparando un elenco di domande in anticipo può aiutare a sfruttare al meglio la vostra visita. Elencate le vostre domande dal più importante al meno importante nel caso il tempo scada. Per la malattia infiammatoria intestinale, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Che cosa sta causando questi sintomi?
  • Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi?
  • Che tipo di test ho bisogno? Do questi test richiedono alcuna preparazione particolare?
  • Questa è la condizione temporanea o di lunga durata?
  • Quali cure sono disponibili, e che mi consiglia?
  • Ci sono farmaci che dovrei evitare?
  • Che tipo di effetti collaterali posso aspettarmi dal trattamento?
  • Che tipo di follow-up ho bisogno? Quante volte ho bisogno di una colonscopia?
  • Esistono alternative all’approccio primario che stai suggerendo?
  • Ho altre condizioni di salute. Come posso gestire al meglio insieme?
  • Devo seguire tutte le restrizioni dietetiche?
  • C’è un’alternativa generica al farmaco che mi ha prescritto?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia?
  • C’è un rischio per me e mio figlio se divento incinta?
  • C’è un rischio di complicazioni alla gravidanza della mia compagna se ho IBD e padre di un bambino?
  • Qual è il rischio per il mio bambino di sviluppare IBD se ce l’ho?
  • Ci sono gruppi di sostegno per le persone con IBD e le loro famiglie?

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico è in grado di chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservarsi il tempo di andare oltre i punti in cui vuoi dedicare più tempo. Il medico può chiedere:

  • Quando hai inizia ad avvertire i sintomi?
  • I sintomi sono continui o intermittenti?
  • Quanto gravi sono i sintomi?
  • Avete dolori addominali?
  • Avete avuto la diarrea? Quanto spesso?
  • Hai perso peso involontariamente?
  • Avete mai avuto problemi al fegato, epatite o ittero?
  • Hai mai preso l’isotretinoina acne farmaci?
  • Avete avuto problemi con le articolazioni, gli occhi o la pelle – tra cui eruzioni cutanee e piaghe – o piaghe avuto in bocca?
  • Avete una storia familiare di malattia infiammatoria intestinale?
  • I vostri sintomi influenzano la capacità di lavorare o fare altre attività?
  • C’è qualcosa sembra migliorare i sintomi?
  • C’è qualcosa che hai notato che peggiora i sintomi?
  • Fumi?
  • Non si prende FANS, per esempio, ibuprofene (Advil, Motrin, altri), naprossene (Aleve) o diclofenac (Volteren, Solaraze)?
  • Avete preso antibiotici di recente?

Test e diagnosi

Il medico probabilmente diagnosticare la malattia infiammatoria intestinale solo dopo escludere altre possibili cause per i vostri segni e sintomi, tra cui la colite ischemica, infezioni, sindrome del colon irritabile (IBS), diverticolite e cancro del colon. Per aiutare a confermare una diagnosi di IBD, si può avere una o più delle seguenti prove e procedure:

