Malattia

Sindrome dell’intestino irritabile

Sindrome dell'intestino irritabileSindrome dell’intestino irritabile (IBS) è un disturbo comune che colpisce il vostro intestino crasso (colon). Sindrome dell’intestino irritabile comunemente causa crampi, dolori addominali, gas gonfiore, diarrea e costipazione. Nonostante questi segnali di disagio e sintomi, IBS non causa danni permanenti al colon.

La maggior parte delle persone con IBS trovano che i sintomi migliorano man mano che imparano a controllare la loro condizione. Solo un piccolo numero di persone con sindrome dell’intestino irritabile sono invalidanti segni e sintomi.

Fortunatamente, a differenza più gravi malattie intestinali come la colite ulcerosa e morbo di Crohn, sindrome dell’intestino irritabile non provoca infiammazione o cambiamenti nel tessuto intestinale o aumentare il rischio di cancro del colon-retto. In molti casi, è possibile controllare la sindrome dell’intestino irritabile gestendo la vostra dieta, stile di vita e lo stress.

Sintomi

I segni ed i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile può variare notevolmente da persona a persona e spesso simili a quelli di altre malattie. Tra i più comuni sono:

  • Dolore addominale o crampi
  • Una sensazione di gonfiore
  • Gas (flatulenza)
  • Diarrea o costipazione – a volte anche alternando periodi di stipsi e diarrea
  • Muco nelle feci

Come molte persone, si può avere solo lievi segni e sintomi della sindrome dell’intestino irritabile. Tuttavia, a volte questi problemi possono essere invalidanti. In alcuni casi, si può avere gravi segni e sintomi che non rispondono bene al trattamento medico. Poiché i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile possono verificarsi con altre malattie più gravi, è meglio discutere di questi sintomi con il medico.

Per la maggior parte delle persone, IBS è una condizione cronica, anche se ci saranno probabilmente momenti in cui i segni ed i sintomi sono peggiori e momenti in cui migliorano o addirittura scompaiono completamente.

Quando per vedere un medico
E ‘importante consultare il medico se si dispone di una modifica permanente delle abitudini intestinali o se avete altri segni o sintomi di IBS. Questi possono indicare una condizione più grave, come una infezione o tumore del colon.

Il medico può essere in grado di aiutarti a trovare modi per alleviare i sintomi, così come escludere altre condizioni colon più gravi, come la colite ulcerosa e morbo di Crohn, che sono forme di malattia infiammatoria intestinale.

Cause

Non si sa esattamente che cosa causa la sindrome dell’intestino irritabile. Le pareti dell’intestino sono rivestite con strati di muscoli che contrarsi e rilassarsi in un ritmo coordinato come si muovono cibo dallo stomaco attraverso il tratto intestinale al retto. Se si dispone di sindrome del colon irritabile, le contrazioni possono essere più forti e durano più a lungo del normale. Il cibo è forzata attraverso l’intestino più velocemente, causando gas, gonfiore e diarrea.

In alcuni casi, si verifica il contrario. Il passaggio del cibo rallenta, e feci diventano dure e secche.Anomalie nel sistema nervoso o colon possono anche svolgere un ruolo, causando a sperimentare superiore a disagio normale quando la vostra parete intestinale si estende da gas.

Ci sono un certo numero di altri fattori che possono giocare un ruolo in IBS. Ad esempio, le persone con IBS possono avere livelli di serotonina anomali. La serotonina è un messaggero chimico che è normalmente associata con le funzioni cerebrali, ma gioca anche un ruolo nella funzione del sistema digestivo normale. E ‘anche possibile che le persone con IBS non hanno il giusto equilibrio di batteri buoni nell’intestino.

