Malattia

Linfoma non-Hodgkin

Linfoma non-HodgkinLinfoma non-Hodgkin, detto anche linfoma non-Hodgkin, è il cancro che ha origine nel sistema linfatico, la diffusione della rete malattia-combattimento in tutto il corpo. Nel linfoma non-Hodgkin, i tumori si sviluppano dai linfociti – un tipo di globuli bianchi.

Il linfoma non-Hodgkin è più comune di quanto l’altro tipo generale di linfoma – linfoma di Hodgkin.

Esistono molti sottotipi differenti di linfoma non-Hodgkin. Sottotipi di linfoma Il più comune non-Hodgkin comprendono linfoma diffuso a grandi cellule B e linfoma follicolare.

Sintomi

I sintomi di linfoma non-Hodgkin possono includere:

  • Gonfiore dei linfonodi nel collo, ascelle o inguine
  • Dolore addominale o gonfiore
  • Dolore toracico, tosse o problemi respiratori
  • Stanchezza
  • Febbre
  • Sudorazioni notturne
  • Perdita di peso

Quando per vedere un medico
fissare un appuntamento con il medico se si dispone di un

Cause

I medici non sono sicuri che cosa causa il linfoma non-Hodgkin. Linfoma non-Hodgkin si verifica quando il corpo produce troppi linfociti abnormi – un tipo di globuli bianchi.Normalmente, linfociti passano attraverso un ciclo di vita prevedibile. Vecchi linfociti muoiono, e il tuo corpo crea nuove per sostituirle. Nel linfoma non-Hodgkin, i vostri linfociti non muoiono, ma continuano a crescere e dividersi. Questo eccesso di offerta di linfociti affolla nelle vostre linfonodi, causando il rigonfiamento.

Le cellule B e le cellule T
linfoma non-Hodgkin possono iniziare in:

  • Cellule B.  cellule B combattono le infezioni producendo anticorpi che neutralizzano gli invasori stranieri. Linfoma non-Hodgkin maggior parte deriva dalle cellule B. Sottotipi di linfoma non-Hodgkin che coinvolgono le cellule B comprendono linfoma diffuso a grandi cellule B, il linfoma follicolare, linfoma delle cellule del mantello e linfoma di Burkitt.
  • Cellule T.  cellule T sono coinvolte nell’uccisione direttamente invasori stranieri. Linfoma non-Hodgkin si verifica meno spesso nelle cellule T. Sottotipi di linfoma non-Hodgkin che coinvolgono le cellule T sono periferico a cellule T e linfoma cutaneo a cellule T.

Sia linfoma tuo non-Hodgkin deriva dalle vostre cellule B o cellule T contribuisce a determinare le opzioni di trattamento.

Quando si verifica linfoma non-Hodgkin
Linfoma non-Hodgkin generalmente coinvolge la presenza di linfociti cancerosi nei vostri linfonodi, ma la malattia può anche diffondersi ad altre parti del sistema linfatico. Questi includono i vasi linfatici, le tonsille, adenoidi, milza, timo e midollo osseo. Di tanto in tanto, linfoma non-Hodgkin comprende organi al di fuori del sistema linfatico.

Fattori di rischio

Nella maggior parte dei casi, le persone con diagnosi di linfoma non-Hodgkin non hanno fattori di rischio evidenti, e molte persone che hanno fattori di rischio per la malattia non si sviluppano mai esso. Alcuni fattori che possono aumentare il rischio di linfoma non-Hodgkin comprendono:

  • I farmaci che sopprimono il sistema immunitario.  Se hai avuto un trapianto di organi, siete più sensibili perché la terapia immunosoppressiva ha ridotto la capacità del corpo di combattere le nuove malattie.
  • L’infezione da alcuni virus e batteri.  Alcune infezioni virali e batteriche sembrano aumentare il rischio di linfoma non-Hodgkin. Virus legati ad un aumentato rischio linfoma non-Hodgkin includono HIV e virus di Epstein-Barr. Batteri collegati ad un aumentato rischio di linfoma non-Hodgkin includono il-ulcera causando Helicobacter pylori.
  • Chimica.  alcune sostanze chimiche, come quelle utilizzate per uccidere gli insetti ed erbacce, possono aumentare il rischio di sviluppare linfoma non-Hodgkin. Sono necessarie ulteriori ricerche per capire il possibile legame tra pesticidi e lo sviluppo di linfoma non-Hodgkin.
  • Età avanzata.  linfoma non-Hodgkin può verificarsi a qualsiasi età, ma il rischio aumenta con l’età. E ‘più comune nelle persone di 60 anni o più.

