Malattia

Lobo temporale sequestro

Lobo temporale sequestroCrisi epilettiche del lobo temporale sono convulsioni che hanno origine nei due lobi temporali del vostro cervello.

I lobi temporali elaborano le emozioni, combatti o ponti reazioni, e sono importanti per la memoria a breve termine. Alcuni sintomi di un lobo temporale sequestro possono essere correlati a queste funzioni, tra cui avere strane sensazioni – come euforia, paura, panico e deja vu.

Durante un lobo sequestro temporale, si può rimanere parzialmente cosciente. Oppure, se il lobo temporale sequestro è più intenso, si può essere insensibili, anche se si guarda sveglio. È inoltre possibile effettuare movimenti ripetitivi delle tue labbra e mani.

Crisi epilettiche del lobo temporale possono derivare da un difetto anatomico o cicatrice. Ma la causa resta spesso sconosciuta.

Crisi epilettiche del lobo temporale possono essere resistenti ai farmaci anti-sequestro. La chirurgia può essere un’opzione per alcune persone che non rispondono ai farmaci.

Sintomi

Una sensazione insolita, noto come aura, può precedere un lobo temporale sequestro, che agisce come un avvertimento. Non tutti coloro che hanno crisi epilettiche del lobo temporale sperimenta aure, e coloro che hanno aure non li ricorderà. L’aura è in realtà un piccolo sequestro in sé – uno che non si è diffuso in un sequestro osservabile che altera la coscienza e la capacità di rispondere. Esempi di aure includono:

  • Un improvviso senso di paura immotivata
  • Un’esperienza deja vu – la sensazione che ciò che sta accadendo è successo prima
  • L’improvvisa comparsa di uno strano odore o sapore
  • Una sensazione crescente nell’addome

Le persone che hanno crisi epilettiche del lobo temporale possono rimanere parzialmente cosciente durante un sequestro, ma anche possono perdere la consapevolezza del loro ambiente e spesso non ricordare cosa è successo.

Un lobo temporale sequestro di solito dura 30 secondi a due minuti. Segni caratteristici e sintomi di crisi epilettiche del lobo temporale includono:

  • Perdita di consapevolezza dei dintorni
  • Staring
  • Schiocco delle labbra
  • Deglutizione o masticazione ripetuta
  • Movimenti delle dita insoliti, come la raccolta mozioni

Dopo un lobo sequestro temporale, si può avere:

  • Un breve periodo di confusione e difficoltà a parlare
  • Incapacità di ricordare gli eventi che si sono verificati durante il sequestro
  • Inconsapevolezza di aver avuto un attacco fino a quando qualcun altro ti dice

In casi estremi, ciò che inizia come un lobo temporale sequestro si evolve in un grande male (tonico-cloniche) il sequestro – con convulsioni e perdita di coscienza.

Quando per vedere un medico

Consultare un medico  in queste circostanze:

  • Se pensi di avere le convulsioni – la diagnosi precoce è importante
  • Quando il numero o la gravità delle crisi aumenta in modo significativo senza spiegazioni
  • Quando i nuovi segni o sintomi di convulsioni compaiono

Cercate assistenza medica di emergenza se:

  • Un sequestro dura più di cinque minuti
  • La persona non recupera completamente o più rapidamente al solito dopo il sequestro è finita
  • Contrazioni ritmiche dei muscoli o movimenti a scatti verificarsi, che possono indicare un attacco epilettico sta sviluppando

Se appare un attacco epilettico può essere lo sviluppo:

  • Chiamare subito il medico.
  • Rotolare delicatamente la persona su un lato e mettere qualcosa di morbido sotto la sua testa.
  • Allentare cravatte strette.
  • Non mettere nulla in bocca – la lingua non può essere ingerito, e gli oggetti messi in bocca può essere morso o inalato.
  • Non cercare di trattenere la persona. Cercare un braccialetto medico di allarme, che può indicare una persona di contatto di emergenza e altre informazioni.

Cause

Spesso, la causa delle crisi del lobo temporale rimane sconosciuta. Tuttavia, possono essere il risultato di:

  • Lesione cerebrale traumatica
  • Infezioni, come l’encefalite o meningite, o la storia di tale infezione
  • Un processo che provoca cicatrici (gliosi) in una parte del lobo temporale chiamata ippocampo
  • Malattie infiammatorie del cervello
  • Lesioni a causa di una precedente mancanza di ossigeno
  • Malformazioni dei vasi sanguigni nel cervello
  • Corsa
  • Tumori cerebrali
  • Sindromi genetiche

Durante la veglia e il sonno normale, le cellule del cervello producono varia attività elettrica. Se l’attività elettrica in molte cellule del cervello diventa anormalmente sincronizzato, possono verificarsi convulsioni o sequestro. Se questo accade in una sola zona del cervello, il risultato è una crisi parziale. Quando ciò si verifica in una zona del cervello nota come lobo temporale, si chiama un lobo temporale sequestro.