Trigger colpiscono alcune persone, non altri
per ragioni che ancora non sono chiare, se avete IBS probabilmente reagire con forza a stimoli che non si preoccupano gli altri. Trigger per IBS può variare da gas o pressione sul vostro intestino a determinati alimenti, farmaci o emozioni. Per esempio:

  • Alimenti.  Molte persone trovano che i loro segni e sintomi peggiorano quando mangiano certi cibi. Per esempio, cioccolato, latte e alcool potrebbero causare costipazione o diarrea. Bevande gassate e alcuni tipi di frutta e verdura può portare a gonfiore e disagio in alcune persone con IBS. Il ruolo di allergie o intolleranze alimentari nella sindrome dell’intestino irritabile deve ancora essere chiaramente compreso.Se si verificano crampi e gonfiore soprattutto dopo aver mangiato latticini, alimenti con caffeina, o di gomme da masticare o caramelle senza zucchero, il problema non può essere la sindrome del colon irritabile. Invece, il vostro corpo potrebbe non essere in grado di tollerare lo zucchero (lattosio) in prodotti lattiero-caseari, caffeina o il dolcificante sorbitolo artificiale.
  • Lo stress.  Se siete come la maggior parte delle persone con IBS, probabilmente scoprirete che i segni ed i sintomi sono peggiori o più frequenti durante eventi stressanti, come ad esempio un cambiamento nella vostra routine quotidiana. Ma mentre lo stress può aggravare i sintomi, non li provoca.
  • Ormoni.  Perché le donne hanno maggiori probabilità di avere IBS, i ricercatori ritengono che i cambiamenti ormonali giocano un ruolo in questa condizione. Molte donne trovano che segni e sintomi sono peggiori durante o intorno ai loro periodi mestruali.

Fattori di rischio

Molte persone hanno segni occasionali e sintomi della sindrome dell’intestino irritabile.Tuttavia, è molto più probabile avere IBS se:

  • Sono giovani.  sintomi di IBS in primo luogo compaiono prima dei 35 anni per circa la metà di quelli con il disturbo.
  • Sono di sesso femminile.  Più donne che uomini sono diagnosticati con questa condizione.
  • . Hanno una storia familiare di IBS  studi hanno dimostrato che le persone che hanno un parente di primo grado – come un genitore o un fratello – con IBS sono ad aumentato rischio di malattia. Non è chiaro se l’influenza della storia della famiglia sul rischio di IBS è legata ai geni, ai fattori comuni nell’ambiente di una famiglia, o entrambi.

Complicazioni

IBS non è associata ad alcuna condizione gravi, come il cancro del colon. Ma, diarrea e costipazione, entrambi i segni della sindrome dell’intestino irritabile, possono aggravare o addirittura causare emorroidi.

L’impatto di IBS sulla qualità complessiva della vita potrebbe essere la sua complicanza più significativo. IBS potrebbe limitare la capacità di:

  • Rendono o mantengono piani con amici e familiari.  Se avete IBS, la difficoltà di far fronte a sintomi lontano da casa può causare ad evitare impegni sociali.
  • Godere di una vita sessuale sana.  L’disagio fisico di IBS può rendere l’attività sessuale poco attraente o addirittura doloroso.

Questi effetti di IBS possono farti sentire che non stai vivendo la vita al massimo, con conseguente scoraggiamento o anche la depressione.

Prepararsi per un appuntamento

Per fissare un appuntamento con il medico se si hanno sintomi di IBS. Dopo una prima valutazione, il medico può fare riferimento ad uno specialista in disturbi digestivi (gastroenterologo) per ulteriori test approfonditi.

Ecco alcune informazioni per aiutarvi a preparare per il vostro appuntamento e cosa aspettarsi dal proprio medico.

Cosa si può fare

  • Scrivete tutti i sintomi che hai incontrato,  e per quanto tempo. Inoltre, può essere utile tenere un diario alimentare e annotare se un cibo sembra peggiorare i sintomi.Aiuterà il vostro medico per sapere se i sintomi vanno e vengono e quali alimenti, se del caso, sembrano innescare la loro presenza.
  • Scrivere tutte le informazioni personali,  comprese le eventuali modifiche recenti o fattori di stress nella vostra vita. Questi fattori possono giocare un ruolo chiave nella frequenza e la gravità dei sintomi di IBS.
  • Fate una lista delle vostre informazioni mediche chiave,  comprese eventuali altre condizioni per cui sei stato trattato e nomi di tutti i farmaci, vitamine o integratori che stai prendendo. Se siete stati clinicamente valutati per i sintomi in passato, portano quelli delle prove per l’appuntamento.
  • Scrivete le domande per chiedere  il vostro medico. Creare la vostra lista di domande in anticipo può aiutarvi a fare la maggior parte del vostro tempo con il vostro medico.