  • Gli esami del sangue.  Il medico può suggerire esami del sangue per verificare la presenza di anemia o infezioni. I test che si affacciano per la presenza di anticorpi specifici a volte può aiutare a diagnosticare il tipo di malattia infiammatoria intestinale che hai, ma questi test non può sicuramente fare la diagnosi.
  • Campione di feci.  La presenza di cellule bianche del sangue nelle feci indica una malattia infiammatoria, forse IBD. Un campione di feci può anche aiutare a escludere altre patologie, come quelle causate da batteri, virus e parassiti. Il medico può anche verificare la presenza di una infezione intestinale, che è più probabile che si verifichi in persone con IBD.
  • La colonscopia.  Questo esame permette al medico di visualizzare l’interno del vostro intero colon tramite un sottile, flessibile, tubo illuminato con una telecamera collegata.Durante la procedura, il medico può anche prendere piccoli campioni di tessuto (biopsia) per analisi di laboratorio. A volte un campione di tessuto può aiutare a confermare la diagnosi.
  • Sigmoidoscopia flessibile.  In questa procedura, il medico utilizza un sottile, flessibile, tubo illuminato per esaminare l’ultima parte del colon (sigma). Il test può perdere i problemi maggiori nel colon, e non dare un quadro completo di quanto del colon è stato colpito. Ma se il colon è gravemente infiammata, il medico può eseguire questa prova invece di una colonscopia completa.
  • Clisma opaco.  Questo test diagnostico consente al medico di valutare l’intero intestino crasso con una radiografia. Bario, una soluzione di contrasto, è inserito nel vostro intestino con un clistere. Talvolta, l’aria viene aggiunto pure. I cappotti di bario il rivestimento intestinale, creando una immagine silhouette del retto, del colon e una parte del piccolo intestino. Questo test viene usato di rado, e può essere pericoloso perché la pressione necessaria per gonfiare e rivestire il colon può portare alla rottura del colon.
  • X-ray.  A X-ray standard vostra zona addominale può essere fatto per escludere megacolon tossico o una perforazione del colon se tali condizioni sono sospettati a causa di sintomi gravi.
  • La tomografia computerizzata (TC).  Una TAC del bacino addome o può essere eseguita se il medico sospetta una complicazione da colite ulcerosa o infiammazione del piccolo intestino che potrebbe suggerire la malattia di Crohn. Una TC può anche rivelare quanto del colon è infiammato.
  • La risonanza magnetica (MRI).  Uno scanner MRI utilizza un campo magnetico e le onde radio per creare immagini dettagliate di organi e tessuti. La maggior parte delle macchine di risonanza magnetica sono grandi, magneti a forma di tubo. Durante il test, si trovano su una tavola mobile all’interno della macchina MRI. Questo test è molto utile per la diagnosi e la gestione della malattia di Crohn. E ‘più grande vantaggio è che non c’è esposizione a radiazioni. E ‘particolarmente utile per la valutazione di una fistola intorno alla zona anale (RM pelvica) o il piccolo intestino (MRI enterografia).
  • Capsula endoscopica.  Se si hanno segni e sintomi che suggeriscono la malattia di Crohn, ma altri test diagnostici sono negativi, il medico può effettuare capsula endoscopica. Per questa prova si inghiottire una capsula che ha una piccola telecamera in esso. La fotocamera scatta foto mentre si muove attraverso il tubo digerente, e le immagini vengono trasmesse a un computer che si indossa alla cintura. Il medico scarica dopo le immagini, che vengono poi visualizzati su un monitor e controllati per i segni della malattia di Crohn. Una volta che è fatto il viaggio attraverso il sistema digestivo, la fotocamera esce il vostro corpo in modo indolore nelle feci.
  • Doppio palloncino endoscopia.  Per questo test, un campo di applicazione più utilizzata per approfondire il piccolo intestino dove endoscopi standard non raggiungono. Questa tecnica è utile quando capsula endoscopica mostra anomalie, ma la diagnosi è ancora in questione. Permette di biopsia della zona anormale. E ‘di solito eseguita in centri specializzati endoscopia.
  • Piccolo immagini intestinale.  Questo test esamina la parte del piccolo intestino che non può essere visto da colonscopia. Si beve una soluzione contenente bario, quindi le immagini a raggi X, TAC o RMN sono presi del piccolo intestino. Il test può aiutare a localizzare le aree di restringimento o infiammazione nel piccolo intestino che si vedono nella malattia di Crohn. Il test può anche aiutare il medico a determinare quale tipo di malattia infiammatoria intestinale che avete.

Trattamenti e farmaci

L’obiettivo del trattamento della malattia infiammatoria intestinale è quello di ridurre l’infiammazione che attiva i segni ed i sintomi. Nel migliore dei casi, questo può portare non solo per il sollievo dei sintomi, ma anche di remissione a lungo termine. Trattamento di IBD di solito comporta una terapia farmacologica o chirurgica.

Farmaci anti-infiammatori
Farmaci anti-infiammatori sono spesso il primo passo nel trattamento della malattia infiammatoria intestinale. Essi includono:

