Malattia

Neuropatia autonomica

Autonomic neuropathyNeuropatia autonomica è un disturbo nervoso che colpisce le funzioni involontarie del corpo, tra cui la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la sudorazione e la digestione.

Non è una malattia specifica. Neuropatia autonomica si riferisce a danni ai nervi autonomi.Questo danno interrotti i segnali tra il cervello e porzioni del sistema nervoso autonomo, come il cuore, vasi sanguigni e ghiandole sudoripare. Ciò può causare la diminuzione o anormale prestazioni di una o più funzioni involontarie del corpo.

Neuropatia autonomica può essere una complicanza di un certo numero di malattie e condizioni. E alcuni farmaci possono causare neuropatia autonomica come effetto collaterale. Segni, sintomi e trattamento della neuropatia autonomica variano a seconda della causa, e su cui sono colpiti i nervi.

Sintomi

Segni e sintomi di neuropatia autonomica variano, a seconda che sono colpiti parti del sistema nervoso autonomo. Essi possono includere:

  • Capogiri e svenimenti  in posizione eretta causato da un calo della pressione sanguigna.
  • Problemi urinari,  tra cui difficoltà di minzione di partenza, l’incontinenza urinaria e l’incapacità di svuotare completamente la vescica, che può portare a infezioni del tratto urinario.
  • Difficoltà sessuali,  tra cui problemi di raggiungere o mantenere l’erezione (disfunzione erettile), o problemi di eiaculazione negli uomini, e secchezza e difficoltà con l’eccitazione e l’orgasmo vaginale nelle donne.
  • Difficoltà a digerire cibo,  dovuto la funzione digestiva anormale e lento svuotamento dello stomaco (gastroparesi). Ciò può causare una sensazione di pienezza dopo aver mangiato poco, perdita di appetito, diarrea, stitichezza, gonfiore addominale, nausea, vomito, difficoltà di deglutizione e bruciore di stomaco.
  • Anomalie sudorazione,  come ad esempio un’eccessiva o ridotta sudorazione, che colpisce la capacità di regolare la temperatura corporea.
  • Allievo di reazione lenta,  rendendo difficile da regolare dal chiaro allo scuro e causando problemi con la guida notturna.
  • Intolleranza all’esercizio fisico,  che si può verificare se la frequenza cardiaca rimane invariato, invece di aumentare e diminuire in modo appropriato in risposta al vostro livello di attività.

Quando per vedere un medico
cercare cure mediche subito se si inizia a sperimentare uno qualsiasi dei segni e dei sintomi della neuropatia autonomica. Se hai il diabete, un sistema immunitario compromesso o di un’altra condizione medica cronica, consultare il medico regolarmente per essere controllati per danni ai nervi.

L’American Diabetes Association (ADA) raccomanda che le persone con diabete di tipo 2, essere sottoposti a screening ogni anno per la neuropatia autonomica di partenza non appena ricevono la diagnosi di diabete. Per le persone con diabete di tipo 1, l’ADA raccomanda uno screening annuale inizio cinque anni dopo la diagnosi di diabete.

Cause

Neuropatia autonomica può essere causato da un gran numero di malattie e condizioni o può essere un effetto collaterale del trattamento per le malattie correlate al sistema nervoso. Alcune cause comuni di neuropatia autonomica sono:

  • Anomalo accumulo di proteine  ​​negli organi (amiloidosi), che colpisce gli organi e il sistema nervoso.
  • Malattie autoimmuni,  in cui i vostri sistema immunitario attacca e danneggia parti del corpo, tra cui i vostri nervi. Gli esempi includono la sindrome di Sjogren e lupus eritematoso sistemico. Neuropatia autonomica può anche essere causato da un attacco anomalo da parte del sistema immunitario che si verifica a causa di alcuni tumori (sindrome paraneoplastica).
  • Il diabete,  che è la causa più comune di neuropatia autonomica, può gradualmente causare danni ai nervi in tutto il corpo.
  • Lesioni ai nervi  causati da un intervento chirurgico o radiazioni al collo.
  • Il trattamento con alcuni farmaci,  tra cui alcuni farmaci utilizzati nella chemioterapia, alcuni antidepressivi e alcuni farmaci cardiaci.
  • Altre malattie croniche,  come il morbo di Parkinson.
  • Alcune malattie infettive.  Alcuni virus e batteri, come il botulismo, la lebbra e la difterite, possono causare neuropatia autonomica.
  • Malattie ereditarie.  Alcuni disturbi ereditari possono causare neuropatia autonomica.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di neuropatia autonomica sono:

  • Diabete.  Diabete, diabete scarsamente controllato soprattutto, aumenta il rischio di sviluppare danni al sistema nervoso, tra cui la neuropatia autonomica. Il rischio è maggiore per le persone che hanno avuto la malattia per più di 25 anni e hanno difficoltà a controllare la loro glicemia. Inoltre, le persone con diabete che sono in sovrappeso o hanno la pressione alta o colesterolo alto hanno un rischio maggiore di neuropatia autonomica.
  • Altre malattie.  Un certo numero di altre malattie aumentano anche il rischio di neuropatia autonomica, compresi amiloidosi, cancro, lupus eritematoso sistemico ed altre malattie autoimmuni, l’HIV / AIDS, morbo di Parkinson, e botulismo.

Prepararsi per un appuntamento

È molto probabile che iniziare a vedere il vostro medico di base, o se avete il diabete, il vostro specialista di diabete (endocrinologo). Tuttavia, si può fare riferimento ad un medico specializzato in malattie dei nervi (neurologo). Inoltre, a seconda della parte del corpo che è affetto da neuropatia autonomica, potrebbe essere necessario consultare altri specialisti, come il cardiologo per i problemi con la pressione sanguigna o la frequenza cardiaca, o un gastroenterologo per difficoltà digestive.

Le visite possono essere brevi, e c’è spesso un sacco di strada da fare, è una buona idea per arrivare ben preparati. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento, e sapere cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Nel momento di effettuare la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta per alcuni test.
  • Scrivete tutti i sintomi di cui soffrite,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine o integratori che si sta prendendo.
  • Chiedi un familiare o un amico di venire con te, famiglia  , se possibile. A volte può essere difficile ricordare tutte le informazioni fornite durante un appuntamento.Qualcuno che ti accompagna può ricordare dettagli che ti sei perso o dimenticato.Inoltre, i membri della famiglia possono avere bisogno di educazione della tua malattia. Ad esempio, se non si sa quando i livelli di zucchero nel sangue sono in calo rapido (inconsapevolezza), si può passare fuori dal basso livello di zucchero nel sangue. I vostri familiari avranno bisogno di sapere quale azione intraprendere.
  • Scrivete le domande da porre  al medico.

Il vostro tempo con il medico è limitato, in modo da preparare una lista di domande può aiutarvi a fare la maggior parte del vostro tempo insieme. Per la neuropatia autonomica, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Perché ho sviluppato la neuropatia autonomica?
  • Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi?
  • Quali tipi di test ho bisogno? Fare questi test richiedono una preparazione particolare?
  • È la neuropatia autonomica temporanea o di lunga durata?
  • Quali trattamenti sono disponibili, e che mi consiglia?
  • Che tipo di effetti collaterali posso aspettarmi dal trattamento?
  • Ci sono alternative all’approccio primario che si sta suggerendo?
  • C’è qualcosa che posso fare per conto mio che vi aiuterà?
  • Ho altre condizioni di salute. Come posso gestire meglio queste condizioni insieme?
  • Devo seguire una dieta particolare?
  • Ci sono delle restrizioni di attività che devo seguire?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me sono?Quali siti web mi consiglia?

Oltre alle domande che vi siete preparati a chiedere al medico, non esitate a fare domande supplementari che possono nascere durante il vostro appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico rischia di farti una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservarsi il tempo di andare oltre tutti i punti che si desidera passare più tempo su. Il medico può chiedere:

  • Quando hai cominciate ad avvertire i sintomi?
  • I sintomi sono continui o occasionale?
  • Quanto gravi sono i sintomi?
  • C’è qualcosa sembra migliorare i sintomi?
  • Che cosa, se non altro, sembra peggiorare i sintomi?

I test e diagnosi

Neuropatia autonomica è una possibile complicanza di una serie di malattie, e le prove di cui ha bisogno spesso dipende dal fatto che o non avete conosciuto i fattori di rischio per la neuropatia autonomica.

Dopo aver conosciuto i fattori di rischio per la neuropatia autonomica
Se si dispone di condizioni che aumentano il rischio di neuropatia autonomica, come il diabete, il medico può spesso fare la diagnosi, sulla base di segni e sintomi. Allo stesso modo, se avete il cancro ed è in trattamento con un farmaco noto per causare danni ai nervi, il medico sarà alla ricerca di segni di neuropatia.