Per IBS, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

  • Cosa ne pensi sta causando i miei sintomi?
  • Ci sono altre cause possibili per la mia condizione?
  • Quali esami diagnostici ho bisogno? Do questi test richiedono alcuna preparazione particolare?
  • Che approccio terapeutico mi consiglia provare prima?
  • Se il primo trattamento non funziona, cosa faremo provare dopo?
  • Ci sono effetti collaterali associati a questi trattamenti?
  • Non si sospetta che i fattori dietetici stanno giocando un ruolo nei miei sintomi?
  • Quali cambiamenti nella dieta sono più probabilità di ridurre i miei sintomi?
  • Ci sono dei cambiamenti nello stile di vita che posso fare per aiutare a ridurre o gestire i miei sintomi?
  • È la mia condizione cronica?
  • Quanto vi aspettate la mia condizione può migliorare con il trattamento, compresa la cura di sé?

Oltre alle domande che hai preparato di chiedere al vostro medico, non esitate a chiedere ulteriori domande durante il vostro appuntamento.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico è in grado di chiedere una serie di domande. Essere pronti a rispondere alle loro può riservarsi il tempo di andare oltre i punti in cui vuoi dedicare più tempo. Potrebbe essere richiesto:

  • Quali sono i sintomi?
  • Quando hai notato questi sintomi?
  • I vostri sintomi vanno e vengono o rimangono circa lo stesso?
  • C’è qualcosa sembra innescare i sintomi, tra cui alcuni alimenti, stress o – nelle donne – il vostro periodo mestruale?
  • Avete perso peso senza cercare?
  • Avete notato la presenza di sangue nelle feci?
  • Sono i segni ed i sintomi inclusi vomito?
  • Sono i segni ed i sintomi inclusi febbre?
  • Avete recentemente sperimentato notevole stress, difficoltà emotiva o perdita?
  • Qual è la vostra tipica dieta quotidiana?
  • Avete mai stata diagnosticata una allergia alimentare o intolleranza al lattosio?
  • Ti è stata diagnosticata con altre condizioni mediche?
  • Quali farmaci stai prendendo, tra cui prescrizione e over-the-counter farmaci, vitamine, erbe e integratori?
  • Avete qualche storia familiare di disturbi intestinali?
  • Quanto sareste disposti a dire i sintomi stanno influenzando la qualità della vita, compresi i vostri rapporti personali e la vostra capacità di funzionare a scuola o lavoro?
  • Avete dolore addominale persistente o è il vostro dolore alleviato da un movimento intestinale?

Cosa si può fare nel frattempo
Durante l’attesa per l’appuntamento, verificare con i vostri familiari per scoprire se parenti sono stati diagnosticati con malattia infiammatoria intestinale o di cancro del colon. Inoltre, iniziare a prendere appunti su come spesso si verificano i sintomi e gli eventuali fattori che sembrano scatenare la loro presenza.

Test e diagnosi

Una diagnosi della sindrome dell’intestino irritabile dipende in gran parte una storia medica completa e un esame fisico.

Criteri per stabilire una diagnosi
Perché ci sono di solito segni fisici per diagnosticare definitivamente la sindrome dell’intestino irritabile, la diagnosi è spesso un processo di eliminazione. Per aiutare in questo processo, i ricercatori hanno messo a punto i criteri diagnostici, note come criteri di Roma, per IBS e altri disordini funzionali gastrointestinali. Queste sono le condizioni in cui l’intestino appare normale, ma non funziona normalmente. Secondo questi criteri, è necessario disporre di alcuni segni e sintomi prima di una sindrome dell’intestino irritabile diagnosi del medico.

