Malattia

Prediabetes

PrediabetesPrediabetes significa che il livello di zuccheri nel sangue è superiore al normale, ma non è ancora abbastanza alta da essere classificato come diabete di tipo 2. Eppure, senza l’intervento, prediabete è destinato a diventare diabete di tipo 2 in 10 anni o meno. E, se avete prediabete, il danno a lungo termine del diabete – soprattutto al vostro cuore e il sistema circolatorio – potrebbe essere già iniziato.

Ci sono buone notizie, però. Prediabetes può essere un’opportunità per voi per migliorare la vostra salute, perché progressione da prediabete al diabete di tipo 2 non è inevitabile. Con i cambiamenti di stile di vita sano – come mangiare cibi sani, compresa l’attività fisica nella routine quotidiana e il mantenimento di un peso sano – si può essere in grado di portare il livello di zucchero nel sangue torna alla normalità.

Sintomi

Spesso, prediabete non ha segni o sintomi.

Zone oscurate di pelle, una condizione chiamata acanthosis nigricans, è uno dei pochi simboli che suggeriscono si è a rischio per il diabete. Le aree comuni che possono essere interessate sono il collo, ascelle, gomiti, ginocchia e nocche.

Bandiere rosse classici del diabete di tipo 2 da guardare per le seguenti:

  • Aumento della sete
  • Minzione frequente
  • Stanchezza
  • Visione offuscata

Quando per vedere un medico
Consultare il medico se sei preoccupato per il diabete o se si notano segni del diabete di tipo 2 o sintomi – aumento della sete e la minzione frequente, stanchezza e visione offuscata.

Chiedete al vostro medico circa lo screening della glicemia se avete qualche fattori di rischio per il prediabete, come ad esempio:

  • Sei in sovrappeso, con un indice di massa corporea superiore a 25.
  • Sei inattivo.
  • Tu sei l’età di 45 anni o più.
  • Hai una storia familiare di diabete di tipo 2.
  • Sei afro-americani, ispanici, indiani d’America, asiatico-americano o di una delle isole del Pacifico.
  • È sviluppato il diabete gestazionale quando eri incinta o ha dato alla luce un bambino che pesava più di 9 libbre (4.1 chilogrammi).
  • Avete la sindrome dell’ovaio policistico, una condizione comune caratterizzata da periodi mestruali irregolari, la crescita di peli in eccesso e obesità.
  • Avete la pressione alta.
  • Il tuo lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) colesterolo (il colesterolo “buono”) è inferiore a 35 milligrammi per decilitro (mg / dL) – 0.9 millimoli per litro o mmol / L – o il vostro livello di trigliceridi è superiore a 250 mg / dL (2,83 mmol / L).
  • È regolarmente dorme meno di sei ore o più di nove ore a notte.

Cause

La causa esatta di prediabete è sconosciuta, anche se i ricercatori hanno scoperto alcuni geni che sono legati alla resistenza all’insulina. L’eccesso di grasso – in particolare il grasso addominale – e l’inattività sembrano essere fattori importanti nello sviluppo di prediabete.

Ciò che è chiaro è che le persone che hanno prediabete non sono lo zucchero elaborazione abbastanza (glucosio) più correttamente. Questo fa sì che lo zucchero a costruire nel sangue invece di fare il suo normale lavoro di alimentare le cellule che compongono i muscoli e altri tessuti.

La maggior parte del glucosio nel corpo proviene dagli alimenti che mangiamo, in particolare gli alimenti che contengono carboidrati. Qualsiasi alimento che contiene carboidrati può influenzare i livelli di zucchero nel sangue, non solo i cibi dolci.

Durante la digestione, lo zucchero passa nel sangue e con l’aiuto di insulina viene assorbita nelle cellule del corpo per dare loro energia.

L’insulina è un ormone che viene dal pancreas, una ghiandola situata dietro lo stomaco.Quando si mangia, il pancreas secerne insulina nel flusso sanguigno. Come l’insulina circola, agisce come una chiave che apre le porte microscopici che permettono zucchero per inserire le tue cellule. L’insulina abbassa la quantità di zucchero nel sangue. Come il vostro livello di zucchero nel sangue scende, così fa la secrezione di insulina dal pancreas.