Quando non si hanno fattori di rischio per la neuropatia autonomica
Se i sintomi indicano neuropatia autonomica e tu sei a conoscenza di una causa di fondo, la diagnosi è più difficile. Il medico rischia di rivedere la vostra storia medica, chiedere una descrizione approfondita dei vostri sintomi e fare un esame fisico. I test che il medico può utilizzare per aiutare con la diagnosi valuteranno la reazione di varie funzioni del corpo controllate dal sistema nervoso autonomo. Questi possono includere:

  • Respirare prove.  Questi test misura come la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna rispondono a esercizi di respirazione come la manovra di Valsalva, in cui si espira con forza.
  • Tilt test-tavolo.  Questo test controlla come la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca rispondono ai cambiamenti di postura e posizione, simulando ciò che si verifica quando ci si alza dopo sdraiata. Tu menti piatto su un tavolo, che viene poi inclinato a sollevare la parte superiore del corpo. Normalmente, il corpo compensa il calo di pressione che si verifica quando ci si alza, restringendo i vasi sanguigni e aumentare il battito cardiaco. Questa risposta può essere rallentato o anormale se si dispone di neuropatia autonomica. Un modo più semplice per verificare i cambiamenti posturali della pressione sanguigna comporta in piedi per un minuto, poi accovacciati per un minuto e poi di nuovo in piedi. La pressione sanguigna e la frequenza cardiaca sono monitorati durante questo test.
  • Test gastrointestinale.  prove di svuotamento gastrico sono i più comuni test per controllare il movimento rallentato del cibo attraverso il sistema, ritardato svuotamento dello stomaco e altre anomalie. Questi test sono di solito fatto da un medico specializzato in disturbi digestivi (gastroenterologo).
  • Quantitative sudomotor assone prova reflex (QSART).  Tale test valuta come i nervi che regolano le ghiandole sudoripare rispondono alla stimolazione. Una piccola corrente elettrica passa attraverso quattro capsule immessi sul vostro avambraccio, piede e della gamba, mentre un computer analizza come i vostri nervi e ghiandole sudoripare reagiscono. Si può sentire il calore o una sensazione di formicolio durante il test.
  • Test del sudore termoregolazione.  Durante questo test, sei ricoperto di una polvere che cambia colore quando si suda. Quindi si entra in una camera con il lento aumento della temperatura, che alla fine ti fanno sudare. Foto Digital documentare i risultati. Il tuo modello di sudore può contribuire a confermare la diagnosi di neuropatia autonomica o altre cause di diminuzione o aumento della sudorazione.
  • Analisi delle urine e la funzione vescicale (urodinamica) test.  Se si dispone di vescica o sintomi urinari, una serie di test delle urine in grado di valutare la funzione della vescica.
  • Ultrasuoni.  Se si hanno sintomi di vescica, il medico può fare una ecografia, in cui le onde sonore ad alta frequenza creano un’immagine della vescica e altre parti del tratto urinario.

Trattamenti e farmaci

Trattamento della neuropatia autonomica comprende:

  • Curare la malattia di base.  Il primo obiettivo di trattare la neuropatia autonomica è quello di gestire la malattia o condizione di danneggiare i nervi. Ad esempio, se la causa è il diabete, è necessario controllare la glicemia di tenerlo il più vicino possibile alla norma. Curare la malattia di base può aiutare a smettere di neuropatia autonomica di progredire.
  • Gestione dei sintomi specifici.  Alcuni trattamenti possono alleviare i sintomi della neuropatia autonomica. Il trattamento si basa su quale parte del tuo corpo è più colpito da danni ai nervi.

Digestivi sintomi (gastrointestinali)
il medico può raccomandare:

  • Modificare la propria dieta.  Ciò potrebbe includere l’aumento della quantità di fibra che si mangia e si beve i liquidi. Integratori contenenti fibre, come Metamucil o Citrucel, possono anche aiutare. Assicurati di aumentare la fibra nella vostra dieta lentamente per evitare di gas e gonfiore.
  • Farmaci per aiutare il vostro stomaco vuoto.  Un farmaco chiamato metoclopramide (Reglan) aiuta il vostro stomaco vuoto più velocemente, aumentando le contrazioni del tubo digerente. Questo farmaco può causare sonnolenza, e la sua efficacia svanisce nel tempo.
  • Farmaci per alleviare costipazione.  lassativi Over-the-counter possono contribuire ad alleviare costipazione. Chiedi al tuo medico come spesso si dovrebbe usare questi farmaci. Inoltre, aumentando la quantità di fibre nella dieta può aiutare ad alleviare la costipazione.
  • Antidepressivi.  Gli antidepressivi triciclici, come l’imipramina (Tofranil) o nortriptilina (Pamelor), possono contribuire a trattare la diarrea e dolore addominale. Secchezza della bocca e ritenzione urinaria sono i possibili effetti collaterali di questi farmaci.