Complicazioni

Nel corso del tempo, ripetute convulsioni lobo temporale possono causare la parte del cervello che è responsabile per l’apprendimento e memoria a ridursi. Questa zona è chiamata ippocampo. Perdita di cellule cerebrali in questo settore può causare problemi di memoria.

Prepararsi per un appuntamento

È probabile che iniziare dal vedere il vostro medico di famiglia o medico di medicina generale, allora è probabile essere indirizzati ad un medico specializzato in disturbi del sistema nervoso (neurologo).

E ‘bene prepararsi per l’appuntamento. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento, e sapere cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Scrivete tutti i sintomi voi o il vostro bambino ha sperimentato,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento. Prendere nota in particolare dei diversi tipi di crisi epilettiche esperti. Ad esempio, fare qualche effetto sul lato sinistro superiore destra o viceversa? Fare qualche effetto discorso e non altri?
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine e integratori voi o il vostro bambino sta assumendo e dei dosaggi utilizzati. Annotare le ragioni qualsiasi sono state interrotte, anche a causa degli effetti collaterali o mancanza di efficacia.
  • Chiedi a un membro della famiglia a venire con voi al medico, perché non è sempre facile ricordare tutto quello che è stato detto durante il vostro appuntamento. Inoltre, dal momento che la perdita di memoria può accadere durante la crisi, molte volte un osservatore è in grado di descrivere meglio le crisi che è la persona che ha avuto le convulsioni.
  • Scrivete le domande per chiedere  il vostro medico.

Preparare un elenco di domande che il medico vi aiuterà a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Per il sequestro temporale, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • È la diagnosi di epilessia?
  • Si verificheranno più crisi? Si verificano diversi tipi di crisi epilettiche?
  • Che tipo di test sono necessari? Do questi test richiedono alcuna preparazione particolare?
  • Quali cure sono disponibili, e che mi consiglia?
  • Che tipo di effetti collaterali posso aspettarmi dal trattamento?
  • È un intervento chirurgico una possibilità?
  • Ci sono delle restrizioni di attività?
  • C’è un’alternativa generica al farmaco che stai prescrizione?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me? Quali siti web mi consiglia?

Non esitate a fare tutte le altre domande che si verificano a voi.

Cosa aspettarsi dal proprio medico

Il medico è in grado di chiedere una serie di domande, quali:

  • Quando hai o il vostro bambino inizia ad avvertire i sintomi?
  • Avete notato qualche sensazioni insolite prima dei sequestri?
  • Quanto spesso si verificano gli attacchi?
  • Puoi descrivere un sequestro tipico?
  • Quanto durano le crisi durano?
  • Fare i sequestri avvengono in cluster?
  • Hanno tutti lo stesso aspetto o ci sono diversi sequestro voi i comportamenti o gli altri hanno visto?
  • Quali farmaci sono voi o il vostro bambino provato? Quali dosi sono stati utilizzati?
  • Hai provato tutte le combinazioni di farmaci?
  • Avete notato alcun sequestro innesca, come la privazione del sonno o malattia?

Test e diagnosi

La storia della medicina

Il medico avrà bisogno di una descrizione dettagliata dei sequestri, preferibilmente da un testimone, perché la maggior parte delle persone che hanno crisi epilettiche del lobo temporale non ricordano gli episodi.

Esame neurologico
Se hai avuto un attacco epilettico, il medico di solito dovrà eseguire un esame neurologico che le prove:

  • Riflessi
  • Tono muscolare
  • La forza muscolare
  • Funzione sensoriale
  • Andatura
  • Posizione
  • Coordinazione
  • Equilibrio

Lui o lei può anche chiedere informazioni per valutare il vostro pensiero, giudizio e la memoria.

Gli esami del sangue e scansioni

Gli esami del sangue possono essere ordinati come appropriato per verificare eventuali problemi che potrebbero causare o scatenanti le crisi epilettiche.

Il medico può anche suggerire scansioni o test volti a rilevare anomalie all’interno del cervello.

