Malattia

Lesione cerebrale traumatica

Traumatic brain injuryLesione traumatica cerebrale si verifica quando una forza meccanica esterna provoca disfunzioni cerebrali.

Lesione traumatica cerebrale deriva solitamente da un colpo violento o scossa alla testa o al corpo. Un oggetto che penetra il cranio, come un proiettile o un pezzo di cranio frantumato, può anche causare traumi cerebrali.

Lieve trauma cranico può causare disfunzione temporanea delle cellule cerebrali. Più grave lesione cerebrale traumatica può causare ecchimosi, tessuti strappati, sanguinamento e altri danni fisici al cervello che può portare a complicazioni a lungo termine o la morte.

Sintomi

Lesione cerebrale traumatica può avere ampia portata effetti fisici e psicologici. Alcuni segni o sintomi possono comparire immediatamente dopo l’evento traumatico, mentre altri possono comparire giorni o settimane più tardi.

Lieve trauma cranico

I segni e sintomi di lieve lesione cerebrale traumatica possono includere:

  • Perdita di coscienza per pochi secondi a pochi minuti
  • Nessuna perdita di coscienza, ma uno stato di essere frastornato, confuso e disorientato
  • Problemi di memoria o di concentrazione
  • Mal di testa
  • Vertigini o perdita di equilibrio
  • Nausea o vomito
  • Problemi sensoriali, come visione offuscata, ronzio nelle orecchie o un cattivo sapore in bocca
  • La sensibilità alla luce o il suono
  • Cambiamenti di umore o sbalzi d’umore
  • Sentirsi depresso o ansioso
  • Stanchezza o sonnolenza
  • Disturbi del sonno
  • Dormire più del solito

Da moderati a gravi lesioni cerebrali traumatiche

Da moderati a gravi lesioni cerebrali traumatiche può includere qualsiasi dei segni e sintomi di danno lieve, così come i seguenti sintomi che possono apparire entro le prime ore o giorni dopo una lesione alla testa:

  • Perdita di coscienza da alcuni minuti a ore
  • Profonda confusione
  • Agitazione, combattività o altro comportamento inusuale
  • Biascicamento
  • Incapacità di risvegliare dal sonno
  • Debolezza o intorpidimento delle mani e dei piedi
  • Perdita di coordinazione
  • Persistente mal di testa o mal di testa che peggiora
  • Vomito o nausea ripetuto
  • Convulsioni o crisi epilettiche
  • Dilatazione di una o entrambe le pupille degli occhi
  • Cancella fluidi drenanti dal naso o le orecchie

I sintomi dei bambini

Lattanti e bambini con lesioni cerebrali possono non avere le capacità di comunicazione per segnalare mal di testa, problemi sensoriali, confusione e sintomi simili. In un bambino con trauma cranico, è possibile osservare:

  • Cambiamento di mangiare o di cura delle abitudini
  • Pianto persistente e l’incapacità di essere consolata
  • Irritabilità inusuale o facile
  • Variazione della capacità di prestare attenzione
  • Cambiamento nelle abitudini di sonno
  • Stato d’animo triste o depresso
  • Perdita di interesse nei giocattoli o attività preferite

Quando per vedere un medico

Consultare sempre il medico se voi o il vostro bambino ha ricevuto un colpo alla testa o il corpo che ti riguarda o provoca cambiamenti comportamentali. Cercate assistenza medica di emergenza se ci sono segni o sintomi di danno cerebrale traumatico a seguito di un recente colpo o altre lesioni traumatiche alla testa.

I termini “lievi”, “moderate” e “gravi” sono usati per descrivere l’effetto della lesione sulla funzione del cervello. Una lieve lesione al cervello è ancora un grave infortunio che richiede attenzione puntuale e una diagnosi accurata.