Sintomi urinari
il medico può suggerire:

  • Riqualificazione la vescica.  Seguendo un calendario di quando a bere liquidi e quando di urinare può aiutare ad aumentare la capacità della vescica e riqualificare la vescica di svuotare completamente al momento opportuno.
  • Farmaci per aiutare a svuotare la vescica.  Bethanechol è un farmaco che aiuta a garantire il completo svuotamento della vescica. Possibili effetti collaterali includono mal di testa, crampi addominali, gonfiore, nausea e vampate di calore.
  • Assistenza urinaria (cateterismo).  Durante questa procedura, un tubo è infilato attraverso l’uretra di svuotare la vescica.
  • I farmaci che riducono la vescica iperattiva.  Questi includono tolterodina (Detrol) o l’ossibutinina (Ditropan XL). Possibili effetti collaterali includono secchezza della bocca, mal di testa, affaticamento, costipazione e dolore addominale.

La disfunzione sessuale
Per gli uomini  con disfunzione erettile, il medico può raccomandare:

  • Farmaci che consentono l’erezione.  Farmaci come il sildenafil (Viagra), Vardenafil (Levitra), o tadalafil (Cialis) possono aiutare a raggiungere e mantenere un’erezione.Possibili effetti collaterali includono mal di testa lieve, vampate di calore, disturbi di stomaco e di visione dei colori alterata. Gli uomini con una storia di malattia cardiaca, ictus o ipertensione devono usare questi farmaci con cautela e controllo medico.Consultare immediatamente un medico se si dispone di una erezione che dura più di quattro ore.
  • Una pompa esterna.  Questo dispositivo aiuta tirare il sangue nel pene con una pompa a mano. Un anello di tensione aiuta a mantenere il sangue in posizione, mantenendo l’erezione per fino a 30 minuti.

Per le donne  con sintomi sessuali, il medico può raccomandare:

  • Lubrificanti vaginali.  Se la secchezza vaginale è un problema, lubrificanti vaginali possono rendere il rapporto sessuale più confortevole e piacevole.

Ritmo cardiaco e della pressione sanguigna sintomi
neuropatia autonomica può causare una serie di problemi di frequenza cardiaca e pressione sanguigna. Il medico può prescrivere:

  • Farmaci che aiutano a aumentare la pressione sanguigna.  Se dovesse avere capogiri o vertigini quando ti alzi, il medico può suggerire un farmaco chiamato fludrocortisone acetato. Questo farmaco aiuta l’organismo a trattenere il sale, che aiuta a regolare la pressione sanguigna. Altri farmaci che possono aiutare a aumentare la vostra pressione sanguigna comprendono midodrine (ProAmatine) e piridostigmina (Mestinon). Alta pressione sanguigna quando si sta sdraiati è un possibile effetto collaterale di midodrine.
  • Farmaco che aiuta a regolare la frequenza cardiaca.  Una classe di farmaci chiamati beta-bloccanti aiuta a regolare la frequenza cardiaca, se la frequenza cardiaca non risponde normalmente ai cambiamenti nel livello di attività.
  • Un alto contenuto di sale, dieta ricca di liquidi.  Se la pressione scende quando ti alzi, una dieta ad alto contenuto di sale di alta fluido può aiutare a mantenere la pressione sanguigna.

Sudorazione
caso di sudorazione eccessiva, il medico può prescrivere:

  • Un farmaco che riduce la sudorazione.  L’glycopyrrolate farmaco (Robinul, Robinul Forte) può diminuire la sudorazione. Gli effetti collaterali possono includere secchezza delle fauci, ritenzione urinaria, visione offuscata, alterazioni del ritmo cardiaco, perdita del gusto e sonnolenza.

Non vi è alcun farmaco per aumentare la sudorazione se avete perso la capacità di sudore.