Quando si dispone di prediabete, questo processo comincia a lavorare in modo improprio.Invece di alimentare le cellule, lo zucchero si accumula nel sangue. Ciò si verifica quando il pancreas non produce abbastanza insulina o le cellule diventano resistenti all’azione dell’insulina o entrambi.

Fattori di rischio

Gli stessi fattori che aumentano il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 aumentano il rischio di sviluppare prediabete, tra cui:

  • Il peso in eccesso.  Essere in sovrappeso è un fattore di rischio primario per prediabete.Il più tessuto adiposo si dispone – in particolare all’interno e tra il muscolo e la pelle intorno al vostro addome – i più resistenti le cellule diventano all’insulina.
  • Inattività.  Meno sei attivo, maggiore è il rischio di prediabete. L’attività fisica aiuta a controllare il peso, utilizza il glucosio come energia e rende le cellule più sensibili all’insulina.
  • L’avanzare dell’età.  Il rischio di prediabetes aumenta quando si invecchia, soprattutto dopo 45 anni. Ciò può essere perché le persone tendono meno ad esercitare, perdere massa muscolare e aumento di peso man mano che invecchiano. Tuttavia, le persone anziane non sono gli unici a rischio di prediabete e diabete di tipo 2. L’incidenza di questi disturbi è in aumento anche nelle fasce di età più giovani.
  • La storia di famiglia.  Il rischio di prediabetes aumenta se un genitore o un fratello ha diabete di tipo 2.
  • Race.  Anche se è chiaro il motivo, le persone di certe razze – tra gli afro-americani, ispanici, indiani americani, asiatico-americani e Pacific Islanders – hanno maggiori probabilità di sviluppare prediabete.
  • Il diabete gestazionale.  Se avete sviluppato il diabete gestazionale quando eri incinta, il rischio di sviluppare successivamente diabete aumenta. Se ti ha dato alla luce un bambino che pesava più di 9 libbre (4.1 chilogrammi), sei anche ad aumentato rischio di diabete.
  • La sindrome dell’ovaio policistico.  Per le donne, con sindrome dell’ovaio policistico – una condizione comune caratterizzata da periodi mestruali irregolari, la crescita di peli in eccesso e obesità – aumenta il rischio di diabete.
  • Utile.  Diversi studi recenti hanno collegato la mancanza di sonno o troppo sonno per un aumento del rischio di insulino-resistenza. La ricerca suggerisce che dormire regolarmente meno di sei ore o più di nove ore a notte potrebbe il vostro rischio di prediabete o diabete di tipo 2.

Altre condizioni associate al diabete sono:

  • L’alta pressione sanguigna
  • Bassi livelli di HDL, o colesterolo “buono”
  • Alti livelli di trigliceridi – un tipo di grasso nel sangue

Quando queste condizioni – di alta pressione sanguigna, alti livelli di zucchero nel sangue, e grassi sanguigni anomali e colesterolo – si presentano insieme con l’obesità, sono associati con la resistenza all’insulina. Questo è spesso definito come sindrome metabolica.

Complicazioni

Progressione nel diabete di tipo 2 è la conseguenza più grave di prediabete non trattati.

Tipo 2 le complicanze del diabete sono:

  • L’alta pressione sanguigna
  • Colesterolo alto
  • Malattia cardiaca
  • Corsa
  • Malattie renali
  • Cecità
  • Amputazioni

Prepararsi per un appuntamento

È molto probabile che iniziare a vedere il vostro medico di famiglia o medico di medicina generale. Tuttavia, si può quindi fare riferimento ad un medico specializzato nel trattamento del diabete (endocrinologo).

Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento e sapere cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Essere a conoscenza di eventuali restrizioni pre-appuntamento.  Quando si effettua la nomina, assicuratevi di chiedere se c’è qualcosa che devi fare in anticipo, come restringere la dieta. Avrete probabilmente bisogno di digiunare per otto a 10 ore prima del vostro appuntamento in modo che il medico può misurare il tuo livello di zucchero nel sangue a digiuno.
  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  compresi quelli che possono sembrare estranei alla ragione per cui è stato programmato l’appuntamento.
  • Fate una lista di tutti i farmaci,  vitamine o integratori che stai prendendo.
  • Scrivete le domande  di chiedere al vostro medico.