Prepararsi per un appuntamento

Per fissare un appuntamento con il medico di famiglia o medico di medicina generale se avete qualsiasi segno o sintomo che la preoccupa. Se il medico sospetta di avere il linfoma non-Hodgkin, si può fare riferimento ad un medico specializzato in malattie che colpiscono le cellule del sangue (ematologo).

Le visite possono essere brevi, e perché c’è spesso un sacco di strada da fare, è una buona idea di essere ben preparati. Ecco alcune informazioni utili per prepararsi e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Al momento di effettuare la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta.
  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento.
  • Scrivere tutte le informazioni personali,  comprese le eventuali sollecitazioni importanti o recenti cambiamenti di vita.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine o integratori che stai prendendo.
  • Prendere in considerazione un familiare o un amico lungo.  volte può essere difficile ricordare tutte le informazioni fornite durante un appuntamento. Qualcuno che ti accompagna può ricordare qualcosa che hai perso o dimenticato.
  • Scrivete le domande per chiedere  il vostro medico.

Il vostro tempo con il medico è limitato, quindi preparare una lista di domande può aiutarvi a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Elencate le vostre domande dal più importante al meno importante nel caso il tempo scada. Per il linfoma non-Hodgkin, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Devo linfoma non-Hodgkin?
  • Che tipo di linfoma non-Hodgkin ho?
  • A che punto è il mio linfoma non-Hodgkin?
  • È linfoma mio non-Hodgkin aggressivo o crescita lenta?
  • Avrò bisogno di altri esami?
  • Avrò bisogno di cure?
  • Quali sono le opzioni di trattamento?
  • Quali sono i potenziali effetti collaterali di ogni trattamento?
  • Come sarà il trattamento sulla mia vita quotidiana? Posso continuare a lavorare?
  • Quanto dura il trattamento durerà?
  • Esiste un trattamento che si sente è meglio per me?
  • Se tu avessi un amico o una persona cara nella mia situazione, quale consiglio daresti quella persona?
  • Dovrei vedere uno specialista? Quale sarà quel costo, e la mia assicurazione coprire?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia?

Oltre alle domande che hai preparato di chiedere al vostro medico, non esitate a chiedere ulteriori domande come sono venuti fuori durante il vostro appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico è in grado di chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere può consentire più tempo per coprire altri punti che si desidera affrontare. Il medico può chiedere:

  • Quando hai inizia ad avvertire i sintomi?
  • I sintomi sono in continuo o occasionale?
  • Quanto gravi sono i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra migliorare i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare i sintomi?

Test e diagnosi

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare il linfoma non-Hodgkin comprendono:

  • Esame fisico.  Il medico può effettuare un esame fisico per determinare la dimensione e la condizione dei linfonodi e per scoprire se il fegato e la milza sono ingrandite.
  • Gli esami del sangue e delle urine.  esami del sangue e delle urine possono aiutare a escludere un’infezione o altra malattia.
  • Esami di imaging.  Il medico può raccomandare test di imaging per cercare i tumori nel vostro corpo. Esami di imaging possono includere a raggi X, la tomografia computerizzata (TC), la risonanza magnetica (MRI) o la tomografia a emissione di positroni (PET).
  • Rimozione di un campione di tessuto linfonodale per il test.  Il medico può raccomandare una procedura di biopsia per assaggiare o rimuovere un linfonodo per le prove. Analizzando tessuto linfonodale in un laboratorio può rivelare se si dispone di linfoma non-Hodgkin e, in caso affermativo, di quale tipo.
  • Alla ricerca di cellule tumorali nel midollo osseo.  Per scoprire se la malattia si è diffusa, il medico può richiedere una biopsia del midollo osseo. Questo comporta l’inserimento di un ago nella osso pelvico per ottenere un campione di midollo osseo.

Trattamenti e farmaci

Le opzioni di trattamento sono determinate sulla base del tipo e dallo stadio del linfoma, la tua età, e la vostra salute generale.