  • Sulfasalazina (Azulfidine). sulfasalazina può essere efficace nel ridurre i sintomi della colite ulcerosa, ma ha una serie di effetti collaterali, quali nausea, vomito, diarrea, bruciore di stomaco e mal di testa. Non assumere questo farmaco, se siete allergici ai farmaci sulfamidici.
  • Mesalazina (Apriso, Asacol, Lialda, altri), balsalazide (Colazal) e olsalazina (Dipentum).  Questi farmaci sono disponibili in forma orale, e anche in forme attualità, come clisteri e supposte. Quale forma si prende dipende dalla zona del colon che è influenzato. Questi farmaci tendono ad avere meno effetti collaterali rispetto sulfasalazina, e sono generalmente molto ben tollerato.
  • I corticosteroidi.  Corticosteroidi possono aiutare a ridurre l’infiammazione, ma hanno numerosi effetti collaterali, tra cui l’aumento di peso, eccessiva peluria facciale, sbalzi d’umore, ipertensione, diabete di tipo 2, osteoporosi, fratture ossee, cataratta, glaucoma e una maggiore suscettibilità alle infezioni. I medici di solito utilizzare corticosteroidi soltanto se avete da moderata a grave malattia infiammatoria intestinale che non risponde ad altri trattamenti. I corticosteroidi non sono per uso a lungo termine e la dose è di solito rastremate verso il basso oltre 2-3 mesi.

Sistema immunitario soppressori
Questi farmaci riducono l’infiammazione, ma indirizzare il sistema immunitario piuttosto che trattare l’infiammazione stessa. Perché soppressori del sistema immunitario può essere efficace nel trattamento della colite ulcerosa, gli scienziati teorizzano che i danni ai tessuti dell’apparato digerente è causata dalla risposta immunitaria del corpo di un virus o un batterio invasore o anche per il vostro proprio tessuto. Sopprimendo questa risposta, infiammazione si riduce. Soppressori del sistema immunitario sono associate ad un piccolo rischio di sviluppare il cancro, come il linfoma. Farmaci immunosoppressori sono:

  • Azatioprina (Azasan, Imuran) e mercaptopurina (Purinethol). Perché azatioprina e mercaptopurina agire lentamente – prendendo tre mesi o più per iniziare a lavorare – sono a volte inizialmente in combinazione con un corticosteroide. Con il tempo, sembrano produrre benefici in proprio e gli steroidi possono essere diminuito gradualmente.Gli effetti collaterali possono includere reazioni allergiche, soppressione del midollo osseo, infezioni e infiammazione del fegato e del pancreas. C’è anche un piccolo rischio di sviluppo del cancro con questi farmaci. Se stai prendendo uno di questi farmaci, è necessario seguire da vicino con il medico e il vostro sangue controllati regolarmente per cercare gli effetti collaterali. Se hai avuto il cancro, parlatene con il vostro medico prima di iniziare questi farmaci.
  • Ciclosporina (Gengraf, Neoral, Sandimmune).  Questo farmaco potente è normalmente riservati per le persone che non rispondono bene ad altri farmaci o che affrontano possibile intervento chirurgico a causa di una grave colite ulcerosa. In alcuni casi, ciclosporina può essere usato per ritardare la chirurgia finché non si è abbastanza forte per sottoporsi alla procedura. Può essere usato anche per controllare segni e sintomi fino farmaci meno tossici iniziare a lavorare. Ciclosporina inizia a lavorare in una o due settimane, ma perché ha il potenziale di gravi effetti collaterali, tra cui danni renali, convulsioni e infezioni fatali, parlare con il medico circa i rischi ed i benefici del trattamento. C’è anche un piccolo rischio di cancro con questi farmaci, quindi lasciate che il vostro medico sapere se in precedenza hai avuto il cancro.
  • Infliximab (Remicade).  Questo farmaco è specifico per quelli con moderata a grave colite ulcerosa che non rispondono o non tollerano altri trattamenti. Agisce rapidamente per portare a remissione, soprattutto per le persone che non hanno risposto bene ai corticosteroidi. Funziona neutralizzando una proteina prodotta dal sistema immunitario conosciuto come il fattore di necrosi tumorale (TNF).Alcune persone con insufficienza cardiaca, le persone con sclerosi multipla, e le persone con cancro o una storia di cancro non possono prendere infliximab. Il farmaco è stato collegato a un aumentato rischio di infezioni, in particolare la tubercolosi e la riattivazione di epatite virale, e può aumentare il rischio di problemi di sangue e cancro. Avrete bisogno di avere un test cutaneo per la tubercolosi, una radiografia del torace e il test per l’epatite B prima di prendere infliximab.
  • Adalimumab (Humira).  Adalimumab funziona in modo simile a infliximab, bloccando il TNF per le persone con moderata a grave malattia di Crohn. Può essere utilizzato subito dopo siete diagnosticato se si dispone di una fistola, o se si ha una malattia più grave di Crohn. Può anche essere utilizzato dopo altri farmaci non sono riusciti a migliorare i sintomi. Adalimumab può essere usata al posto di infliximab o certiluzimab, oppure può essere utilizzato se infliximab o fermata certiluzimab lavoro. Adalimumab può ridurre i segni ei sintomi della malattia di Crohn e può causare la remissione.Tuttavia, adalimumab, infliximab come, comporta un piccolo rischio di complicanze, tra cui tubercolosi e infezioni fungine gravi. Il vostro medico vi darà un test cutaneo per la tubercolosi, ottenere una radiografia del torace e test per l’epatite prima di iniziare il trattamento con adalimumab. Gli effetti indesiderati più comuni di adalimumab sono irritazione cutanea e dolore al sito di iniezione, nausea, naso che cola e infezioni delle vie respiratorie superiori.
  • Certolizumab pegol (Cimzia).  Approvato dalla Food and Drug Administration per il trattamento della malattia di Crohn, Certolizumab agisce inibendo TNF. Certolizumab pegol è prescritto per le persone con moderata a grave malattia di Crohn. Certolizumab può essere usata al posto di infliximab, oppure può essere utilizzato se infliximab o adalimumab smettere di funzionare. Gli effetti indesiderati comuni includono mal di testa, infezioni delle vie respiratorie superiori, dolori addominali, nausea e reazioni al sito di iniezione. Poiché questo farmaco colpisce il sistema immunitario, sei a rischio di diventare gravemente malato con alcune infezioni, come la tubercolosi. Il vostro medico vi darà un test cutaneo per la tubercolosi, ottenere una radiografia del torace e test per l’epatite prima di iniziare certiluzimab pegol.
  • Methotrexate (Rheumatrex).  Questo farmaco, che viene utilizzato per trattare il cancro, la psoriasi e l’artrite reumatoide, è talvolta usato per le persone con malattia di Crohn che non rispondono bene ad altri farmaci. Effetti collaterali a breve termine comprendono nausea, affaticamento e diarrea, e raramente, può causare potenzialmente pericolosa per la vita polmonite. L’uso a lungo termine può condurre alla cicatrizzazione del fegato e, talvolta, al cancro. Evitare la gravidanza durante l’assunzione di methotrexate. Se stai prendendo questo farmaco, follow-up stretto contatto con il medico e avere il vostro sangue controllato regolarmente per cercare gli effetti collaterali.
  • . Natalizumab (Tysabri)  Questo farmaco agisce inibendo determinate molecole immunitarie cellulari – integrine – di legarsi ad altre cellule nel rivestimento intestinale.Natalizumab è approvato per le persone con moderata a grave malattia di Crohn con evidenza di infiammazione e che non stanno rispondendo bene alle altre terapie convenzionali della malattia di Crohn. Poiché il farmaco è associato a una rara, ma grave rischio di leucoencefalopatia multifocale – un’infezione del cervello che di solito porta a morte oa grave disabilità – è necessario essere iscritti in un programma speciale per utilizzarlo.

Antibiotici
Gli antibiotici possono ridurre la quantità di drenaggio e, a volte guarire fistole e ascessi nelle persone con malattia di Crohn. I ricercatori ritengono che anche gli antibiotici aiutano a ridurre i batteri intestinali nocivi e sopprimono il sistema immunitario dell’intestino, che può scatenare i sintomi. Tuttavia, non c’è una forte evidenza che gli antibiotici sono efficaci per la malattia di Crohn. Antibiotici prescritti frequenti includono:

  • Metronidazolo (Flagyl).  volta che l’antibiotico più comunemente usato per la malattia di Crohn, metronidazolo può causare gravi effetti collaterali, tra cui intorpidimento e formicolio alle mani e ai piedi e, occasionalmente, dolore muscolare o debolezza.
  • Ciprofloxacina (Cipro).  Questo farmaco, che migliora i sintomi in alcune persone con malattia di Crohn, è ora generalmente preferito al metronidazolo. Un raro, ma possibile effetto collaterale di questo farmaco è rottura del tendine.