Il sintomo più importante è:

  • Dolore addominale e disagio durata di almeno 12 settimane, anche se le settimane non devono essere consecutivamente

È inoltre necessario disporre di almeno due dei seguenti elementi:

  • Un cambiamento nella frequenza o la coerenza del vostro sgabello – per esempio, si può cambiare di avere uno normale, feci formate ogni giorno per tre o più di feci al giorno, oppure si può avere solo uno sgabello duro ogni pochi giorni
  • Tendendo, urgenza o un sentimento che non si può svuotare completamente le vostre viscere
  • Muco nelle feci
  • Gonfiore o distensione addominale

Il medico probabilmente valutare come si adatta a questi criteri, così come se si dispone di altri segni o sintomi che potrebbero suggerire un altro, condizione più seria. Alcuni segni bandiera rossa e sintomi che potrebbero indurre il medico a fare ulteriori test includono:

  • Nuovo esordio dopo i 50 anni
  • Perdita di peso
  • Sanguinamento rettale
  • Febbre
  • Nausea o vomito ricorrenti
  • Dolore addominale, soprattutto se non è completamente sollevato da un movimento intestinale
  • Diarrea, che è persistente o si risveglia dal sonno

Se si dispone di questi segni o sintomi bandiera rossa, dovrete ulteriori test per valutare ulteriormente la sua condizione.

Se adattare i criteri di IBS e non hanno alcun segno bandiera rossa o sintomi, il medico può suggerire un ciclo di trattamento senza fare ulteriori test. Ma se non si risponde a questo trattamento, è probabile che richiedono ulteriori test.

Ulteriori test
il medico può raccomandare diversi test, tra cui gli studi di feci per verificare la presenza di problemi di infezione o di malassorbimento. Tra i test che si può subire per escludere altre cause per i sintomi sono i seguenti:

  • Sigmoidoscopia.  Questo test esamina la parte inferiore del colon (sigma) con un flessibile, tubo luminoso (sigmoidoscopio).
  • Colonscopia.  In alcuni casi, il medico può eseguire questo test diagnostico, in cui viene utilizzato un piccolo tubo flessibile per esaminare l’intera lunghezza del colon.
  • La tomografia computerizzata (TC).  TC producono immagini a raggi X trasversali degli organi interni. TC del vostro addome e pelvi può aiutare il medico regola di altre cause di sintomi.
  • Test di intolleranza al lattosio.  lattasi è un enzima necessario per digerire lo zucchero (lattosio) in prodotti lattiero-caseari. Se non produrre questo enzima, si possono avere problemi simili a quelli causati dalla sindrome del colon irritabile, tra cui dolori addominali, gas e diarrea. Per scoprire se questa è la causa dei sintomi, il medico può ordinare un test del respiro o chiedere di escludere latte e dei prodotti lattiero-caseari dalla vostra dieta per diverse settimane.
  • Gli esami del sangue.  malattia celiaca (sprue nontropical) è la sensibilità di proteine ​​del grano che può anche causare segni e sintomi simili a quelli della sindrome dell’intestino irritabile. Gli esami del sangue possono aiutare a escludere che il disordine.

Trattamenti e farmaci

Perché non è chiaro che cosa causa la sindrome dell’intestino irritabile, il trattamento si concentra sul sollievo dei sintomi in modo che si può vivere il più normalmente possibile.

Nella maggior parte dei casi, è possibile controllare con successo lievi segni e sintomi della sindrome dell’intestino irritabile imparando a gestire lo stress e fare cambiamenti nella vostra dieta e stile di vita. Ma se i vostri problemi sono moderata o grave, potrebbe essere necessario fare di più. Il medico può suggerire:

  • Integratori di fibre.  Prendere integratori di fibre, come psyllium (Metamucil) o metilcellulosa (Citrucel), con fluidi possono aiutare a controllare la stitichezza.
  • Farmaci anti-diarrea.  Over-the-counter farmaci, come la loperamide (Imodium), può aiutare a controllare la diarrea.
  • Eliminando i cibi ad alto gas.  Se avete gonfiore fastidioso o si passa una considerevole quantità di gas, il medico può suggerire di evitare tali elementi come le bevande gassate, insalate, frutta e verdure crude – in particolare cavoli, broccoli e cavolfiori.
  • Farmaci anticolinergici.  Alcune persone hanno bisogno di farmaci che colpiscono alcune attività del sistema nervoso autonomo (anticolinergici) per alleviare spasmi intestinali dolorosi. Questi possono essere utili per le persone che hanno attacchi di diarrea, ma possono peggiorare la costipazione.
  • Farmaci antidepressivi.  Se i sintomi includono dolore o la depressione, il medico può raccomandare un antidepressivo triciclico o un inibitore della ricaptazione della serotonina (SSRI). Questi farmaci contribuiscono ad alleviare la depressione così come inibiscono l’attività dei neuroni che controllano l’intestino. Se si dispone di diarrea e dolore addominale senza depressione, il medico può suggerire una dose più bassa del solito di antidepressivi triciclici, come l’imipramina (Tofranil) e amitriptilina. Gli effetti collaterali di questi farmaci includono sonnolenza e stitichezza. SSRI, come la fluoxetina (Prozac, Sarafem) o paroxetina (Paxil), possono essere utili se siete depressi e avere dolore e costipazione. Questi farmaci possono peggiorare la diarrea, tuttavia.
  • Antibiotici.  Non è chiaro quale ruolo, se del caso, gli antibiotici potrebbero svolgere nel trattamento di IBS. Alcune persone i cui sintomi sono dovuti ad una crescita eccessiva di batteri nei loro intestini possono beneficiare di un trattamento antibiotico. Ma sono necessarie ulteriori ricerche.
  • Counseling.  Se i farmaci antidepressivi non funzionano, si può avere risultati migliori da counseling se lo stress tende a peggiorare i sintomi.

Farmaci specificamente per IBS
Due farmaci sono attualmente approvato per specifici casi di IBS:

  • Alosetron (Lotronex).  Alosetron è un antagonista del recettore nervoso che è progettato per rilassare il colon e rallentare la circolazione dei rifiuti attraverso l’intestino inferiore. Il farmaco è stato ritirato dal mercato subito dopo la sua approvazione originale perché era legato a gravi complicazioni. La Food and Drug Administration (FDA), in quanto ha permesso alosetron per essere usato di nuovo – con restrizioni. Il farmaco può essere prescritto solo da medici iscritti in un programma speciale ed è destinato per i casi gravi di diarrea predominante IBS in donne che non hanno risposto ad altri trattamenti.Alosetron non è approvato per l’uso da uomini.In generale, alosetron deve essere utilizzato solo se la terapia usuale per IBS ha fallito.Inoltre, deve essere prescritto solo da un gastroenterologo con esperienza in IBS causa dei potenziali effetti collaterali.
  • Lubiprostone (Amitiza).  Lubiprostone è approvato per le donne adulte e uomini che hanno IBS con costipazione. Lubiprostone è un attivatore canale del cloro che si prende due volte al giorno. Agisce aumentando la secrezione di liquido nel vostro intestino tenue per aiutare con il passaggio delle feci. Effetti collaterali comuni includono nausea, diarrea e dolore addominale. Più ricerca è necessaria per comprendere appieno l’efficacia e la sicurezza di lubiprostone. Attualmente, il farmaco è generalmente prescritto solo per quelli con IBS e stipsi grave, per i quali altri trattamenti hanno fallito.

