Malattia

Varicella

ChickenpoxLa varicella (varicella) è un’infezione virale che provoca un prurito, rash vescicolare. La varicella è altamente contagiosa per le persone che non hanno avuto la malattia, né stati vaccinati contro di essa. Prima vaccinazione di varicella di routine, quasi tutte le persone sono state infettate con il tempo hanno raggiunto l’età adulta, a volte con gravi complicazioni. Oggi, il numero di casi e ricoveri è giù drammaticamente.

Per la maggior parte delle persone, la varicella è una malattia lieve. Eppure, è meglio a farsi vaccinare. Il vaccino contro la varicella è un modo sicuro ed efficace per prevenire la varicella e le sue possibili complicanze.

Sintomi

La varicella infezione di solito dura circa cinque a 10 giorni. L’eruzione cutanea è l’indicazione rivelatore di varicella. Altri segni e sintomi che possono apparire uno o due giorni prima che l’eruzione cutanea, comprendono:

  • Febbre
  • Perdita di appetito
  • Mal di testa
  • La stanchezza e una sensazione generale di malessere (malessere)

Una volta che appare l’eruzione cutanea varicella, passa attraverso tre fasi:

  • Sollevate urti rosa o rosso (papule), che rompono su più giorni
  • Vescicole piene di liquido (vescicole), formando dagli urti sollevati nel corso di circa un giorno prima di rottura e fuoriuscita
  • Croste e croste, che coprono le vesciche rotte e prendere diversi giorni per guarire

Nuovi dossi continuano ad apparire per diversi giorni. Come risultato, è possibile avere tutte le tre fasi del eruzione – urti, vesciche e lesioni croste – allo stesso tempo il secondo giorno del rash. Una volta infettato, è possibile diffondere il virus per fino a 48 ore prima che l’eruzione cutanea, e si rimane contagiosa fino a quando tutti i punti crosta sopra.

La malattia è generalmente mite nei bambini sani. Nei casi più gravi, l’eruzione può diffondersi a coprire tutto il corpo, e le lesioni possono formarsi in gola, gli occhi e le mucose della uretra, ano e vagina. Nuovi spot continuano ad apparire per diversi giorni.

Quando per vedere un medico
se si sospetta che voi o il vostro bambino ha la varicella, consultare il medico. Lui o lei di solito può diagnosticare la varicella esaminando l’eruzione cutanea e notando la presenza di sintomi di accompagnamento. Il medico può anche prescrivere farmaci per diminuire la gravità della varicella e trattare le complicanze, se necessario. Assicuratevi di chiamare in anticipo per un appuntamento e parlare pensate voi o il vostro bambino ha la varicella, per evitare di attesa e forse infettare gli altri in una sala d’attesa.

Inoltre, assicurarsi di lasciare il vostro medico se uno qualsiasi di queste complicanze si verificano:

  • L’eruzione diffonde ad uno o entrambi gli occhi.
  • L’eruzione cutanea diventa molto rosso, caldo o tenera, indicando una possibile infezione batterica secondaria della pelle.
  • L’eruzione è accompagnata da vertigini, disorientamento, tachicardia, respiro corto, tremori, perdita di coordinazione muscolare, peggioramento tosse, vomito, torcicollo o una febbre superiore a 103 F (39,4 C).
  • Qualcuno in famiglia è immune carente o più giovani di 6 mesi di età.

Fattori di rischio

Varicella, che è causata dal virus varicella-zoster, è altamente contagiosa e può diffondersi rapidamente. Il virus si trasmette attraverso il contatto diretto con l’eruzione cutanea o da goccioline disperse in aria da colpi di tosse o starnuti.

Il rischio di contrarre la varicella è più alto se:

  • Non hanno avuto la varicella
  • Non sono stati vaccinati per la varicella
  • Lavorare o frequentare una scuola o un bambino struttura di assistenza
  • Vivi con i bambini

La maggior parte delle persone che sono state vaccinate contro la varicella o che hanno avuto la varicella sono immuni al virus.

