Malattia

Shock cardiogeno

Cardiogenic shockLo shock cardiogeno è una condizione in cui il cuore improvvisamente non può pompare abbastanza sangue per soddisfare le esigenze del vostro corpo. Lo shock cardiogeno è più spesso causato da un grave attacco cardiaco.

Shock cardiogeno è rara, ma spesso fatale se non trattata immediatamente. Se trattati immediatamente, circa la metà delle persone che sviluppano shock cardiogeno sopravvivere.

Sintomi

Sintomi cardiogeno sono:

  • Respirazione rapida
  • Grave insufficienza respiratoria
  • Improvviso, rapido battito cardiaco (tachicardia)
  • Confusione
  • Perdita di coscienza o svenimento
  • Polso debole
  • Sudorazione
  • Pelle pallida
  • Mani o piedi freddi
  • Urinare meno del solito o per niente

I sintomi di un attacco di cuore
Perché shock cardiogeno solito si verifica in persone che stanno avendo un grave attacco cardiaco, è importante conoscere i segni ei sintomi di un attacco di cuore. Questi includono:

  • Pressione, pienezza o un dolore spremitura nel centro del petto che dura per più di pochi minuti
  • Il dolore si estende oltre il petto alla spalla, braccio, schiena, o anche per i vostri denti e mascella
  • Crescenti episodi di dolore toracico
  • Dolore prolungato nella parte superiore dell’addome
  • Mancanza di respiro
  • Sudorazione
  • Senso imminente di sventura
  • Svenimento
  • Nausea e vomito

Se cercate un medico rapidamente quando avere questi segni o sintomi, si può diminuire la probabilità che potrete sviluppare shock cardiogeno.

Quando per vedere un medico
Ottenere il trattamento attacco di cuore rapido migliora le probabilità di sopravvivenza e minimizza i danni al cuore. Non “duro fuori” questi sintomi per più di cinque minuti.Chiamare il 911 o altri servizi medici di emergenza per chiedere aiuto. Se non si ha accesso a servizi medici di emergenza, avere qualcuno che si guida al più vicino ospedale.

Cause

Shock cardiogeno succede quando il tuo cuore non può pompare abbastanza sangue al resto del corpo. Più comunemente, shock cardiogeno succede quando la principale camera di pompaggio del cuore, il ventricolo sinistro, è danneggiato a causa di una mancanza di ossigeno causata da un attacco di cuore.

Un attacco cardiaco si verifica quando uno o più delle arterie che alimentano il cuore con sangue ricco di ossigeno (arterie coronarie) diventare bloccato. Nel tempo, una arteria coronarica può si restringono dalla accumulo di colesterolo. Questo accumulo – collettivamente noti come placche – in arterie in tutto il corpo è chiamato aterosclerosi.

Nel corso di un attacco di cuore, una di queste placche possono rompersi e si forma un coagulo di sangue sul sito della rottura e blocca il flusso di sangue attraverso l’arteria. Senza sangue ricco di ossigeno circolante a quella zona del tuo cuore, il muscolo cardiaco può indebolire e progredire in shock cardiogeno.

Raramente, shock cardiogeno accade quando ventricolo destro del cuore è danneggiato.Ventricolo destro del vostro cuore invia il sangue ai polmoni per ricevere ossigeno prima di essere pompato al resto del vostro corpo. I danni al ventricolo destro che lo rende così il vostro cuore non può pompare efficacemente il sangue ai polmoni, in modo che il corpo non riceve sufficiente ossigeno.

Anche se gli attacchi di cuore sono la causa più comune, shock cardiogeno può verificarsi anche a causa di altre condizioni, come ad esempio l’infiammazione del muscolo cardiaco (miocardite) o infezione delle valvole cardiache (endocardite). Altre cause includono overdose o avvelenamento con sostanze che possono influenzare la capacità di pompaggio del cuore.