Stile di vita e rimedi casalinghi

In molti casi, semplici cambiamenti nella dieta e stile di vita in grado di fornire sollievo da sindrome dell’intestino irritabile. Anche se il tuo corpo non può rispondere immediatamente a questi cambiamenti, il vostro obiettivo è quello di trovare a lungo termine, non temporanea, le soluzioni:

  • Incorporare la fibra nella vostra dieta, se possibile.  Quando si ha la sindrome dell’intestino irritabile, fibra alimentare può avere risultati contrastanti. Sebbene aiuta a ridurre la costipazione, può anche rendere gas e crampi peggio. L’approccio migliore è quello di aumentare gradualmente la quantità di fibre nella dieta per un periodo di settimane. Esempi di alimenti che contengono fibre sono i cereali integrali, frutta, verdure e fagioli. Se i vostri segni e sintomi rimangono gli stessi o, peggio, informi il medico. Si potrebbe anche voler parlare con un dietista.Alcune persone non meglio limitare fibra alimentare e invece prendere un integratore di fibra che provoca meno gas e gonfiore. Se si prende un integratore di fibre, come Metamucil o Citrucel, assicurarsi di introdurre gradualmente e bere molta acqua ogni giorno per ridurre al minimo gas, gonfiore e costipazione. Se si scopre che l’assunzione di fibre aiuta il vostro IBS, utilizzarlo su base regolare per ottenere i migliori risultati.
  • Evitare cibi problema.  Se certi cibi fanno i segni ed i sintomi peggio, non li mangia.Colpevoli comuni includono alcool, cioccolata, bevande contenenti caffeina come il caffè e bibite, farmaci che contengono caffeina, latticini e dolcificanti senza zucchero come sorbitolo e mannitolo. Se il gas è un problema per voi, gli alimenti che possono peggiorare i sintomi includono fagioli, cavoli, cavolfiori e broccoli. I cibi grassi possono anche essere un problema per alcune persone. Gomme da masticare o bere attraverso una cannuccia può sia portare a inghiottire aria, causando più gas.
  • Mangiare piccoli pasti.  Se si dispone di diarrea, si potrebbe scoprire che mangiare piccoli pasti frequenti ti fa sentire meglio.
  • Fate attenzione con i latticini.  Se siete intolleranti al lattosio, prova sostituendo lo yogurt di latte. O utilizzare un prodotto enzimatico per aiutare a rompere il lattosio. Il consumo di piccole quantità di prodotti lattiero-caseari o la loro combinazione con altri alimenti può anche aiutare. In alcuni casi, però, potrebbe essere necessario eliminare completamente i latticini. Se è così, essere sicuri di ottenere abbastanza proteine ​​e calcio da altre fonti. Un dietista può aiutare ad analizzare quello che stai mangiando per assicurarsi che stai ricevendo una nutrizione adeguata.
  • Bere molti liquidi.  Cercate di bere molti liquidi ogni giorno. L’acqua è migliore. Alcol e bevande che contengono caffeina stimolano l’intestino e può peggiorare la diarrea, e le bevande gassate possono produrre gas.
  • Esercizio regolarmente.  esercizio fisico aiuta ad alleviare la depressione e lo stress, stimola le normali contrazioni del tuo intestino e può aiutare a sentirsi meglio con se stessi. Se siete stati inattivi, iniziare lentamente e gradualmente aumentare la quantità di tempo si esercita. Se avete altri problemi medici, consultare il medico prima di iniziare un programma di esercizi.
  • Utilizzare farmaci antidiarroici e lassativi con cautela.  Se si tenta over-the-counter farmaci antidiarroici, come Imodium o Kaopectate, usare la dose più bassa che aiuta.Imodium può essere utile se preso 20-30 minuti prima di mangiare, soprattutto se il cibo previsto per il vostro pasto può causare diarrea. Nel lungo periodo, questi farmaci possono causare problemi se non vengono utilizzati in modo appropriato. Lo stesso vale di lassativi. Se avete domande su di loro, consultare il medico o il farmacista.