Complicazioni

La varicella è generalmente una malattia lieve. Ma può essere grave e può portare a complicazioni, soprattutto in persone ad alto rischio. Le complicazioni includono:

  • Infezioni batteriche della pelle, tessuti molli, ossa, articolazioni o di sangue (sepsi)
  • Polmonite
  • Infiammazione del cervello (encefalite)
  • Sindrome da shock tossico
  • Sindrome di Reye per le persone che prendono l’aspirina durante la varicella

Chi è a rischio?
quelli ad alto rischio di avere complicanze da varicella sono:

  • Neonati e bambini le cui madri non ha mai avuto la varicella o il vaccino
  • Adulti
  • Le donne incinte che non hanno avuto la varicella
  • Le persone il cui sistema immunitario è compromesso da farmaci, come la chemioterapia, o di un’altra malattia, come il cancro o l’HIV
  • Le persone che stanno assumendo farmaci steroidi per un’altra malattia o condizione, come i bambini con asma
  • Le persone che assumono farmaci che sopprimono il loro sistema immunitario

Varicella e gravidanza
Altre complicazioni della varicella colpiscono le donne in stato di gravidanza. Varicella all’inizio della gravidanza può causare una varietà di problemi in un neonato, tra basso peso alla nascita e di difetti di nascita, come le anomalie degli arti. Una minaccia maggiore per un bambino si verifica quando la madre sviluppa varicella nella settimana prima della nascita.Allora può causare una grave, un’infezione potenzialmente letale in un neonato.

Se sei incinta e non immune alla varicella, parlare con il vostro medico circa i rischi per voi e il vostro bambino non ancora nato.

Varicella e herpes zoster
Se hai avuto la varicella, sei a rischio di un’altra malattia causata dal virus varicella-zoster chiamato herpes zoster. Dopo una infezione varicella, alcuni dei virus varicella-zoster può rimanere nelle vostre cellule nervose. Molti anni più tardi, il virus può riattivarsi e riemergere come fuoco di Sant’Antonio – una banda dolorosa di bolle di breve durata. Il virus è più probabile che riapparirà in adulti più anziani e le persone con sistema immunitario indebolito.

Herpes zoster può portare a una propria complicazione – una condizione in cui il dolore di herpes zoster persiste a lungo dopo le bolle scompaiono. Questa complicanza, chiamata nevralgia post-erpetica, può essere grave.

Un vaccino contro l’herpes zoster (Zostavax) è disponibile ed è raccomandata per gli adulti 60 anni di età e che hanno avuto la varicella.

Prepararsi per un appuntamento

Chiamate il vostro medico di famiglia se voi o il vostro bambino ha segni e sintomi comuni alla varicella. Ecco alcune informazioni per aiutarvi a ottenere pronto per l’appuntamento.

Informazioni da raccogliere in anticipo

  • Restrizioni pre-appuntamento.  chiedere se ci sono restrizioni voi o il vostro bambino da seguire, come rimanere isolata in modo da non diffondere l’infezione,  nei tempi precedenti la nomina.
  • Storia sintomo.  Scrivete tutti i sintomi voi o il vostro bambino ha avuto, e per quanto tempo.
  • Recente esposizione a possibili fonti di infezione.  Cercate di ricordare se voi o il vostro bambino è stato esposto a tutti coloro che potrebbero aver avuto la varicella in queste ultime settimane.
  • Informazioni mediche chiave.  Includere eventuali altri problemi di salute ed i nomi di tutti i farmaci che o il bambino sta assumendo.
  • Domande da porre al medico.  scrivere le vostre domande in modo da poter sfruttare al massimo il vostro tempo con il vostro medico.

Domande da porre al medico di varicella includono:

  • Qual è la causa più probabile di questi segni e sintomi?
  • Ci sono altre possibili cause?
  • Quale trattamento mi consiglia?
  • Quanto tempo prima che i sintomi migliorare?
  • Ci sono rimedi casalinghi o passaggi di auto-cura che potrebbero contribuire ad alleviare i sintomi?
  • Sono io o è il mio bambino contagioso? Per quanto tempo?
  • Come ridurre il rischio di infettare gli altri?

