Malattia

Tricomoniasi

TricomoniasiLa tricomoniasi è un’infezione a trasmissione sessuale che nelle donne può causare perdite vaginali maleodoranti, prurito genitale e minzione dolorosa. Gli uomini che hanno tricomoniasi in genere non hanno sintomi. Le donne incinte che hanno tricomoniasi sono a più alto rischio di consegnare prematuramente.

Per evitare la reinfezione con l’organismo che causa la tricomoniasi, entrambi i partner devono essere trattati. Il trattamento più comune per tricomoniasi consiste nel prelievo di una megadosi di metronidazolo (Flagyl). È possibile ridurre il rischio di infezione usando il preservativo correttamente ogni volta che si hanno rapporti sessuali.

Sintomi

Molte donne e la maggior parte degli uomini con tricomoniasi non hanno sintomi, almeno non in un primo momento. Tricomoniasi segni e sintomi per le donne includono:

  • Lo scarico vaginale abbondante e spesso maleodorante – che può essere bianco, grigio, giallo o verde
  • Arrossamento genitale, bruciore e prurito
  • Il dolore durante la minzione o il rapporto sessuale

Segni e sintomi possono peggiorare durante le mestruazioni. Ma alcune donne che hanno tricomoniasi non hanno alcun sintomo. Gli uomini che hanno tricomoniasi raramente presentano sintomi, ma quando lo fanno, di solito è minzione dolorosa.

Quando per vedere un medico

Consultare il medico se si dispone di uno scarico vaginale maleodorante o se si verificano dolore durante la minzione o il rapporto sessuale.

Cause

Tricomoniasi è causata da un protozoo unicellulare, un tipo di parassita molto piccolo, che viaggia tra le persone durante il rapporto sessuale. Il periodo di incubazione tra l’esposizione e l’infezione può variare da cinque a 28 giorni.

Fattori di rischio

I fattori di rischio includono:

  • Avere più partner sessuali
  • Storia di altre malattie sessualmente trasmissibili
  • Precedente episodio della tricomoniasi

Complicazioni

Le donne incinte che hanno tricomoniasi può:

  • Consegnare prematuramente
  • Avere un bambino con un basso peso alla nascita
  • Trasmettere l’infezione al bambino che passa attraverso il canale del parto

Avendo tricomoniasi sembra anche rendere più facile per le donne a diventare infetti con l’HIV, il virus che causa l’AIDS.

Prepararsi per un appuntamento

Il medico di famiglia, ginecologo o un medico in un centro di cure urgenti in grado di diagnosticare e prescrivere un trattamento per la tricomoniasi.

Cosa si può fare

Prima della nomina, si potrebbe desiderare di preparare una lista che comprende:

  • Una descrizione dettagliata dei sintomi, anche quando hanno iniziato
  • Eventuali infezioni sessualmente trasmesse che hai avuto
  • Il numero di partner sessuali hai avuto nel corso degli ultimi anni

Cosa aspettarsi dal proprio medico

Il medico eseguirà un esame pelvico e può prendere un campione di fluidi vaginali per il test.

Test e diagnosi

La diagnosi di tricomoniasi può essere confermata, cercando in un campione di fluido vaginale per le donne o delle urine per gli uomini sotto un microscopio. Crescere una cultura del fluido può essere meglio a rilevare tricomoniasi, e nuovi test, noto come test antigene rapida e amplificazione degli acidi nucleici, potrebbe essere ancora migliore.

Trattamenti e farmaci

Il trattamento più comune per la tricomoniasi, compresi, se sei incinta, è di inghiottire una megadosi di una metronidazolo (Flagyl) o tinidazolo (Tindamax). Prendendo il farmaco per via orale è molto più efficace per trichomoniasis che inserire una versione crema o gel del farmaco nella vagina.

Sia voi che il vostro partner ha bisogno di trattamento e di evitare rapporti sessuali non protetti fino a quando l’infezione è guarita, che dura circa una settimana.

Gli effetti collaterali del farmaco possono includere:

  • Nausea
  • Vomito
  • Mal di testa
  • Sapore metallico
  • Vertigini

Non bere alcolici per 24 ore dopo l’assunzione di metronidazolo o 72 ore dopo l’assunzione tinidazolo, perché può causare nausea e vomito.

Prevenzione

Il metodo di prevenzione trichomoniasis è la stessa di quelle per la prevenzione di altre infezioni trasmesse sessualmente – astenersi dal sesso. Per ridurre il rischio, usare il preservativo correttamente ogni volta che si hanno rapporti sessuali.

Powered by: Wordpress