Cause

Lesione traumatica cerebrale è causata da un colpo o altre lesioni traumatiche alla testa o al corpo. Il grado di danno può dipendere da vari fattori, tra cui la natura dell’evento e la forza di impatto. Pregiudizio può includere uno o più dei seguenti fattori:

  • Danni alle cellule cerebrali può essere limitata alla zona direttamente sotto il punto di impatto sul cranio.
  • Un duro colpo o scossa può causare più punti di danno, perché il cervello può muoversi avanti e indietro nel cranio.
  • Una grave scossa di rotazione o rotazione può causare la lacerazione delle strutture cellulari.
  • Una raffica, come da un ordigno esplosivo, può causare danni diffusi.
  • Un oggetto che penetra il cranio può causare gravi, danni irreparabili alle cellule del cervello, vasi sanguigni e dei tessuti di protezione intorno al cervello.
  • Sanguinamento in o intorno al cervello, gonfiore, e coaguli di sangue possono disturbare l’apporto di ossigeno al cervello e causare danni più ampia.

Le cause più comuni

Eventi comuni che causano lesioni cerebrali traumatiche sono i seguenti:

  • Falls.  caduta dal letto, scivolando nella vasca da bagno, cadendo giù per le scale, cadendo dalle scale e cadute correlate sono la causa più comune di lesioni cerebrali traumatiche in generale, soprattutto negli anziani e nei bambini.
  • Collisioni relative al veicolo.  collisioni tra auto, moto o biciclette – e pedoni coinvolti in tali incidenti – sono una causa comune di danno cerebrale traumatico.
  • Violenza.  Circa il 10 per cento delle lesioni cerebrali traumatiche sono causati dalla violenza, come ferite da arma da fuoco, violenza domestica o abuso di minori. Sindrome del bambino scosso è lesione cerebrale traumatica causata dalla scossa violenta di un bambino che danneggia le cellule cerebrali.
  • Infortuni sportivi.  lesioni cerebrali traumatiche possono essere causati da lesioni di un certo numero di sport, tra cui calcio, boxe, calcio, baseball, lacrosse, skateboard, hockey, e con altri ad alto impatto o sport estremi.
  • Scoppi esplosivi e altre lesioni di combattimento.  blasti esplosive sono una causa comune di danno cerebrale traumatico nel personale militare in servizio attivo. Sebbene il meccanismo di danno non è ben compreso, molti ricercatori ritengono che l’onda di pressione che passa per il cervello, distrugge in modo significativo la funzione del cervello.Lesione traumatica cerebrale risulta anche da ferite penetranti, duri colpi alla testa con schegge o detriti, e cade o collisioni con oggetti fisici a seguito di una esplosione.

Fattori di rischio

Le persone più a rischio di danno cerebrale traumatico includono:

  • I bambini, soprattutto i neonati a 4 anni di età
  • I giovani adulti, soprattutto quelli tra i 15 ei 24
  • Adulti 75 anni di età

Complicazioni

Diverse complicazioni possono verificarsi immediatamente o subito dopo una lesione cerebrale traumatica. Lesioni gravi aumentano il rischio di un maggior numero di complicanze e complicazioni più grave.

Coscienza alterata

Da moderata a grave lesione cerebrale traumatica può portare a cambiamenti prolungati o permanenti in stato di una persona di coscienza, consapevolezza o reattività. Diversi stati di coscienza sono:

  • Coma.  Una persona in coma è incosciente, inconsapevole di tutto e in grado di rispondere a qualsiasi stimolo. Ciò risulta da danni estesi a tutte le parti del cervello. Dopo pochi giorni a qualche settimana, una persona può emergere da un coma o entrare in uno stato vegetativo.
  • Stato vegetativo.  danni estesi al cervello può provocare uno stato vegetativo. Anche se la persona è a conoscenza dei suoi dintorni, lui o lei può aprire i suoi occhi, emettere suoni, risponde a riflessi, o spostare. E ‘possibile che uno stato vegetativo può diventare permanente, ma spesso le persone evolvere in uno stato di minima coscienza.
  • Stato di minima coscienza.  Uno stato di minima coscienza è uno stato di coscienza gravemente alterata, ma con alcune prove di consapevolezza di sé o di consapevolezza del proprio ambiente. Spesso è uno stato di transizione da un coma o stato vegetativo ad una maggiore ripresa.
  • Locked-in syndrome.  Una persona in un locked-in è stato consapevole dei suoi dintorni e sveglio, ma lui o lei non è in grado di parlare o muoversi. La persona può essere in grado di comunicare con il movimento degli occhi o lampeggiante. Questo stato deriva da danni limitati al cervello inferiore e tronco cerebrale. Questo si verifica raramente dopo il trauma.