Fattori di rischio

Alcune persone che hanno un attacco di cuore hanno un rischio maggiore di sviluppare shock cardiogeno che altri hanno. I fattori che aumentano il rischio di shock cardiogeno sono:

  • Essendo di 65 anni
  • Avere una storia di insufficienza cardiaca o attacco di cuore
  • Avere blocchi (malattia coronarica) in molte delle principali arterie del tuo cuore

Complicazioni

Se non trattata immediatamente, shock cardiogeno può essere fatale. Un’altra grave complicazione di shock cardiogeno è un danno d’organo.

Se il vostro cuore non può pompare abbastanza sangue ossigenato al resto del vostro corpo, il vostro fegato, reni o altri organi possono essere danneggiati. Il danno per il fegato oi reni può peggiorare shock cardiogeno, in quanto i reni rilasciano sostanze chimiche che mantengono il vostro muscoli funzionamento e le rilascia proteine ​​del fegato che aiutano il sangue a coagulare. A seconda di quanto tempo si è in stato di shock cardiogeno, il danno potrebbe essere permanente.

I test e diagnosi

Lo shock cardiogeno è di solito diagnosticata in un contesto di emergenza. I medici potranno verificare la presenza di segni e sintomi di shock, e saranno quindi eseguire ulteriori test per scoprire che cosa sta causando la vostra condizione. I test per la diagnosi di shock cardiogeno sono:

  • Misurazione della pressione arteriosa.  persone in stato di shock hanno spesso letture di pressione sanguigna molto bassa. Se la persona in stato di shock viene portato in ospedale in ambulanza, la pressione arteriosa sarà misurata prima che lui o lei arriva all’ospedale.
  • Elettrocardiogramma (ECG).  Si tratta del primo test fatto per diagnosticare un attacco di cuore. E ‘spesso fatto mentre vieni poste domande circa i sintomi. Questo test registra l’attività elettrica del cuore tramite elettrodi applicati alla pelle. Gli impulsi vengono registrati come “onde” visualizzati sullo schermo o stampati su carta. Perché il muscolo cardiaco danneggiato non conduce impulsi elettrici normalmente, l’ECG può mostrare che un attacco di cuore si è verificato o è in corso.
  • La radiografia del torace.  L’immagine a raggi X del torace consente al medico di controllare la dimensione e la forma del tuo cuore e dei suoi vasi sanguigni.
  • Gli esami del sangue.  Sangue sarà redatto per vedere se i reni o il fegato potrebbe essere danneggiato, a cercare i segni di una infezione nel tuo cuore, e per vedere se hai avuto un attacco di cuore. Un altro tipo di analisi del sangue (gas nel sangue arterioso) può anche essere utilizzata per determinare la quantità di ossigeno è presente nel sangue.
  • Ecocardiogramma.  Questo test utilizza onde sonore per produrre un’immagine del tuo cuore. Durante un ecocardiogramma, le onde sonore sono diretti al vostro cuore da un dispositivo simile a bacchetta (trasduttore) tenutasi il tuo petto. Le onde sonore rimbalzano il tuo cuore e si riflettono indietro con la vostra parete toracica e trattati elettronicamente per fornire immagini video del tuo cuore. Un ecocardiogramma può aiutare a identificare se una zona del tuo cuore è stato danneggiato da un attacco di cuore e non è pompare normalmente.
  • Cateterizzazione coronarica (angiografia).  Questo test può mostrare se le arterie coronarie sono ridotte o bloccate. Un colorante liquido viene iniettato nelle arterie del tuo cuore attraverso un tubo lungo e sottile (catetere) che viene spinto attraverso una arteria, di solito in una gamba, per le arterie del cuore. Poiché il colorante riempie le arterie, le arterie diventano visibili ai raggi X, rivelando aree di blocco.Inoltre, mentre il catetere è in posizione, il medico può curare il blocco eseguendo un angioplastica. Angioplastica utilizza minuscole palloncini infilati attraverso un vaso sanguigno e in un’arteria coronaria per allargare l’area bloccata. Nella maggior parte dei casi, un tubo di maglia (stent) è anche posto all’interno dell’arteria per tenerla aperta più ampiamente e prevenire nuovo restringimento in futuro.