Preparare un elenco di domande può aiutarvi a fare la maggior parte del vostro tempo con il vostro medico. Per prediabete, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Come posso impedire prediabete si trasformi in diabete di tipo 2?
  • C’è un farmaco che posso prendere?
  • Che tipo di effetti collaterali posso aspettarmi da farmaci?
  • Ho altre condizioni di salute. Come posso gestire al meglio insieme?
  • Quanto esercizio ho bisogno?
  • Ci sono alimenti che devo evitare? Posso ancora mangiare lo zucchero?
  • Devo vedere un dietista?
  • Ci sono opuscoli o altro materiale stampato che posso portare con me? Quali siti web mi consiglia?

Non esitate a fare tutte le altre domande che si verificano a voi. Assicuratevi di capire le raccomandazioni del medico.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico è in grado di farti domande, come ad esempio:

  • Il vostro peso cambiato di recente?
  • Non si esercita regolarmente? Se sì, per quanto tempo e con quale frequenza?
  • Avete una storia familiare di diabete?

Test e diagnosi

Chi dovrebbe essere testato
L’American Diabetes Association raccomanda lo screening di glucosio nel sangue se si dispone di eventuali fattori di rischio per il prediabete. Ciò comprende se:

  • Sono in sovrappeso, con un indice di massa corporea superiore a 25
  • Sono inattivi
  • Sono 45 anni o più anziani
  • Avere una storia familiare di diabete di tipo 2
  • Sono afro-americani, ispanici, indiani d’America, asiatico-americano o di una delle isole del Pacifico
  • Hanno una storia di diabete gestazionale o hanno dato alla luce un bambino che pesava più di 9 libbre (4.1 chilogrammi)
  • Hanno una storia di sindrome dell’ovaio policistico
  • Avere la pressione alta
  • Hanno livelli di colesterolo anomali, tra cui una lipoproteina ad alta densità (HDL) inferiore a 35 mg / dL (0,9 mmol / L) o livelli di trigliceridi superiori a 250 mg / dL (2,83 mmol / L)

I test usati per diagnosticare prediabete
Nel giugno 2009, un comitato internazionale composto da esperti della American Diabetes Association, l’Associazione Europea per lo Studio del Diabete e l’International Diabetes Federation ha raccomandato che il test prediabete include il:

  • Emoglobina glicata (A1C) del test.  Questo esame del sangue indica il livello medio di zucchero nel sangue per gli ultimi 2-3 mesi. Funziona misurando la percentuale di zucchero nel sangue attaccato alla emoglobina, la proteina che trasporta l’ossigeno nei globuli rossi. Il più alto i livelli di zucchero nel sangue, il più emoglobina avrete con lo zucchero allegato. Un livello di A1C tra il 6 e il 6,5 per cento è considerato prediabete. Un livello di 6,5 per cento o superiore su due prove separate indica la presenza di diabete.Alcune condizioni possono effettuare il test A1C imprecisa – come in caso di gravidanza o che hanno una forma rara di emoglobina (conosciuto come una variante dell’emoglobina).

Di seguito sono riportati altri test che il medico può utilizzare per diagnosticare prediabete:

  • Digiuno prova di zucchero nel sangue.  Un campione di sangue sarà presa dopo aver veloce per almeno otto ore o durante la notte. Con questo test, il livello di zucchero nel sangue inferiore a 100 milligrammi per decilitro (mg / dL) – 5.6 millimoli per litro (mmol / L) – è normale. Un livello di zucchero nel sangue 100-125 mg / dL (5,6-6,9 mmol / L) è considerato prediabete. Questo è a volte indicato come alterata glicemia a digiuno (IFG).A livello di zucchero nel sangue di 126 mg / dL (7,0 mmol / L) o superiore può indicare il diabete mellito.
  • Prova orale di tolleranza al glucosio.  Un campione di sangue sarà presa dopo aver veloce per almeno otto ore o durante la notte. Poi si beve una soluzione zuccherina, e il livello di zucchero nel sangue verrà misurato di nuovo dopo due ore. Un livello di zuccheri nel sangue inferiore a 140 mg / dl (7.8 mmol / L) è normale. Un livello di zucchero nel sangue 140-199 mg / dL (7,8-11,0 mmol / L) è considerato prediabete. Questo è a volte indicato come alterata tolleranza al glucosio (IGT). Un livello di zucchero nel sangue pari a 200 mg / dL (11,1 mmol / L) o superiore può indicare il diabete mellito.