Sequestri

Alcune persone con lesioni cerebrali traumatiche avranno convulsioni entro la prima settimana. Alcuni gravi lesioni possono causare convulsioni, chiamato epilessia post-traumatica ricorrenti.

Accumulo di liquidi

Liquido cerebrospinale può accumularsi negli spazi del cervello (ventricoli cerebrali) di alcune persone che hanno avuto lesioni cerebrali traumatiche, causando gonfiore e aumento della pressione nel cervello.

Infezioni

Fratture del cranio o ferite penetranti possono strappare gli strati di tessuti protettivi (meningi) che circondano il cervello. Questo può permettere ai batteri di entrare nel cervello e causare infezioni. L’infezione delle meningi (meningite) potrebbe diffondersi al resto del sistema nervoso se non trattata.

Danni dei vasi sanguigni

Diversi vasi sanguigni piccoli o grandi nel cervello potrebbero essere danneggiati in una lesione cerebrale traumatica. Questo danno potrebbe portare ad un ictus, coaguli di sangue o altri problemi.

Danni ai nervi

Lesioni alla base del cranio può danneggiare i nervi che emergono direttamente dal cervello (nervi cranici). Danno del nervo cranico può causare:

  • La paralisi dei muscoli facciali
  • I danni ai nervi responsabili dei movimenti oculari, che possono causare visione doppia
  • I danni ai nervi che forniscono senso dell’olfatto
  • Perdita della vista
  • Perdita di sensibilità facciale
  • Problemi di deglutizione

Problemi cognitivi

La maggior parte delle persone che hanno avuto una significativa lesione cerebrale sperimenteranno cambiamenti nel loro pensiero (cognitivi) competenze. Lesione traumatica cerebrale può causare problemi con molte abilità, tra cui:

  • Memoria
  • Apprendimento
  • Ragionamento
  • Problem solving
  • Velocità di elaborazione mentale
  • Sentenza
  • Dell’attenzione o della concentrazione
  • Multitasking
  • Organizzazione
  • Il processo decisionale
  • Inizio o il completamento delle attività

Problemi di comunicazione

Problemi linguistici e di comunicazione sono comuni dopo lesioni cerebrali traumatiche. Questi problemi possono causare frustrazione, conflitto e incomprensione per le persone con una lesione traumatica cerebrale, così come i membri della famiglia, amici e operatori sanitari.Problemi di comunicazione possono comprendere:

  • Difficoltà a capire il discorso o la scrittura
  • Difficoltà di parola o la scrittura
  • Difficoltà decifrare i segnali non verbali
  • Incapacità di organizzare pensieri e idee
  • Impossibilità di utilizzare i muscoli necessari per formare le parole (disartria)
  • Problemi con i cambiamenti di tono, intonazione o enfasi per esprimere emozioni, atteggiamenti o sottili differenze di significato
  • Problemi avvio o l’arresto conversazioni
  • Problemi con la girata assunzione o selezione argomento
  • Spunti di lettura guai dagli ascoltatori
  • Difficoltà a seguire le conversazioni

Cambiamenti comportamentali

Le persone che hanno sperimentato il trauma cranico spesso sperimentano cambiamenti nei comportamenti. Questi possono includere:

  • Difficoltà con autocontrollo
  • La mancanza di consapevolezza delle capacità
  • Comportamenti a rischio
  • Accurata immagine di sé
  • Difficoltà in situazioni sociali
  • Esplosioni verbali o fisiche

Cambiamenti emotivi

Cambiamenti emotivi possono includere:

  • Depressione
  • Ansia
  • Sbalzi di umore
  • Irritabilità
  • La mancanza di empatia per gli altri
  • Rabbia
  • Insonnia
  • Le variazioni di autostima

Problemi sensoriali

I problemi che coinvolgono i sensi possono includere:

  • Ronzio persistente nelle orecchie
  • Difficoltà a riconoscere gli oggetti
  • Coordinazione occhio-mano Impaired
  • Punti ciechi o visione doppia
  • Un sapore amaro o un cattivo odore
  • Formicolio della pelle, dolore o prurito
  • Problemi con equilibrio o vertigini

Malattie degenerative del cervello

Un trauma cranico può aumentare il rischio di malattie che provocano la progressiva degenerazione delle cellule cerebrali e graduale perdita delle funzioni cerebrali. Questi includono:

  • Morbo di Alzheimer, che causa in primo luogo la progressiva perdita di memoria e altre capacità di pensiero
  • Malattia di Parkinson, una malattia progressiva che provoca problemi di circolazione, quali tremori, rigidità e movimenti lenti
  • La demenza pugilistica – più spesso associato con colpi ripetuti alla testa in carriera pugilistica – che provoca sintomi di problemi di demenza e di movimento

Test e diagnosi

Poiché le lesioni cerebrali traumatiche sono di solito le emergenze e perché le conseguenze possono peggiorare rapidamente senza trattamento, i medici di solito devono valutare rapidamente la situazione.

Glasgow Coma Scale

Questo test 15 punti aiuta un medico o altro personale medico di emergenza valutare la gravità iniziale di una lesione cerebrale controllando la capacità di una persona di seguire le indicazioni e muovere gli occhi e gli arti. La coerenza del discorso prevede anche importanti indizi. Le abilità sono segnati numericamente. Punteggi più alti significano le lesioni più lievi.

Informazioni del pregiudizio e sintomi

Se si osserva qualcuno di essere ferito o è arrivato subito dopo un infortunio, si può essere in grado di fornire al personale medico informazioni che è utile per valutare la condizione della persona lesa. Le risposte alle seguenti domande possono essere utili nel giudicare la gravità delle lesioni:

  • Come è avvenuto l’infortunio?
  • Forse la persona perde coscienza?
  • Quanto tempo era la persona incosciente?
  • Avete osservato tutte le altre variazioni di vigilanza, di parlare, di coordinamento o altri segni di danni?
  • Dov’era la testa o altre parti del corpo colpito?
  • Potete fornire alcuna informazione circa la forza del pregiudizio? Ad esempio, ciò che ha colpito la testa della persona, quanto ha fatto lui o lei cadere, o è stato la persona gettato da un veicolo?
  • È stato il corpo della persona voltò o gravemente scosso?

Esami di imaging

  • Tomografia computerizzata (CT).  Una TAC utilizza una serie di raggi X per creare una vista dettagliata del cervello. Una TC può visualizzare rapidamente le fratture e scoprire le prove di sanguinamento nel cervello (emorragia), coaguli di sangue (ematomi), tessuto cerebrale contuso (contusioni) e gonfiore tessuto cerebrale.
  • La risonanza magnetica (MRI).  Una risonanza magnetica utilizza potenti onde radio e magneti per creare una visione dettagliata del cervello. I medici non usano spesso la risonanza magnetica durante le valutazioni di emergenza di lesioni cerebrali traumatiche perché la procedura richiede troppo tempo. Questo test può essere utilizzato dopo la condizione della persona è stato stabilizzato.

Monitor della pressione intracranica

Gonfiore dei tessuti da una lesione cerebrale traumatica può aumentare la pressione all’interno del cranio e causare ulteriori danni al cervello. I medici possono inserire una sonda attraverso il cranio per monitorare questa pressione.

Trattamenti e farmaci

Lieve lesione

Lievi lesioni cerebrali traumatiche di solito non richiedono alcun trattamento diverso dal resto e over-the-counter antidolorifici per curare un mal di testa. Tuttavia, una persona con una lieve lesione cerebrale traumatica di solito deve essere strettamente monitorati a casa per sintomi persistenti, peggioramento o nuovi. Lui o lei può anche avere follow-up appuntamenti medico.

Il medico indica quando un ritorno al lavoro, a scuola o attività ricreative è appropriato. E ‘meglio evitare attività fisiche o di pensiero (cognitivi) fino alla scomparsa dei sintomi. La maggior parte delle persone che ritornano al normale routine gradualmente.