Trattamenti e farmaci

Trattamento shock cardiogeno si concentra sulla riparazione dei danni al muscolo cardiaco e di altri organi causati dalla mancanza di ossigeno.

Supporto Emergenza vita
supporto vitale di emergenza è un trattamento necessario per la maggior parte delle persone che hanno shock cardiogeno. Nel corso di supporto vitale di emergenza, si è dato ossigeno supplementare per respirare per ridurre al minimo i danni ai muscoli e organi. Se necessario, sarete collegati ad una macchina per la respirazione (ventilatore). Riceverai farmaci e fluidi attraverso una linea endovenosa (IV) nel braccio.

Farmaci
Farmaci per il trattamento di lavoro di shock cardiogeno per migliorare il flusso di sangue attraverso il cuore e aumentare la capacità di pompaggio del cuore.

  • Aspirina.  Si può essere somministrato aspirina dal personale medico di emergenza subito dopo il loro arrivo sulla scena o non appena si arriva in ospedale. L’aspirina riduce la coagulazione del sangue e aiuta a mantenere il sangue che scorre attraverso una arteria ristretta. Prendere un’aspirina da soli in attesa di aiuto per arrivare solo se il medico ha già detto di farlo se si verificano i sintomi di un attacco di cuore.
  • Trombolitici.  Questi farmaci, chiamati anche coagulo busters, aiutano a sciogliere un coagulo di sangue che sta bloccando il flusso di sangue al cuore. La prima si riceve un farmaco trombolitico dopo un attacco di cuore, maggiore è la possibilità che sopravviverai e ridurre il danno al cuore. Avrete di solito riceve trombolitici solo se la cateterizzazione cardiaca emergenza non è disponibile.
  • Superaspirins.  medici del pronto soccorso possono dare altri farmaci che sono simili all’aspirina per aiutare a prevenire la formazione di coaguli di nuove. Tra questi farmaci, come il clopidogrel (Plavix) e gli altri chiamati piastrinici della glicoproteina IIb / IIIa bloccanti del recettore.
  • Altri farmaci per fluidificare il sangue.  Avrete probabilmente dato altri farmaci, come l’eparina, per rendere il sangue meno probabilità di formare coaguli più pericolose.L’eparina viene somministrata per via endovenosa o tramite iniezione sotto la pelle ed è di solito utilizzato durante i primi giorni dopo un attacco di cuore.
  • Agenti inotropi.  Si può essere somministrato farmaci, come la dopamina o adrenalina, per migliorare e supportare la funzione cardiaca fino a quando altri trattamenti iniziano a lavorare.

Medical procedure
Le procedure mediche per il trattamento di shock cardiogeno solito concentrarsi sul ripristino del flusso sanguigno attraverso il cuore. Essi includono:

  • Angioplastica e stenting.  solito, una volta il flusso di sangue viene ripristinato attraverso un’arteria bloccata, i segni ed i sintomi di shock cardiogeno migliorano.Angioplastica d’emergenza apre le arterie coronarie bloccate, lasciando che il flusso di sangue più liberamente al tuo cuore. I medici inseriscono un tubo lungo e sottile (catetere) che è passato attraverso un’arteria, di solito in una gamba, per un’arteria bloccata nel tuo cuore. Questo catetere è dotato di un palloncino speciale. Una volta in posizione, il palloncino viene gonfiato brevemente per aprire un’arteria coronaria bloccata. Allo stesso tempo, una maglia metallica stent può essere inserito nell’arteria per tenerlo aperto a lungo termine, il ripristino del flusso di sangue al cuore. Nella maggior parte dei casi, il medico viene inserito un stent rivestito con un farmaco a lento rilascio per aiutare a mantenere la vostra arteria aperta.
  • Pompa a palloncino.  seconda della condizione, i medici possono scegliere di inserire una pompa a palloncino nell’arteria principale del tuo cuore (aorta). La pompa a palloncino si gonfia e si sgonfia per imitare l’azione di pompaggio del cuore, aiutando il flusso di sangue attraverso.