Se il livello di zucchero nel sangue è normale, il medico può raccomandare un test di screening ogni tre anni. Se si dispone di prediabete, potrebbero essere necessari ulteriori test. Ad esempio, il medico dovrebbe controllare il livello di zucchero nel sangue a digiuno, HbA1c, colesterolo totale, colesterolo HDL, lipoproteine ​​a bassa densità (LDL) e trigliceridi, almeno una volta l’anno, forse più frequentemente se si dispone di ulteriori fattori di rischio per il diabete. Il medico può anche raccomandare un test microalbuminuria annuale, che verifica la presenza di proteine ​​nelle urine – un segno precoce di danni ai reni.

Trattamenti e farmaci

Se si dispone di prediabete, scelte di vita sano può aiutare a portare il livello di zuccheri nel sangue torna alla normalità, o almeno tenerlo di salire verso i livelli osservati nel diabete di tipo 2. Linee guida della American College of Endocrinology suggeriscono la seguente per il trattamento di prediabete:

  • Mangiare cibi sani.  Scegliere alimenti a basso contenuto di grassi e calorie e ricchi di fibre. Focus su frutta, verdura e cereali integrali. Sforzatevi di varietà per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi senza compromettere il gusto o la nutrizione.
  • Ottieni più attività fisica.  Obiettivo per 30 a 60 minuti di attività fisica moderata almeno cinque giorni alla settimana. Fate una breve passeggiata ogni giorno. Guidare la bicicletta. Nuotare. Se non è possibile inserire in un allenamento lungo, suddividerlo in piccole sessioni distribuite nell’arco della giornata.
  • Perdere chili in eccesso.  Se siete in sovrappeso, perdendo solo 5 al 10 per cento del peso corporeo – solo 10 a 20 libbre (4,5-9 kg) se pesate 200 libbre (91 kg) – possono ridurre il rischio di sviluppare il tipo 2 diabete. Per mantenere il vostro peso in una gamma sana, concentrarsi sulle modifiche permanenti alla vostra abitudini alimentari e di esercizio.Motivare se stessi ricordando i benefici di perdere peso, come un cuore sano, più energia e una migliore autostima.
  • Prendere i farmaci, se necessario.  Talvolta farmaci – come la metformina farmaci antidiabetici orali (Glucophage) e acarbose (Precose) – sono anche un’opzione se siete ad alto rischio di diabete. Questo include se i prediabete si aggravino o si soffre di malattie cardiovascolari, steatosi epatica o sindrome dell’ovaio policistico. Alcuni studi hanno indicato che pioglitazone (Actos), e farmaci simili, che migliorano la sensibilità all’insulina, potrebbero contribuire a ridurre il rischio di conversione da prediabete al diabete, ma sono stati associati con un aumento di peso e ritenzione idrica (edema).

In altri casi, i farmaci per il controllo del colesterolo – statine, in particolare – e farmaci per controllare la pressione alta sono necessari. Scelte di vita sane rimangono essenziali, tuttavia.

Poiché i risultati di diversi studi recenti suggeriscono che ottenere regolarmente una buona notte di sonno può ridurre la resistenza all’insulina, cercare di ottenere almeno sei o più ore di sonno ogni notte.

Medicina alternativa

Molte terapie alternative – tra cui cannella cassia, cromo, ginseng, glucomannano, gomma di guar, gymnema, magnesio, cardo mariano, fico d’india, soia e stevia – sono stato presentato come possibili modi per trattare o prevenire il diabete di tipo 2. Anche se alcune di queste sostanze hanno mostrato risultati promettenti in studi iniziali, non c’è alcuna prova definitiva che nessuna di queste terapie alternative sono efficaci.

Se state pensando di integratori alimentari o altre terapie alternative per curare o prevenire prediabete, consultare il medico. Lui o lei può aiutare a soppesare i pro ei contro di specifiche terapie alternative.

Prevenzione

Scelte di vita sano può aiutare a prevenire prediabete e la sua progressione a diabete di tipo 2 – anche se il diabete funziona nella vostra famiglia.

  • Mangiare cibi sani.
  • Più attività fisica.
  • Perdere chili in eccesso.

Le stesse modifiche dello stile di vita che possono trattare o addirittura invertire prediabete aiutano a prevenire la condizione, troppo.

Powered by: Wordpress