  • Elettroencefalogramma (EEG).  L’EEG mostra l’attività elettrica del cervello, come registrato da elettrodi attaccati al cuoio capelluto. Le persone con epilessia hanno spesso cambiamenti nei loro modelli di onde cerebrali, anche se non avendo un sequestro. L’EEG a volte può aiutare a indicare il tipo di sequestri che stai avendo.In alcuni casi, il medico può raccomandare monitoraggio video-EEG in ospedale. Questo consente al medico di confrontare – secondo per secondo – i comportamenti osservati durante una crisi con il modello di EEG. Questo può aiutare il medico a individuare il tipo di disturbi convulsivi che hai, che aiuta a identificare le opzioni terapeutiche più appropriate, e può contribuire a fare in modo che la diagnosi di crisi epilettiche è corretta.
  • La risonanza magnetica (MRI).  Una macchina di risonanza magnetica produce immagini dettagliate del cervello. Anche se molte persone con convulsioni ed epilessia hanno risonanza magnetica normali, alcune anomalie MRI possono fornire un indizio per la causa delle crisi epilettiche.Durante il test, si trovano su un tavolo imbottito che scivola nella macchina MRI. La tua testa sarà immobilizzato in un tutore, per migliorare la precisione. Il test è indolore, ma alcune persone sperimentano claustrofobia all’interno ravvicinati della macchina MRI. Se si pensa di avere questo problema, informare il medico prima dello studio.
  • Emissione di singolo fotone tomografia computerizzata (SPECT).  Questo tipo di test è talvolta usato in persone che vengono valutati per la chirurgia dell’epilessia quando l’area di sequestro esordio non è chiaro in risonanza magnetica o EEG. SPECT richiede due scansioni – uno durante una crisi e una nel corso di un periodo nonseizure, ognuna eseguita in giorni separati. Materiale radioattivo viene iniettato per entrambe le scansioni. Il sequestro e la scansione nonseizure sono poi confrontati su un computer per vedere l’area del cervello con la maggiore attività durante il sequestro. L’immagine risultante è quindi sovrapposta MRI. Questo viene utilizzato con le informazioni EEG per guidare i chirurghi durante la pianificazione intervento chirurgico per possibili aree di sequestro esordio.

Trattamenti e farmaci

Farmaci

Numerosi farmaci sono disponibili per il trattamento di crisi epilettiche del lobo temporale, tra cui:

  • Carbamazepina (Carbatrol, Tegretol, altri)
  • Fenitoina (Dilantin, Phenytek)
  • L’acido valproico (Depakene, Stavzor)
  • Oxcarbazepina (Trileptal)
  • Lamotrigina (Lamictal)
  • Gabapentin (Gralise, Neurontin)
  • Topiramato (Topamax)
  • Phenobarbital
  • La zonisamide (Zonegran)
  • Levetiracetam (Keppra)
  • Tiagabine (Gabitril)
  • Pregabalin (Lyrica)
  • Felbamato (Felbatol)
  • Lacosamide (Vimpat)
  • Vigabatrin (Sabril)

Tuttavia, molte persone non raggiungono il controllo delle crisi con i farmaci da soli, e gli effetti collaterali, tra cui la stanchezza, aumento di peso e vertigini, sono comuni. In particolare, la FDA ha emesso un avviso che il farmaco Lamictal è stato associato con un tipo di meningite.Discutere possibili effetti collaterali con il medico al momento di decidere sulle opzioni di trattamento.

Chirurgia

Le percentuali di successo per il temporale gamma chirurgia epilessia del lobo da circa il 60 al 90 per cento. Successo, come definito in studi di outcome chirurgico, significa non avere crisi epilettiche o molto meno convulsioni. Non significa sospensione del farmaco.

La chirurgia non è generalmente un’opzione se:

  • Le crisi provengono da una regione del cervello che svolge le funzioni vitali del cervello
  • Le crisi provengono da più di un settore
  • Dove le crisi provengono non possono essere identificati

Preparazione per la chirurgia  probabilmente coinvolge parlare con il vostro chirurgo circa la sua esperienza, i tassi di successo e tassi di complicazione con la procedura che si sta valutando. Si consiglia inoltre di chiedere un secondo parere prima di un intervento chirurgico.

Prima dell’intervento, è necessario:

  • Una valutazione complessiva
  • Scansioni MRI del cervello
  • Osservazione delle crisi epilettiche in una unità di controllo su base ospedaliera utilizzando registrazioni video e EEG

In alcuni casi, la chirurgia impiantare elettrodi intracranici può essere necessario prima di decidere sulla chirurgia lobo temporale.