Non esitate a chiedere a tutte le altre domande.

Cosa aspettarsi dal proprio medico
Il medico può chiedere:

  • Quali segni e sintomi Avete notato, e quando hanno fatto la prima volta?
  • Chiunque altro si sa ha avuto segni e sintomi comuni di varicella nelle ultime settimane?
  • Lei o il suo bambino ha avuto un vaccino contro la varicella? Quante dosi?
  • Sei tu o è il tuo bambino in terapia o è di recente stato trattato per altre condizioni mediche?
  • Quali farmaci sono lei o il suo bambino sta assumendo, compresi i farmaci, vitamine e integratori di prescrizione e over-the-counter?
  • Il vostro bambino a scuola o assistenza bambini?
  • Sei incinta o in allattamento?

Che cosa si può fare nel frattempo
Durante l’attesa per l’appuntamento, si può essere in grado di ridurre la febbre con ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) e acetaminofene (Tylenol, altri). Chiunque riprendendo da varicella non dovrebbe prendere l’aspirina. Questo perché l’aspirina è stata associata alla sindrome di Reye, una malattia rara ma potenzialmente pericolosa per la vita, nelle persone riprendendo da varicella.

Riposo il più possibile, ed evitare il contatto con gli altri. La varicella è altamente contagiosa fino a quando le lesioni cutanee hanno completamente incrostata.

I test e diagnosi

I medici generalmente diagnosticare la varicella in base alla eruzione rivelatore.

Se c’è qualche dubbio sulla diagnosi, la varicella può essere confermata con test di laboratorio, compresi esami del sangue o di una coltura di campioni di lesione.

Trattamenti e farmaci

Nei bambini altrimenti sani, la varicella in genere richiede alcun trattamento medico. Il medico può prescrivere un antistaminico per alleviare il prurito. Ma per la maggior parte, la malattia è permesso di fare il suo corso.

Se siete ad alto rischio di complicazioni
per persone che hanno un alto rischio di complicanze da varicella, i medici a volte prescrivono farmaci per ridurre la durata dell’infezione e per contribuire a ridurre il rischio di complicanze.

Se voi o il vostro bambino cade in un gruppo ad alto rischio, il medico può suggerire un farmaco antivirale, come aciclovir (Zovirax), o un altro farmaco chiamato immunoglobuline per via endovenosa (IGIV). Questi farmaci possono ridurre la gravità della malattia, quando somministrato entro 24 ore dopo la visualizzazione della prima eruzione. Altri farmaci antivirali, come il valaciclovir (Valtrex) e famciclovir (Famvir), inoltre possono ridurre la gravità della malattia, ma che sono stati approvati per l’uso solo negli adulti. In alcuni casi, il medico può raccomandare ricevendo il vaccino contro la varicella dopo l’esposizione al virus.Questo può impedire la malattia o ridurre la sua gravità.

Non dare a nessuno con la varicella – bambino o adulto – farmaci contenenti aspirina, perché questa combinazione è stata associata ad una condizione chiamata sindrome di Reye.

Trattare le complicanze
Se complicazioni si sviluppano, il medico determinerà il trattamento appropriato. Il trattamento per le infezioni della pelle e polmonite può essere con gli antibiotici. Il trattamento per encefalite è di solito con farmaci antivirali. L’ospedalizzazione può essere necessaria.

Stile di vita e rimedi

Per contribuire ad alleviare i sintomi di un caso semplice di varicella, seguire queste misure di auto-cura.