Altri farmaci
Oltre a controllare l’infiammazione, alcuni farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi. A seconda della gravità della malattia infiammatoria intestinale, il medico può raccomandare uno o più dei seguenti elementi:

  • Anti-diarrheals.  un integratore di fibre, come psyllium in polvere (Metamucil) o metilcellulosa (Citrucel), possono contribuire ad alleviare lieve a moderata diarrea con l’aggiunta di massa di feci. Per ulteriori diarrea grave, loperamide (Imodium) può essere efficace.
  • I lassativi.  In alcuni casi, il gonfiore può causare l’intestino per restringere, che porta a costipazione. Parlate con il vostro medico prima di prendere qualsiasi lassativi, perché anche quelli venduti over-the-counter può essere troppo duro per il sistema.
  • Antidolorifici.  Per il dolore lieve, il medico può raccomandare acetaminofene (Tylenol, altri). Evitare di ibuprofene (Advil, Motrin, altri), naproxene (Aleve) e aspirina. Questi sono in grado di peggiorare i sintomi.
  • Integratori di ferro.  Se si dispone di sanguinamento intestinale cronica, si può sviluppare carenza di ferro anemia. L’assunzione di integratori di ferro può aiutare a ripristinare i livelli di ferro alla normalità e ridurre questo tipo di anemia una volta che l’emorragia si è fermato o diminuito.
  • Nutrizione.  Il medico può raccomandare una dieta speciale determinato tramite un tubo di alimentazione (nutrizione enterale) o nutritivi iniettato in una vena (nutrizione parenterale) per il trattamento della malattia di Crohn. Questo può migliorare la vostra alimentazione complessiva e consentire l’intestino a riposo. Resto intestinale può ridurre l’infiammazione nel breve termine.
  • La vitamina B-12 scatti.  vitamina B-12 aiuta a prevenire l’anemia, favorisce la crescita e lo sviluppo normali, ed è essenziale per la funzione nervosa adeguata. E ‘assorbito nell’ileo terminale, una parte dell’intestino tenue spesso colpiti dalla malattia di Crohn. Se l’infiammazione della parte terminale dell’ileo sta interferendo con la capacità di assorbire questa vitamina, potrebbe essere necessario mensili B-12 scatti per la vita. Avrete anche bisogno di tutta la vita B-12 iniezioni se il tuo ileo terminale è stato rimosso durante l’intervento chirurgico.
  • I supplementi di calcio e vitamina D..  Potrebbe essere necessario prendere un supplemento di calcio con l’aggiunta di vitamina D. Questo perché le malattie e gli steroidi usati per trattare di Crohn possono aumentare il rischio di osteoporosi. Chiedete al vostro medico se un supplemento di calcio è giusto per te.

Chirurgia
Se la dieta e stile di vita cambia, la terapia farmacologica, o altri trattamenti non alleviare i vostri segni e sintomi di IBD, il medico può raccomandare un intervento chirurgico.

  • Intervento chirurgico per colite ulcerosa.  Chirurgia spesso può eliminare la colite ulcerosa. Ma questo di solito significa la rimozione di tutto il colon e del retto (proctocolectomia). In passato, dopo questo intervento chirurgico si dovrebbe portare una piccola borsa sopra un’apertura nell’addome (ileostomia) per raccogliere feci. Ma una procedura chiamata anastomosi ileoanal elimina la necessità di indossare una borsa e la procedura è preferito per la maggior parte delle persone. Il chirurgo costruisce un sacchetto a partire dalla fine del piccolo intestino. Il sacchetto viene quindi collegato direttamente al vostro ano. Questo ti permette di espellere i rifiuti più normalmente.
  • La chirurgia per la malattia di Crohn.  Nella malattia di Crohn, la chirurgia può fornire anni di remissione al meglio. Almeno, si può fornire un temporaneo miglioramento nel vostro segni e sintomi. Durante l’intervento, il chirurgo rimuove una parte danneggiata del tubo digerente e poi si riconnette sezioni sani. Inoltre, la chirurgia può essere utilizzato anche per chiudere fistole e drenare ascessi. Una procedura comune di Crohn è strictureplasty, che allarga un segmento dell’intestino che è diventato troppo stretto.

Sorveglianza Cancer
persone che hanno la malattia infiammatoria intestinale presentano un aumentato rischio di cancro al colon. Parlate con il medico su quanto spesso si deve essere sottoposto.

Stile di vita e rimedi casalinghi

A volte si può sentire impotenti di fronte malattia infiammatoria intestinale. Ma i cambiamenti nella vostra dieta e stile di vita possono aiutare a controllare i sintomi e allungare il tempo tra fiammate.