Chirurgia
Se i farmaci e procedure mediche non funzionano per il trattamento di shock cardiogeno, il medico può raccomandare un intervento chirurgico.

  • Intervento di bypass coronarico.  chirurgia di bypass comporta vene o arterie cucire a posto in un sito al di là di una arteria coronarica ostruita o ristretta. Questo consente di ripristinare il flusso di sangue al cuore. Il medico può suggerire di avere questa procedura dopo che il tuo cuore ha avuto il tempo di recuperare dal vostro attacco di cuore.
  • Intervento chirurgico per riparare una ferita al cuore.  volte un infortunio nel vostro cuore, come una lacrima in una delle camere del cuore o una valvola cardiaca danneggiata, può provocare shock cardiogeno. Se un infortunio provoca il tuo shock cardiogeno, il medico può raccomandare un intervento chirurgico per correggere il problema.
  • Pompe di cuore.  Questi dispositivi meccanici, chiamati dispositivi di assistenza ventricolare (VAD), vengono impiantati nell’addome e collegati a un cuore indebolito per aiutarlo a pompare. Cuore pompa impiantati possono estendere e migliorare la vita di alcune persone con insufficienza cardiaca allo stadio terminale, che non sono ammissibili per o in grado di sottoporsi a trapianto di cuore o che sono in attesa di un cuore nuovo.
  • Trapianto di cuore.  Se il tuo cuore è talmente danneggiato che nessun altro trattamenti di lavoro, un trapianto di cuore può essere l’ultima risorsa per il trattamento di shock cardiogeno.

Prevenzione

Il modo migliore per prevenire shock cardiogeno è quello di prevenire un attacco di cuore accada. Le stesse modifiche di stile di vita che è possibile utilizzare per trattare la malattia di cuore può aiutare a prevenire un attacco di cuore. Questi cambiamenti di stile di vita sono:

  • Controllo la pressione alta (ipertensione).  Una delle cose più importanti che potete fare per ridurre il rischio di attacco di cuore e di shock cardiogeno è quello di mantenere la pressione sanguigna sotto controllo. Esercizio fisico, gestione dello stress, mantenere un peso sano, e la limitazione di sodio e l’assunzione di alcol sono tutti modi per tenere sotto controllo l’ipertensione. Oltre alle raccomandazioni per i cambiamenti di stile di vita, il medico può prescrivere farmaci per trattare l’ipertensione, come i diuretici, inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE inibitori) o bloccanti del recettore dell’angiotensina.
  • Non fumare.  Smettere di fumare riduce il rischio di avere un attacco di cuore. Diversi anni dopo aver smesso, il rischio di un ex fumatore di ictus è la stessa di quella di un non fumatore.
  • Mantenere un peso sano.  Essere in sovrappeso contribuisce ad altri fattori di rischio per infarto e shock cardiogeno, come la pressione alta, malattie cardiovascolari e diabete. La perdita di peso di appena 10 libbre (4,5 kg) può abbassare la pressione sanguigna e migliorare i livelli di colesterolo.
  • Abbassare il colesterolo e di grassi saturi nella dieta.  Mangiare meno colesterolo e di grassi, grassi soprattutto saturi, può ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiache.Se non è possibile controllare il colesterolo attraverso solo i cambiamenti nella dieta, il medico può prescrivere un farmaco per abbassare il colesterolo.
  • Esercizio regolarmente.  Esercizio riduce il rischio di avere un attacco di cuore in molti modi. L’esercizio fisico può abbassare la pressione sanguigna, aumentare il livello di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL), e migliorare la salute generale dei vostri vasi sanguigni e il cuore. Essa aiuta anche a perdere peso, controllare il diabete e ridurre lo stress. A poco a poco il lavoro fino a 30 minuti di attività – come camminare, fare jogging, nuoto o ciclismo – sulla maggior parte, se non tutti, i giorni della settimana.

Se si dispone di un attacco di cuore, azione rapida può aiutare a prevenire shock cardiogeno si verifichi. Cercate assistenza medica immediata se si pensa che stai avendo un attacco di cuore.

Powered by: Wordpress