Il trattamento non è sempre necessario
Se il linfoma sembra essere a crescita lenta (indolente), un attendista vedere l’approccio può essere un’opzione. Linfomi indolenti che non causano segni e sintomi possono non richiedere un trattamento per anni.

Ritardare il trattamento non significa che sarete da soli. Il medico probabilmente programmare regolari controlli ogni pochi mesi per monitorare la sua condizione e assicurarsi che il cancro non avanza.

Il trattamento per il linfoma che provoca segni e sintomi
Se il linfoma vostro non-Hodgkin aggressivo o provoca segni e sintomi, il medico può consigliare il trattamento. Le opzioni possono includere:

  • . Chemioterapia  La chemioterapia è il trattamento farmacologico – somministrato per via orale o per iniezione – che uccide le cellule tumorali. I farmaci chemioterapici possono essere somministrati da soli, in combinazione con altri farmaci chemioterapici o in combinazione con altri trattamenti.
  • Radioterapia.  radioterapia utilizza raggi ad alta potenza di energia, come i raggi X, per uccidere le cellule cancerose e ridurre i tumori. Durante la radioterapia, si sta posizionato su un tavolo e una grande macchina indirizza la radiazione in punti precisi sul tuo corpo.La radioterapia può essere usato da solo o in combinazione con altri trattamenti del cancro.
  • Trapianto di cellule staminali.  Un trapianto di cellule staminali è una procedura che coinvolge molto alte dosi di chemioterapia o radiazioni con l’obiettivo di uccidere le cellule di linfoma che non possono essere uccisi con dosi standard. Successivamente, le cellule sane staminali – le tue o da un donatore – sono iniettati nel vostro corpo, dove si possono formare nuove cellule del sangue sane.
  • I farmaci che migliorano la capacità del sistema immunitario per combattere il cancro.  farmaci biologici aiutano immunitario a combattere il cancro sistema del vostro corpo. Rituximab (Rituxan) è un tipo di anticorpo monoclonale che si attacca a B cellule e li rende più visibile al sistema immunitario, che può poi attaccare. Rituximab riduce il numero delle cellule B, comprese le cellule B sane, ma il tuo corpo produce nuove cellule B sane per sostituire questi. Le cellule B cancerose sono meno probabilità di ripresentarsi.
  • Farmaci che offrono radiazioni direttamente alle cellule tumorali. farmaci Radioimmunoterapia sono fatti di anticorpi monoclonali che portano isotopi radioattivi.Questo permette l’anticorpo di attaccare le cellule tumorali e fornire radiazioni direttamente alle cellule. Due farmaci radioimmunoterapia – ibritumomab (Zevalin) e Tositumomab (Bexxar) – sono usati per trattare il linfoma.

Coping e supporto

Una diagnosi di cancro può essere schiacciante. Con il tempo troverete modi per affrontare il disagio e l’incertezza del cancro. Fino ad allora, si possono trovare aiuta a:

  • Per saperne abbastanza di linfoma per prendere decisioni circa la vostra cura. Chiedi al tuo medico di linfoma tuo non-Hodgkin, comprese le opzioni di trattamento e, se volete, la vostra prognosi. Come si impara di più su linfoma non-Hodgkin, si può diventare più sicuri nel prendere decisioni di trattamento.
  • Tieni gli amici e la famiglia vicino.  Mantenere le relazioni intime forte ti aiuteranno a trattare con linfoma tuo non-Hodgkin. Amici e parenti possono fornire il supporto pratico di cui ha bisogno, come aiutare prendersi cura della vostra casa, se siete in ospedale. E possono servire come supporto emotivo quando ci si sente sopraffatti dal cancro.
  • Trovare qualcuno con cui parlare.  Trovare un buon ascoltatore con cui si può parlare delle vostre speranze e paure. Questo può essere un amico o un familiare. La preoccupazione e la comprensione di un consulente, medico assistente sociale, membro del clero o gruppo di sostegno possono anche essere utili.Chiedete al vostro medico di gruppi di sostegno nella vostra zona. O controllare la tua rubrica, biblioteca o un’organizzazione cancro, come il National Cancer Institute o il Leukemia & Lymphoma Society.
Powered by: Wordpress