Dieta
Non ci sono prove certe che ciò che si mangia le cause della malattia infiammatoria intestinale.Ma alcuni cibi e bevande possono aggravare i sintomi, soprattutto durante un flare-up. E ‘una buona idea per cercare di eliminare dalla vostra dieta qualsiasi cosa che sembra rendere i vostri segni e sintomi peggio. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Limitare prodotti lattiero-caseari.  Se il latte o altri prodotti caseari aggravano i sintomi, si può essere intolleranti al lattosio – cioè, il vostro corpo non può digerire lo zucchero del latte (lattosio) in latticini. Se è così, si consiglia di provare un prodotto enzimatico, come ad alta digeribilità, per contribuire a rompere il lattosio. In alcuni casi, potrebbe essere necessario eliminare completamente i latticini. Tenete a mente che con il limitare l’assunzione di prodotti lattiero-caseari, avrete bisogno di trovare altre fonti di calcio, come gli integratori.
  • Esperimento con fibra.  Per molte persone, cibi ricchi di fibre, come frutta e verdura e cereali integrali freschi, sono il fondamento di una dieta sana. Ma se avete malattia infiammatoria intestinale, la fibra può fare diarrea, dolore e gas peggio. Se frutta e verdura cruda fastidio, provare a vapore, cottura o stufatura. Verificare con il proprio medico prima di aggiungere una notevole quantità di fibra alla vostra dieta.
  • Evitare cibi problematici.  Eliminare tutti gli altri alimenti che sembrano peggiorare i sintomi. Questi possono includere alimenti “gassosi”, come fagioli, cavoli e broccoli, succhi di frutta crude e frutta, popcorn, caffeina e bevande gassate.
  • Mangiare piccoli pasti.  Potreste scoprire che ti senti meglio mangiare cinque o sei piccoli pasti, piuttosto che due o tre più grandi.
  • Bere molti liquidi.  Cercate di bere molti liquidi al giorno. L’acqua è migliore. Bevande che contengono caffeina stimolano l’intestino e può peggiorare la diarrea, mentre le bevande gassate producono frequentemente gas.
  • Considerate multivitaminici.  Poiché la malattia infiammatoria intestinale può interferire con la capacità di assorbire le sostanze nutrienti e perché la vostra dieta può essere limitato, integratori vitaminici e minerali può svolgere un ruolo chiave nella fornitura di sostanze nutrienti mancanti. Non forniscono proteine ​​essenziali e calorie, tuttavia, e non dovrebbe essere un sostituto per i pasti.
  • Parla con un dietista.  Se si inizia a perdere peso o la vostra dieta è diventato molto limitato, parlare con un dietista registrato.

Fumare
Il fumo aumenta il rischio di sviluppare la malattia di Crohn, e una volta che lo avete, il fumo può peggiorare la condizione. Le persone con malattia di Crohn che fumano hanno più probabilità di avere recidive, hanno bisogno di farmaci e interventi chirurgici di ripetizione.Smettere di fumare può migliorare la salute generale del vostro apparato digerente, oltre a fornire molti altri benefici per la salute.

Lo stress
Anche se lo stress non causa la malattia infiammatoria intestinale, che può rendere i vostri segni e sintomi molto peggio e può innescare le fiammate. Eventi stressanti possono variare da lievi fastidi a una mossa, perdita del lavoro o la morte di una persona cara.

Quando sei stressato, il processo digestivo normale può cambiare, causando lo stomaco di svuotare più lentamente e secernere più acidi. Lo stress può anche accelerare o rallentare il passaggio del contenuto intestinale. Esso può anche causare cambiamenti nel tessuto intestinale stessa.

Anche se non è sempre possibile evitare lo stress, si può imparare modi per aiutare a gestirlo.Alcuni di questi includono:

  • Esercizio.  Anche lieve esercizio può aiutare a ridurre lo stress, alleviare la depressione e normalizzare la funzione intestinale. Parlate con il vostro medico di un piano di esercizio che fa per voi.
  • Biofeedback.  Questa tecnica di riduzione dello stress ti aiuta a ridurre la tensione muscolare e rallentare la frequenza cardiaca con l’aiuto di una macchina feedback. Si sta poi insegnato come produrre questi cambiamenti da soli. L’obiettivo è quello di aiutare si entra in uno stato di rilassamento in modo da poter affrontare più facilmente con lo stress. Il biofeedback è generalmente insegnata in ospedali e centri medici.
  • Regolare il rilassamento ed esercizi di respirazione.  Un modo efficace per far fronte allo stress è quello di eseguire rilassamento ed esercizi di respirazione. È possibile prendere lezioni di yoga e la meditazione o la pratica in casa con libri, CD o DVD.
  • Ipnosi.  L’ipnosi può ridurre il dolore addominale e gonfiore. Un professionista addestrato può insegnare come entrare in uno stato di rilassamento.
  • . Altre tecniche  riservare del tempo ogni giorno per qualsiasi attività possa trovare relax – ascoltare musica, leggere, giocare con il computer o semplicemente ammollo in un bagno caldo.

Medicina alternativa

Molte persone con malattia infiammatoria intestinale hanno utilizzato qualche forma di terapia alternativa o complementare. Effetti collaterali e l’inefficacia delle terapie convenzionali possono essere tra i motivi per la ricerca di cure alternative.

Queste terapie in genere non sono regolati dalla Food and Drug Administration. I produttori possono sostengono che le loro terapie sono sicuri ed efficaci, ma non hanno bisogno di dimostrarlo. Perché anche erbe naturali possono avere effetti collaterali e causare interazioni pericolose, si rivolga al medico prima di provare qualsiasi alternativa o terapie complementari.

Attualmente, esistono terapie alternative hanno una buona prove a sostegno loro uso nel trattamento di IBD, ma alcuni che possono alla fine rivelarsi utile includono:

  • I probiotici.  Poiché i batteri nell’intestino sono stati implicati nella colite ulcerosa, i ricercatori sospettano che l’aggiunta di più dei batteri benefici (probiotici) che si trovano normalmente nell’intestino potrebbe contribuire a combattere la malattia.
  • L’olio di pesce.  atti di olio di pesce come un anti-infiammatori, ma studi sui suoi possibili benefici per le persone con colite ulcerosa hanno avuto risultati contrastanti.
  • Aloe vera.  succo di aloe vera è stata preteso di avere un effetto anti-infiammatorio per le persone con colite ulcerosa, ma non c’è una forte evidenza a sostegno di tale affermazione. Inoltre, una volta ingerito, aloe vera può avere un effetto lassativo.
  • Agopuntura.  Diversi studi hanno trovato l’agopuntura per essere di beneficio per le persone con colite ulcerosa. La procedura prevede l’inserimento di aghi sottili nella pelle, che possono stimolare il rilascio di antidolorifici naturali del corpo.
  • La curcumina.  Questo composto viene dalla spezia curcuma. La curcumina in combinazione con le terapie di colite ulcerosa standard, come i corticosteroidi o sulfasalazina, ha contribuito a migliorare i sintomi e ha permesso piccole dosi dei farmaci standard da utilizzare. Tuttavia, questa prova viene da due piccoli studi. Ulteriori ricerche sono necessarie prima che questo trattamento può essere raccomandato.

Coping e supporto

Le malattie infiammatorie intestinali non riguarda soltanto fisicamente – ci vuole un tributo emotivo pure. Se i segni ed i sintomi sono gravi, la tua vita può ruotare intorno ad un costante bisogno di correre in bagno. Quando si esegue, si potrebbe preoccuparsi di un incidente, e questa ansia non fa che peggiorare i sintomi.

I gruppi di sostegno
Uno dei migliori modi per sentirsi più in controllo è quello di scoprire quanto più possibile sulla malattia infiammatoria intestinale. Organizzazioni come il morbo di Crohn e Colite Foundation of America (CCFA) hanno capitoli attraverso gli Stati Uniti per fornire le informazioni e l’accesso ai gruppi di sostegno. Contattare l’organizzazione direttamente a 888-MY-GUTPAIN (888-694-8872).

Counseling
Alcune persone trovano utile consultare uno psicologo o uno psichiatra che abbia familiarità con la malattia infiammatoria intestinale e le difficoltà emotive che può causare. Chiedi al tuo medico per un rinvio, se si pensa consulenza potrebbe essere utile per voi.

Anche se i gruppi di sostegno non sono per tutti, possono fornire preziose informazioni circa la sua condizione così come il supporto emotivo. I membri del gruppo di frequente conoscere gli ultimi trattamenti medici o terapie integrative. Si può anche trovare rassicurante di essere tra persone che capiscono quello che stai passando.

Powered by: Wordpress