Stile di vita e rimedi

  • Cambia postura.  Per diminuire vertigini quando in piedi, prova in piedi lentamente, per gradi. Esso può anche aiutare a flettere i piedi e afferrare le mani per alcuni secondi prima di alzarsi, per aumentare il flusso di sangue. Dopo ci si alza, prova a tendere i muscoli delle gambe mentre attraversava una gamba sopra l’altra un paio di volte per aumentare la pressione sanguigna.Può anche aiutare a sollevare la testa del vostro letto da circa 12 pollici (30 centimetri) e di sedersi con le gambe penzoloni oltre il bordo del letto per alcuni minuti prima di alzarsi dal letto.
  • Digestione.  Se si hanno sintomi gastrointestinali, provate a mangiare piccoli pasti frequenti. Aumentare la quantità di liquido che si beve, e scegliere gli alimenti che sono a basso contenuto di grassi e ricca di fibre, che migliora in genere la digestione.
  • Gestione del diabete.  Cercate di mantenere la glicemia il più vicino possibile al normale, se ha il diabete. Non solo stretto controllo della glicemia diminuire i sintomi, ma anche si può prevenire o ritardare nuovi problemi di sviluppo.

Medicina alternativa

Diversi trattamenti di medicina alternativa può aiutare le persone con neuropatia autonomica. Tuttavia, poiché la neuropatia autonomica è una condizione grave, discutere di eventuali nuovi trattamenti con il medico per garantire che essi non interferiscano con i trattamenti che stai già assumendo o causare alcun danno.

Alfa-lipoico
ricerca preliminare suggerisce questo antiossidante può essere utile nel rallentare o addirittura invertire la neuropatia che causa la pressione sanguigna o problemi di frequenza cardiaca. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi.

Agopuntura
Questa terapia, che utilizza numerosi sottili aghi posizionati su punti specifici del corpo, può contribuire a trattare lento svuotamento dello stomaco. Ulteriori studi sono necessari per confermare il ruolo di agopuntura è nel trattamento di neuropatia autonomica, tuttavia.

Coping e supporto

Vivere con una malattia cronica presenta sfide quotidiane. Alcuni di questi suggerimenti possono rendere più facile per voi per far fronte:

  • Stabilire delle priorità.  Decidere quali compiti che devi fare in un dato giorno, come pagare le bollette o fare la spesa, e che può attendere un altro tempo. Resta attivo, ma senza esagerare.
  • Cercare e accettare l’aiuto di amici e parenti.  Avere un sistema di supporto e di un atteggiamento positivo può aiutare a far fronte alle sfide che dovete affrontare.Chiedere o accettare aiuto quando ne avete bisogno. Non chiuderti fuori dalla famiglia e dagli amici.
  • Parlare con un consulente o terapeuta.  depressione e impotenza sono possibili complicanze della neuropatia autonomica. Se si verifica uno, potreste trovare utile parlare con un consulente o terapeuta in aggiunta al vostro medico di assistenza primaria. Ci sono trattamenti che possono aiutare.
  • Di unirsi a un gruppo di sostegno.  Chiedete al vostro medico di gruppi di sostegno nella vostra zona. Se non c’è un gruppo specifico per le persone con neuropatie, si potrebbe scoprire che c’è un gruppo di sostegno per la vostra condizione di base, come ad esempio il diabete. Alcune persone trovano utile per parlare con altre persone che veramente capire quello che stanno passando. Oltre ad offrire cameratismo, i membri del gruppo di sostegno possono anche avere consigli o trucchi per rendere la vita più facile con neuropatia autonomica.

Prevenzione

Mentre alcune malattie ereditarie che si mette a rischio di sviluppare neuropatia autonomica non possono essere evitati, si può rallentare l’insorgenza o la progressione dei sintomi prendendo cura della vostra salute in generale e la gestione delle condizioni mediche. Seguite i consigli del vostro medico di vita sana per le malattie e le condizioni di controllo, che possono includere le seguenti raccomandazioni:

  • Controllare la glicemia, se si ha il diabete.
  • Cercare un trattamento per l’alcolismo.
  • Ottenere un trattamento adeguato per qualsiasi malattia autoimmune.
  • Prendere provvedimenti per prevenire o controllare la pressione alta.
  • Raggiungere e mantenere un peso sano.
  • Smettere di fumare.
  • Esercizio regolarmente.
Powered by: Wordpress