Non graffiare
Grattarsi può causare cicatrici, lenta guarigione e aumentare il rischio che le piaghe diventeranno infetti. Se il bambino non riesce a smettere di graffiare:

  • Indossare guanti sulle sue mani, soprattutto di notte
  • Tagliare le sue unghie

Alleviare il prurito e altri sintomi
Il rash varicella può essere molto prurito e vescicole rotte talvolta pungere. Questi disagi, con febbre, mal di testa e stanchezza, possono fare chiunque miserabile. Per il sollievo, prova a:

  • Un bagno freddo con aggiunta di bicarbonato di sodio, farina d’avena cruda o di farina d’avena colloidale – una farina d’avena macinato finemente che è fatto per immersione.
  • Calamina lozione tamponò sulle macchie.
  • Un morbido, dieta blanda se piaghe varicella si sviluppano in bocca.
  • Gli antistaminici come la difenidramina (Benadryl, altri) per il prurito. Verificare con il proprio medico per assicurarsi che il vostro bambino può tranquillamente prendere antistaminici.
  • Acetaminofene (Tylenol, altri) o ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) per una leggera febbre.

Non dare l’aspirina a nessuno con la varicella, perché può portare a una grave condizione chiamata sindrome di Reye. E non trattare la febbre alta senza consultare il medico.

Prevenzione

Il vaccino contro la varicella (varicella) è il modo migliore per prevenire la varicella. Gli esperti dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) stimano che il vaccino offre una protezione completa da virus per quasi il 90 per cento dei bambini che ricevono. Quando il vaccino non fornisce una protezione completa, che diminuisce significativamente la gravità della malattia.

Il vaccino contro la varicella (Varivax) è consigliato per:

  • I bambini piccoli.  Negli Stati Uniti, i bambini ricevono due dosi del vaccino contro la varicella – il primo tra i 12 ei 15 mesi e il secondo tra i 4 ei 6 anni – come parte della routine di programma di immunizzazione infantile. Il vaccino può essere combinato con il vaccino del morbillo, della parotite e della rosolia, ma la combinazione può aumentare il rischio di febbre e convulsioni dal vaccino. Discutere i pro ei contro di combinare i vaccini con il medico del bambino.
  • Bambini più grandi non vaccinati.  bambini dai 7 ai 12 anni che non sono stati vaccinati devono ricevere due dosi di catch-up del vaccino contro la varicella, almeno tre mesi l’una dall’altra. I bambini minori di 13 anni che non sono stati vaccinati devono inoltre ricevere due dosi di catch-up del vaccino, di almeno quattro settimane l’una dall’altra.
  • Non vaccinati gli adulti che non hanno mai avuto la varicella, ma sono ad alto rischio di esposizione.  Ciò include gli operatori sanitari, insegnanti, impiegati per l’infanzia, i viaggiatori internazionali, militari, adulti che vivono con i figli piccoli e tutte le donne in età fertile. Gli adulti che non hanno mai avuto la varicella o vaccinati ricevono solitamente due dosi di vaccino, da quattro a otto settimane di distanza. Se non ricordo se hai avuto la varicella o il vaccino, un esame del sangue in grado di determinare la vostra immunità.

Se hai avuto la varicella, non è necessario il vaccino contro la varicella. Un caso di varicella di solito fa una persona immune al virus per tutta la vita. È possibile ottenere varicella più di una volta, ma questo non è comune. Tuttavia, se siete più di 60 anni, parlare con il medico circa il vaccino contro l’herpes zoster.

Il vaccino contro la varicella non è approvato per:

  • Le donne in gravidanza
  • Le persone con sistema immunitario indebolito, come quelli con l’HIV o persone che prendono farmaci immunosoppressori
  • Le persone che sono allergiche alla gelatina o alla neomicina

Parlate con il vostro medico se non siete sicuri circa la vostra esigenza per il vaccino. Se hai intenzione di restare incinta, consultare il proprio medico per assicurarsi che siete aggiornati su le vaccinazioni prima di concepire un bambino.

E ‘sicuro ed efficace?
genitori in genere si chiedono se i vaccini sono sicuri. Dal momento che il vaccino contro la varicella è diventato disponibile, gli studi hanno riscontrato che sicuro ed efficace. Gli effetti collaterali sono generalmente lievi e comprendono arrossamento, dolore, gonfiore e, raramente, piccoli urti nel sito del tiro.

Powered by: Wordpress