Immediatamente al pronto soccorso

Cure d’emergenza per i moderati a gravi lesioni cerebrali traumatiche si concentra sul fare in modo che la persona ha di ossigeno adeguato e apporto di sangue, mantenendo la pressione sanguigna e prevenire ogni ulteriore pregiudizio alla testa o al collo. Le persone con lesioni gravi possono avere anche altre lesioni che devono essere affrontati.

Ulteriori trattamenti in pronto soccorso o l’unità di terapia intensiva di un ospedale si concentrerà sulla riduzione dei danni secondari dovuti a infiammazione, sanguinamento o ridotto apporto di ossigeno al cervello.

Farmaci

Farmaci per limitare i danni secondari al cervello subito dopo un infortunio possono includere:

  • Diuretici.  Questi farmaci riducono la quantità di liquido nei tessuti e aumentare la produzione di urina. Diuretici, dato per via endovenosa a persone con lesioni cerebrali traumatiche, aiutano a ridurre la pressione all’interno del cervello.
  • I farmaci anti-sequestro.  persone che hanno avuto un moderato a grave lesione cerebrale traumatica sono a rischio di avere convulsioni durante la prima settimana dopo la loro lesione. Un farmaco anti-sequestro può essere somministrato durante la prima settimana per evitare danni al cervello supplementare che potrebbe essere causato da un attacco. Altri trattamenti anti-sequestro vengono utilizzate solo se si verificano crisi epilettiche.
  • Farmaci che inducono coma.  Medici a volte usano droghe per mettere le persone in coma temporaneo perché un cervello in coma ha bisogno di meno ossigeno per funzionare. Questo è particolarmente utile se i vasi sanguigni, compressi da un aumento della pressione nel cervello, sono in grado di consegnare la solita quantità di sostanze nutritive e ossigeno alle cellule cerebrali.

Chirurgia

La chirurgia di emergenza può essere necessaria per ridurre al minimo ulteriori danni ai tessuti cerebrali. La chirurgia può essere utilizzato per affrontare i seguenti problemi:

  • Rimozione di sangue coagulato (ematomi).  Sanguinamento al di fuori o all’interno del cervello può provocare una raccolta di sangue coagulato (ematoma) che mette pressione sul cervello e danneggia il tessuto cerebrale.
  • Riparazione di fratture del cranio.  chirurgia può essere necessaria per riparare le fratture del cranio gravi o di rimuovere pezzi del cranio nel cervello.
  • Aprendo una finestra nel cranio.  chirurgia può essere utilizzata per scaricare la pressione all’interno del cranio drenando fluido spinale cerebrale accumulato o creazione di una finestra nel cranio che fornisce più spazio per tessuti gonfi.

Reinserimento

La maggior parte delle persone che hanno avuto una significativa lesione cerebrale richiedono riabilitazione. Possono avere bisogno di imparare di nuovo competenze di base, come camminare o parlare. L’obiettivo è quello di migliorare la loro capacità di svolgere le attività quotidiane.

La terapia di solito inizia in ospedale e continua ad un’unità di riabilitazione ospedaliera, un impianto di trattamento residenziale o tramite i servizi ambulatoriali. Il tipo e la durata della riabilitazione varia su base individuale, a seconda della gravità della lesione cerebrale e quale parte del cervello è stato ferito. Specialisti della riabilitazione possono includere:

  • Fisiatra,  un medico esperto in medicina fisica e riabilitazione, che supervisiona l’intero processo di riabilitazione
  • Terapista occupazionale  che aiuta la persona impara, imparare di nuovo o migliorare le competenze per svolgere le attività quotidiane
  • Fisioterapista,  che aiuta con la mobilità e relearning schemi di movimento, equilibrio e passeggiate
  • Parola e del linguaggio patologo,  che aiuta la persona a migliorare le capacità di comunicazione e utilizzare dispositivi di comunicazione di assistenza, se necessario,
  • Neuropsicologo o psichiatra,  che aiuta la persona a gestire i comportamenti o imparare strategie di coping, fornisce terapia della parola come necessario per emotivo e benessere psicologico, e prescrive il farmaco, se necessario
  • Assistente sociale o case manager,  che facilita l’accesso alle agenzie di servizi, assiste le decisioni di cura e di pianificazione, e facilita la comunicazione tra i vari professionisti, operatori sanitari e familiari
  • Riabilitazione infermiera,  che fornisce assistenza e servizi di riabilitazione in corso e che aiuta con la pianificazione dimissione dall’ospedale o dalla struttura di riabilitazione
  • Specialista traumatica infermiera lesione cerebrale,  che aiuta la cura di coordinare ed educa la famiglia sul pregiudizio e processo di recupero
  • Terapeuta ricreativa,  che assiste con attività di svago
  • Counselor professionale,  che  valuta la capacità di tornare al lavoro e opportunità di formazione professionale, e fornisce le risorse per affrontare le sfide comuni nei luoghi di lavoro