Medicina alternativa

I seguenti terapie non tradizionali possono aiutare ad alleviare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile:

  • Agopuntura.  Sebbene i risultati dello studio sugli effetti dell’agopuntura sui sintomi della sindrome dell’intestino irritabile sono stati misti, alcune persone usano l’agopuntura per aiutare a rilassare gli spasmi muscolari e migliorare la funzione intestinale.
  • Erbe.  Peppermint è un antispasmodico naturale che rilassa la muscolatura liscia nell’intestino. Peppermint può fornire sollievo a breve termine dei sintomi di IBS, ma i risultati dello studio sono stati contraddittori. Se vuoi provare menta piperita, assicurarsi di utilizzare capsule gastroresistenti. Peppermint può aggravare il bruciore di stomaco.Prima di prendere qualsiasi erbe, consultare il medico per essere sicuri che non potranno interagire o interferire con altri farmaci che lei assume.
  • Ipnosi.  L’ipnosi può ridurre il dolore addominale e gonfiore. Un professionista qualificato vi insegna come entrare in uno stato rilassato e poi si guida in relax i muscoli addominali.
  • Probiotici.  probiotici sono batteri “buoni” che normalmente vivono nel vostro intestino e si trovano in alcuni alimenti, come lo yogurt, e negli integratori alimentari. E ‘stato suggerito che le persone con sindrome dell’intestino irritabile potrebbero non avere abbastanza batteri buoni, e che l’aggiunta di probiotici per la dieta può aiutare ad alleviare i sintomi. Alcuni studi hanno trovato che i probiotici possono alleviare i sintomi di IBS, come dolori addominali e gonfiore, ma sono necessarie ulteriori ricerche.
  • L’esercizio fisico regolare, yoga, massaggi e meditazione.  Questi possono essere modi efficaci per alleviare lo stress. È possibile prendere lezioni di yoga e meditazione o praticare a casa con libri o video.

Coping e supporto

Vivere con la sindrome dell’intestino irritabile presenta sfide quotidiane. IBS può essere dolorosa o imbarazzante e può compromettere seriamente la qualità della vostra vita. Questi suggerimenti possono aiutare a far fronte più facilmente:

  • Scopri di più su IBS, come si può.  Parlate con il vostro medico, cercare informazioni su Internet da fonti affidabili, quali il National Institutes of Health, e leggere libri e opuscoli.Essere informati circa la sua condizione può aiutare a prendere meglio la responsabilità.
  • Identificare i fattori che scatenano IBS.  Questo è un passo fondamentale sia nella gestione della sua condizione e per aiutare a sentire di avere il controllo della tua vita.
  • Cercate altri con IBS.  Parlare con persone che sanno quello che stai attraversando può essere rassicurante. Prova a gruppi di sostegno IBS su Internet o nella vostra comunità.

Prevenzione

Chiunque può verificarsi disturbi digestivi dalla preoccupazione o ansia. Ma se avete la sindrome dell’intestino irritabile, problemi legati allo stress come dolore addominale e diarrea tendono a verificarsi con maggiore frequenza e intensità. Trovare modi per affrontare lo stress può essere utile nel prevenire o alleviare i sintomi:

  • Counseling.  In alcuni casi, uno psicologo o psichiatra può aiutare a imparare a ridurre lo stress, cercando in come rispondere agli eventi e poi lavorare con voi per modificare o cambiare la tua risposta.
  • Biofeedback.  Questa tecnica di riduzione dello stress ti aiuta a ridurre la tensione muscolare e rallentare la frequenza cardiaca con l’aiuto valutazioni di una macchina. Si sta poi insegnato come produrre questi cambiamenti da soli. L’obiettivo è quello di aiutare si entra in uno stato di rilassamento in modo da poter affrontare più facilmente con lo stress.
  • Esercizi di rilassamento progressivo.  Questi aiutano a rilassare i muscoli nel vostro corpo, uno per uno. Inizia stringendo i muscoli nei piedi, poi si concentrano lentamente lasciando che tutte le tensioni andare. Avanti, stringere e rilassare i polpacci. Continuare fino a quando i muscoli del vostro corpo, comprese quelle in faccia e cuoio, sono rilassati.
  • La respirazione profonda.  maggior parte degli adulti respirano dai loro petti. Ma si diventa più calmo quando si respira dal diaframma, il muscolo che separa il torace dal vostro addome. Quando si inala, permettere che la tua pancia di espandersi. Quando si espira, la pancia si contrae naturalmente. La respirazione profonda può anche aiutare a rilassare i muscoli addominali, che può portare a più normale attività intestinale.
Powered by: Wordpress