Dopo l’intervento chirurgico,  la maggior parte delle persone hanno bisogno di continuare a prendere farmaci per contribuire a garantire che le crisi non si ripetano. Tuttavia, la chirurgia di successo spesso significa essere in grado di ridurre la dose, e alcune persone sono in grado di interrompere l’assunzione del farmaco. Raramente, la chirurgia può portare a problemi neurologici. Discutere i possibili rischi con il chirurgo prima di prendere decisioni definitive in merito a un intervento chirurgico.

Radiochirurgia

I ricercatori hanno indagato l’uso di radiochirurgia, che utilizza un Gamma Knife per fornire una dose precisa di radiazioni alla porzione danneggiata del cervello. Questa procedura è ancora considerata sperimentale, e gli effetti anti-sequestro, nonché gli eventuali effetti collaterali della procedura può essere ritardata per 1-2 anni.

Stimolazione del nervo vago

Un dispositivo chiamato uno stimolatore del nervo vago può essere un’opzione se i farmaci sono inefficaci o causare gravi effetti collaterali. Lo stimolatore viene impiantato nel torace sotto la clavicola. Fili dal stimolatore sono collegati al nervo vago nel collo. Il dispositivo si accende e si spegne secondo un programma regolabile e può essere attivato con un magnete.Il dispositivo non rileva convulsioni. E ‘generalmente ben tollerato, ma non è un sostituto per i farmaci.

Gravidanza e sequestri

La cosa più importante da ricordare è quello di pianificare una gravidanza. Le donne che sono sui farmaci per le crisi di solito sono in grado di avere gravidanze sane. Tuttavia, il rischio difetto di nascita è circa il doppio di quella delle donne incinte che non necessitano di farmaci sequestro. Le convulsioni costituiscono un rischio per un bambino di sviluppo, quindi non è generalmente consigliato di smettere di farmaci durante la gravidanza. Discutere questi rischi con il medico. Perché la gravidanza può alterare i livelli di farmaco, la pianificazione preconcetto è particolarmente importante per le donne con crisi epilettiche.

Il rischio di difetti alla nascita differisce a seconda del farmaco sequestro, ed è considerato essere maggiore nelle donne che assumono più di un farmaco. L’American Academy of Neurology suggerisce che le donne evitare l’uso di acido valproico durante la gravidanza, a causa dei rischi per il bambino. Se le crisi non possono essere ben controllate con qualsiasi altro farmaco, discutere i rischi potenziali con il vostro medico.

I farmaci contraccettivi e anti-sequestro

Alcuni farmaci anti-sequestro possono alterare l’efficacia del contraccettivo orale (controllo delle nascite) farmaco. Se la contraccezione è una priorità, consultare il medico per valutare se il farmaco interagisce con il contraccettivo orale, e se devono essere considerate altre forme di contraccezione.

Stile di vita e rimedi casalinghi

Alcune attività potrebbero essere pericolosi se si dispone di un sequestro, mentre facendo loro. Le attività comprendono:

  • Nuoto.  Se andate in acqua, non andare da soli e indossare un salvagente.
  • Balneazione.  balneazione può anche rappresentare un rischio di annegamento. Doccia invece.
  • Lavorando in alto.  Potreste cadere durante una crisi.
  • Guidare un’auto o di usare altre apparecchiature.  Tutti gli stati hanno restrizioni di licenza per la guida per le persone con una storia di convulsioni. Le regole variano da stato a stato.

Si consiglia di indossare un braccialetto medico per aiutare il personale medico di emergenza. Il bracciale deve indicare chi contattare in caso di emergenza, quali farmaci utilizzare e le vostre allergie farmaci.

Coping e supporto

Anche dopo che sono sotto controllo, crisi epilettiche possono influenzare la vostra vita. Crisi epilettiche del lobo temporale possono presentare anche più di una sfida affrontare, perché la gente non può riconoscere il comportamento insolito come un sequestro. I bambini possono ottenere presi in giro o essere imbarazzato dalla loro condizione, e di vivere con la costante minaccia di un altro attacco possono vanificare i bambini e gli adulti. Scarsa autostima, depressione e suicidio sono aumentati in persone che hanno ripetute crisi epilettiche.

Si possono trovare utile parlare con altre persone che sono nella stessa situazione ci si trovi.Oltre ad offrire supporto, possono anche avere consigli o suggerimenti per affrontare che non hai considerato. La Fondazione Epilessia ha una rete di gruppi di sostegno, così come forum online per ragazzi e adulti che hanno crisi epilettiche e per i genitori dei bambini che hanno crisi epilettiche.

Powered by: Wordpress