Prevenzione

Seguire questi suggerimenti per ridurre il rischio di lesioni cerebrali:

  • Le cinture di sicurezza e airbag.  indossare sempre la cintura di sicurezza in un veicolo a motore. I bambini piccoli devono sempre sedersi sul sedile posteriore di una macchina e di essere protetti in seggiolini per bambini o seggiolini che sono appropriati per le loro dimensioni e il peso.
  • Alcol e droghe.  Non guidare sotto l’influenza di alcool o droghe, tra cui prescrizione di farmaci che possono compromettere la capacità di guidare.
  • Caschi.  Indossare un casco in sella ad una bicicletta, skateboard, moto, motoslitta o veicolo all-terrain. Anche indossare la protezione del capo appropriato quando si gioca baseball o sport di contatto, sci, pattinaggio, snowboard o cavallo.

Prevenzione delle cadute

I seguenti suggerimenti possono aiutare gli adulti più anziani evitare cadute intorno alla casa:

  • Installare corrimano nei bagni
  • Mettere un tappetino antiscivolo nella vasca da bagno o doccia
  • Rimuovere tappeti
  • Installazione di maniglie su entrambi i lati di scale
  • Migliorare l’illuminazione in casa
  • Tenere scale e pavimenti chiari di disordine
  • Prendi controlli visivi regolari
  • Fare regolarmente esercizio fisico

Prevenire lesioni alla testa nei bambini

I seguenti suggerimenti possono aiutare i bambini a evitare lesioni alla testa:

  • Installare barriere di sicurezza in cima a scale
  • Tenere scale chiaro di disordine
  • Installare guardie finestra per prevenire le cadute
  • Mettere un tappetino antiscivolo nella vasca da bagno o doccia
  • Utilizzare giochi che hanno materiali ammortizzanti sul terreno
  • Assicurarsi che i tappeti sono al sicuro
  • Non lasciare che i bambini giochino su scale antincendio o balconi

Coping e supporto

Un certo numero di strategie può aiutare una persona con lesione cerebrale traumatica far fronte a complicazioni che interessano le attività quotidiane, la comunicazione e le relazioni interpersonali. A seconda della gravità della lesione, un caregiver familiare o un amico può essere necessario per contribuire ad attuare i seguenti approcci:

  • Partecipa a un gruppo di sostegno.  Parlate con il vostro medico o il terapista della riabilitazione di un gruppo di sostegno che può aiutare a parlare di questioni relative al tuo infortunio, imparare nuove strategie di coping e ricevere sostegno emotivo.
  • Scrivere le cose.  Tenere un registro di eventi importanti, nomi di persone, attività o altre cose che sono difficili da ricordare.
  • Seguire una routine.  Mantenere un programma coerente, mantenere le cose in luoghi designati per evitare confusione e prendere le stesse rotte quando si va verso destinazioni visitati di frequente.
  • Fare delle pause.  Fai regime al lavoro oa scuola per prendersi delle pause, se necessario.
  • Modificare le aspettative di lavoro o attività.  modifiche appropriate al lavoro oa scuola possono includere il istruzioni leggere per voi, concedendo più tempo per completare le attività o rompersi compiti in piccoli passi.
  • Evitare distrazioni.  Riduci distrazioni come forte rumore di fondo da una televisione o radio.
  • Rimani concentrato.  lavorare su un compito alla volta.
Powered by: Wordpress